Luna di miele al veraclub zanzibar village

Dopo un anno di intensi preparativi, finalmente il giorno del matrimonio e finalmente il giorno della partenza per Zanzibar! Grazie a Turisti per Caso ho ricevuto molte informazioni e dritte per questo viaggio, è giusto dunque contraccambiare e mettere a ...

  • di lilium
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: 3500
 

Dopo un anno di intensi preparativi, finalmente il giorno del matrimonio e finalmente il giorno della partenza per Zanzibar! Grazie a Turisti per Caso ho ricevuto molte informazioni e dritte per questo viaggio, è giusto dunque contraccambiare e mettere a disposizione di altri viaggiatori le mie impressioni.

VOLO Partenza da Milano, terminal 2. Primo inconveniente: valigia in soprappeso. Bastarde le hostess al check-in che, pur sapendo che l’aereo non era pieno, ci hanno fatto pagare il supplemento. Fate attenzione perché vogliono 14 Euro ogni Kg!!! volo notturno con Eurofly, partito 1 h in ritardo x problemi di rifornimento. Viaggio un pò stancante durato 8 h, sedili strettini in economy, ma sopportabile. L’aereo non era pieno, quindi ci si poteva spostare per stare più comodi.

AEREOPORTO Tutto quello che si poteva dire su questo folcloristico aeroporto, è stato detto. Noi abbiamo dato la mancia solo al poliziotto che voleva aprirci la valigia x un controllo, e non mi pareva il caso dopo le pene passate a Malpensa...Quindi partono le mance! Quando si arriva bisogna consegnare il passaporto x il visto e consegnare i 50 dollari. Dopodichè vi avviate al banco x la consegna valige e li si aspetta l’arrivo del bagaglio, eravamo preparati per cui si rideva e basta! Presa la valigia, si prende la direzione della porta d’uscita, troverete persone che cercano di prendervi la valigia per portarvela fuori, vedete voi, ad ogni modo è solo un modo per racimolare qualche dollaro di mancia.

Quando uscirete trovate subito il banchetto del vostro tour operator. Noi eravamo con VERATOUR, ci caricano la valigia su un camioncino, mentre noi partiamo con un altro autobus verso il villaggio.

Dopo 1 oretta scarsa di strada, con gli occhi stralunati per il paesaggio da documentario che ci gira attorno, e dopo un mal di schiena da strade disastrate, arriviamo al villaggio... VILLAGGIO ...E che villaggio! Una meraviglia! Perfettamente inserito nel contesto, a mio parere è il miglior villaggio della spiaggia di Kiwengwa. Non troppo grande, solo 63 camere, è veramente un piccolo gioiello a confronto dei megavillaggi vicini, ovvero Bravoclub, Francorosso e Ventaglio.

Camere molto spaziose, letto enorme con zanzariera, climatizzatore e pala ventilatore. Cassaforte. Bagni da migliorare ma accettabilissimi.

RISTORANTE Colazione, pranzo e cena a buffet, qualche sera con servizio al tavolo. Buffet molto assortito, cibo non ottimo ma apprezzabile. Acqua sempre imbottigliata e nuova a pranzo e cena.

Nonostante l’attenzione e i fermenti lattici presi, ho avuto un piccolo malessere durato 2 giorni, ma risolto con il normale imodium.

ESCURSIONI Noi abbiamo partecipato alle escursioni del villaggio. I beach boys sono costantemente presenti sulla spiaggia davanti ad ogni villaggio, ma personalmente non mi ispiravano fiducia e abbiamo preferito affidarci al tour operator pagando ovviamente qualcosa in più. Ma sono filoni di pensiero... Ad ogni modo siamo stati a STONE TOWN, un’oretta di pulmino e si arriva in città, abbiamo avuto poco tempo x girare tra i vicoletti centrali, ma in ogni caso è interessante vedere anche la capitale dell’isola.

Altra escursione TOUR DELLE SPEZIE, molto interessante. Sempre in pulmino si raggiunge un grande giardino botanico, o meglio, la loro foresta, dove viene spiegato l’utilizzo delle varie piante x la cura di molte malattie. Al ritorno si passa x la spiaggia di Mangwapwani x attendere il tramonto.

Ultima escursione effettuata, il TOUR DEL NORD, si raggiunge la punta nord dell’isola dove in teoria ci sono le spiagge migliori, ma io personalmente non ne ho proprio viste migliori di Kiwengwa...Dopodichè si visita un luogo dove vengono costruite le barche di legno, impressionante vedere come utilizzano tutt’oggi certi attrezzi d’epoca..

  • 4583 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social