Svizzera e Foresta Nera

Dalle città della Svizzera tedesca ai caratteristici orologi a cucù di Triberg e dintorni: una vacanza fuori dagli schemi

  • di Davidoof
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 5
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Come ogni anno in agosto è tempo di vacanze. I viandanti sono sempre gli stessi: io (Davide), mia moglie Chiara, nostro figlio Gianluca e i miei genitori (Paolo e Graziella) che, oltre a farci compagnia, ci aiuteranno nel contenere le spese della vacanza. Al contrario degli altri anni in cui il sottoscritto aveva deciso meta e durata del viaggio, quest'anno mio padre aveva la voglia (poco) nascosta di tornare in Svizzera (anche per una questione legata alla sicurezza visto quanto accaduto in altri paesi confinanti). Volendolo accontentare ho prenotato il posto più economico trovato su Airbnb a Zurigo (solo, si fa per dire, 130 euro al giorno per una casa su 2 piani con 6 posti letto), dove siamo rimasti 11 giorni, aggiungendo poi 6 notti a Triberg im Schwarzwald che ci servirà da base per visitare la Foresta Nera, un mio vecchio pallino grazie ad alcuni articoli apparsi tempo fa sulla vostra (e nostra) rivista.

Il viaggio di andata è un incubo, prima di giungere ad Airolo c'è una lunga coda per arrivare al Valico del San Gottardo, dalla radio della Svizzera Italiana veniamo a sapere che vi sono tempi di attesa oltre le 2 ore: dobbiamo armarci di santa pazienza! Ad averlo saputo prima avremmo scelto di percorrere il Passo del San Bernardino per giungere poi a Zurigo via Chur... Dopo aver preso possesso dell'appartamento prenotato da casa (sono già le 20 passate) non ci resta che prepararci un piatto di pasta per poi andare dritti a nanna. Dopo una lunga notte ristoratrice siamo pronti ad esplorare Zurigo.

Per prima cosa facciamo la Zurigo Card che, al non proprio modico costo di 48 CHF, ci permetterà però di viaggiare gratuitamente sui mezzi pubblici, di farci un piccolo giro in battello e di esplorare i tanti musei della città. Una volta giunti nei pressi della stazione ferroviaria, percorriamo Bahnhofstrasse per poi inoltrarci nella bella Rennweg dalla quale si raggiunge una terrazza dove si può godere di una bella panoramica sulla riva sinistra della Limmat. Una volta scesi, proseguendo sulla Rennweg, vale la pena fare una deviazione a destra per passeggiare sull'Augustinergasse prima di iniziare il tour delle Chiese. La prima che si incontra è l'anonima St Peter Kirche che però merita un passaggio in quanto il suo campanile ospita l'orologio con il quadrante più grande di tutta Europa. Da qui ci spostiamo poi in Munsterhof dove troneggia la più piccola delle Cattedrali cittadine, la Fraumunster famosa per le bellissime vetrate dipinte da Chagall. Attraverso il Munsterbrucke si raggiunge la riva sinistra della Limmat. In Zwingliplatz, oltre al monumento dedicato ad uno dei fondatori delle chiese riformate svizzere, si può vedere il rinascimentale Municipio che ha la particolarità di essere stato costruito sull'acqua. Da qui saliamo verso il Grossmunster e sul campanile omonimo, dalla cui vetta si gode di un bel panorama sul lago e sul lungofiume.

Prima di tornare verso casa abbiamo avuto anche modo di percorrere la caratteristica Oberdorfstrasse al termine della quale ci aspetta la fermata del tram che ci ricondurrà a Zurigo West. E' già passato un giorno ma le cose da vedere in città sono ancora tante. La seconda giornata inizia con la visita del Museo Nazionale Svizzero (gratuito con la Zurigo Card), al cui interno sono presenti collezioni di vario genere. Noi abbiamo molto apprezzato le sale arredate con mobili ed antiche stufe e, nel sotterraneo, la bella mostra di sculture a sfondo religioso. Terminata la visita di questo grande ed importante museo, percorriamo la Bahnhofstrasse dove si trova il Beyer Chronometrie, un museo (gratuito per i possessori della Zurigo Card) con negozio annesso dedicato ad orologi ed affini, imperdibile per gli amanti del genere. Trovandoci in zona decidiamo poi di percorrere il Limmatquai per poter osservare i monumenti posti sulla riva sinistra della Limmat da un'altra prospettiva. La nostra passeggiata si conclude in Burklinerplatz dove attendiamo il battello che ci farà godere di una breve traversata sul più grande lago della Svizzera.

Tornati a riva (il tempo speso per il giro in battello vale la pena solo per godere di un paio d'ore di relax) proseguiamo con il tram sulla riva sinistra del lago per raggiungere Bellevueplatz dove si trova l'Opernhaus (Teatro dell'Opera), un bel edificio in stile neoclassico. Proseguendo di un altro paio di fermate raggiungiamo poi il particolare Giardino Cinese, un regalo della città di Kunming dove lavoratori svizzeri hanno costruito moderni impianti per l'approvvigionamento idrico. Tornati, sempre grazie al tram, in Bahnhofstrasse, facciamo qualche foto alla bella facciata neoclassica della stazione ferroviaria poi prendiamo il treno diretto all'Uetlinberg (compreso nel costo della Zurigo Card). Percorrendo un breve tratto a piedi dalla stazione di arrivo, si arriva alla torre di avvistamento dalla cui vetta si può osservare un magnifico panorama che abbraccia l'intera Zurigo e una buona parte del lago omonimo.

Il terzo giorno è stato per buona parte dedicata allo Zoo (uno dei più belli e meglio tenuti tra quelli visitati finora) anche perchè, vista la grandezza, merita un tempo di sosta non inferiore alle 3-4 ore. Prima di arrivare qui però, abbiamo altre 2 mete in programma. La prima è la salita al Dolder Grand, un grande albergo dalle cui camere si gode di una magnifica vista sulla città. Qui si trova anche un bellissimo campo da golf e un parco dove ci si può rilassare godendo della magnifica veduta panoramica. La seconda meta di giornata è invece il Palazzo dell'Università, non tanto per l'edificio stesso, quanto per il bel panorama che si apre dalla terrazza di quest'ultimo. Allo Zoo abbiamo apprezzato in particolare il bellissimo parco degli elefanti ma è tutta la struttura che merita davvero una visita. Da quanto ricordiamo solo lo Zoo di Innsbruck (peraltro molto più piccolo) ci era piaciuto così tanto

  • 1983 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social