Changuu, Zanzibar

Siamo partiti da Verona il 6 agosto con un last-minute, eden viaggi, extracatalogo(nota bene!). Dopo 8 ore circa di viaggio siamo atterrati nella capitale di Zanzibar, Stone Town. Abituatevi alla richiesta continua di soldi, del tipo:con una macia non ti ...

  • di belfagor
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Siamo partiti da Verona il 6 agosto con un last-minute, eden viaggi, extracatalogo(nota bene!). Dopo 8 ore circa di viaggio siamo atterrati nella capitale di Zanzibar, Stone Town. Abituatevi alla richiesta continua di soldi, del tipo:con una macia non ti apro la valigia,con una mancia te la porto io fino al pulmino ecc...Quindi attenti a gli aiuti sono tutti sotto ricompensa e ricordate che per tutto il viaggio sarà comodo avere banconote di piccolo taglio, meglio dollari o scellini tanzaniani . 1° giorno Con un pulmino ci hanno portato fino al porto dove abbiamo scoperto che solo in 4 saremo andati sull'isola, noi due più un’altra coppia di Bologna.Là ci aspettava una barchetta a motore chiamata taxi,che ci ha portato in più o meno 20 minuti nella stupenda changuu island o prison island. Ad accoglierci è la moglie del titolare, il grande Roger, che ci spiega la storia dell'isola. Da prima adibita come prigione per la tratta degli schiavi, e successivamente come ospedale di quarantena. Ora c'e un villaggio turistico ricavato all'interno dei vecchi edifici. Conosciuta come l'isola delle tartarughe giganti 2° giorno. Changuu è un paradiso! Il personale è gentilissimo, il cibo ottimo e il mare è pulito e pieno di stelle marine. Così tante non le avevo mai viste! Niente a che vedere con Zanzibar, dove in questo periodo molti turisti italiani si lamentano per le alghe, o sono costretti ad indossare scarpe per non ferirsi con ricci e coralli. Quindi chiedete bene alla vostra agenzia prima di trovare brutte sorprese. L’isola è per metà privata, solo quelli residenti al villaggio possono visitarla tutta, gli altri si accontentino delle tartarughe-dinosauro. Semideserta ma ricca di vegetazione, occupata da pavoni, fagiani, paguri giganti, ecc. W la natura! Non andate lì se vi aspettate vita notturna, non ci sono animatori e il silenzio è importante, niente schiamazzi e i bambini sotto i 12 anni non sono accettati. Che Relax! L’energia elettrica è fornita da un generatore che dalle 23 alle 5 non è attivo, quindi torcia in mano e tutti a nanna nelle bellissime camere vista mare. Alla sera fa fresco, meglio portare una felpa in più.

Per le bevande extra portatevi contanti, eviterete magre figure siccome la carta di credito è futurismo. Sebbene eravamo in cerca di una vacanza riposante e tranquilla, abbiamo pensato bene di fare tutti i tour proposti tanto per stressarci un po’: 3° giorno Abbiamo preso il taxi-barca per dirigerci a Stone Town con un beach boy che parlava un po’ italiano. In compagnia della coppia di Bologna abbiamo fatto il tour Stone Town. Bellissima città, principalmente islamica. Il mercato è il punto di maggiore attrazione, ma addentratevi solo se siete duri di stomaco, passerete tra odori irresistibili di spezie a quelli nauseabondi di carne avariata sui banchi in vendita :hanno gli anticorpi forti come Mastro Lindo. Per i souvenir contrattate fino alla tortura, se necessario fate finta di uscire dal negozio, tornerete a casa on spezie e parei ad un prezzo giusto.

Totale spesa taxi changuu-zanzibar a+r 50 $ in 4 persone., mancia 20$, souvenir a go go 20 $.

4° giorno Tour della foresta di Jozani. Organizzato dall’eden viaggi. Bello solo se vi piace la natura e le scimmie, simpaticissime e dal pelo rosso. Però non toccatele! Sono animali e non dei peluche! Dopo ci portano a vedere le mangrovie, un groviglio di radici, ma interessanti anche queste.

Alle 13 eravamo già a Changuu, totale spesa tour 25 euro, spesa taxi-barca a+r 20 $, e per una volta niente mancia a nessuno! 5° giorno Tour delle spezie, organizzato con l’eden anche questo. Vedrete le piantagioni di frutta e spezie, interessante se vi piacciono le piante o amate cucinare. Vaniglia, zenzero, cumino e tante altre, con conseguente assaggio della frutta. Incredibili pompelmi grossi come meloni, papaia, mango e banane, lontanissimi dai nostri sapori di chimico e ogm

  • 1119 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social