Safari in Tanzania, qualcosa di meraviglioso

Siamo appena tornati da un viaggio meraviglioso in Tanzania-Kenia, rispettivamente 6 e 4 giorni di Safari. Entrambe le esperienze sono state bellissime ma quella in Tanzania è stata veramente grandiosa, complice anche il meraviglioso gruppo con cui l’abbiamo condivisa, una ...

  • di marmar303
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Siamo appena tornati da un viaggio meraviglioso in Tanzania-Kenia, rispettivamente 6 e 4 giorni di Safari.

Entrambe le esperienze sono state bellissime ma quella in Tanzania è stata veramente grandiosa, complice anche il meraviglioso gruppo con cui l’abbiamo condivisa, una coppia di finlandesi, il driver e la guida.

Abbiamo organizzato tutto dall’Italia via e-mail, tramite un’agenzia di Nairobi. Tutte le persone con cui abbiamo interagito, a partire dalle due signore che ci hanno accolto all’aeroporto di Nairobi all’autista del pullman alle splendide dell’agenzia per culminare appunto con i nostri accompagnatori sono state meravigliose. Partendo da Nairobi siamo arrivati ad Arusha in Tanzania e da lì ci siamo spostati al Lake Manyara dove abbiamo pernottato. Il secondo giorno è stato dedicato allo spostamento verso il Serengeti. Terzo giorno al Serengeti. Quarto giorno Game drive al Serengeti e poi partenza per il cratere dello Ngorongoro. Quinto giorno visita di 8 ore allo Ngorongoro e trasferimento al Lake Manyara. Ultimo giorno game drive al Lake Manyara, tristissimi saluti e poi partenza per il lunghissimo viaggio verso Nairobi.

In pillole: I parchi sono meravigliosi, specialmente il Serengeti è qualcosa di fantastico, paesaggi sconfinati, tanti animali (anche se abbiamo visto solo 2 gnu che in quel periodo erano tutti al Masai Mara e che infatti abbiamo visto lì), totale rispetto della natura da parte dei guidatori che non escono mai dai sentieri stabiliti (mentre al Masai Mara i driver sono spesso scorretti e per farti vedere gli animali escono dai sentieri determinando gravi danni al parco), totale immersione nella natura selvaggia insomma un’esperienza unica al mondo.

Le strade sono terribili, per lo più sterrate (dal Lake Manyara in poi l’asfalto è quasi inesistente), piene di buche e dossi, in molti casi, come nello Ngorongoro, percorribili solo in fuoristrada. I tempi di viaggio dunque non sono prevedibili considerando le distanze. Anche la stessa strada Nairobi-Arusha, seppur asfaltata, è brutta ed i sedili degli “shuttle”, quando economici, sono molto stretti e scomodissimi.

Per entrare in Tanzania serve il Visto che SI PUO’ acquistare tranquillamente a NAMANGA, la città di confine. NON credete a chi dice che non si può fare, neanche se, come a noi, lo dice l’ambasciata della Tanzania a Roma. Noi abbiamo richiesto il Visto all’ambasciata tramite un’agenzia, pagando 50 Euro ciascuno più 50 Euro per il servizio di agenzia scoprendo poi, arrivati a Namanga, che potevamo farlo lì per 50 Dollari. NON FATE COME NOI.

Noi abbiamo fatto il Safari in campeggio e se tornassimo indietro lo faremmo altre 10 volte. I campeggi in Tanzania sono veramente basic, al Serengeti in particolare non hanno né acqua corrente né elettricità. Spesso le agenzie non informano di questo e la sorpresa può essere irritante, ma non ci sono altri tipi di campeggio, dopo questi si passa ai costosissimi lodge. Ma per qualche giorno ci si può arrangiare e la sensazione di totale immersione nella natura ripaga ogni disagio anzi, la scomodità rende il tutto ancora più particolare. Allo Ngorongoro ci sono i servizi igienici e le docce calde. I camping del Manyara, essendo praticamente parte di un villaggio bello grosso, sono molto più avanzati. Un problema al Serengeti è che i campeggi non sono isolati dal resto del parco e la notte gli animali scorrazzano liberamente intorno alle tende e svegliarsi alle 2 e mezzo con i versi delle iene a pochi metri per me è stato un po’ pauroso. Ma se non dovete andare in bagno la vostra tenda vi darà comunque la necessaria sicurezza

  • 9922 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. vale_df26
    , 25/3/2011 13:12
    Bellissimo racconto, ma...............qual'è l'agenzia a cui vi siete rivolti??
    Sto cercando di organizzare qualcosa di simile...
    Valentina

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social