Helvetica, backpack

Quante cose son mutate dall'ultimo viaggio... Ognuna di esse rappresenta un momento importante della mia vita in cui non solo cresco alimentato da diverse avventure e disavventure ma faccio un punto sulla mia situazione esistenziale! So here I am! Diretto ...

  • di brawler
    pubblicato il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: 3500
 

Quante cose son mutate dall'ultimo viaggio... Ognuna di esse rappresenta un momento importante della mia vita in cui non solo cresco alimentato da diverse avventure e disavventure ma faccio un punto sulla mia situazione esistenziale!

So here I am! Diretto a Milano e partito ieri notte da Caserta e già immaginavo quanto mi sarei rotto le scatole a stare tutta la notte da solo in un buio scompartimento... Ma appena arrivo alla stazione incontro il caro Flavio Tessitore con cui trascorro grande parte del viaggio comodamente sdraiati sui nostri zaini (lui, militare dell'esercito tornava in caserma) ricordando i tempi felici in cui stavamo negli SCOUT assieme.

16. 07. 2001 Milano (ITALIA)

A Milano ad attendermi c'era la dolce Sissy. Non ci vedevamo da anni! E' stato molto bello! Ora vive a Milano dove studia Giurisprudenza e condivide il suo monolocale con "Velenia", il nome è tutto un programma, una meticcia molto carina ma troppo frenetica!

Mi porta subito in giro nel centro. Vedo per la prima volta il maestoso e celebre Duomo. Era la prima volta che lo visitavo, sembrerà strano ma io a Milano c'ero stato varie volte ma solo in aeroporto!

17. 07. 2001 Milano (ITALIA)

Finalmente è arrivato Pedro, con lui affronteremo questa nuova avventura. Che casino per trovarlo, non sapevamo da quale città sarebbe arrivato, l'ora e quindi il binario ecc. Che casino! Ma alla fine lo intravedo da lontano, lo zaino appoggiato su una panchina e lui come uno zombie lì vicino. Che gioia rivederlo!

18. 07. 2001 Berna (SVIZZERA)

Dopo un trasferimento in treno attraversando paesaggi incantevoli, cascate naturali, vette innevate, greggi al pascolo. Che bello! Sembrava di vivere il cartone animato di Heidi!

Così arriviamo a Berna, in Svizzera. Ci accoglie Lory, la sorella di Sissy. Com'è cambiata! Entrambe non sono più le tipe che conobbi tre o quattro anni fa a Caserta! Vivere in Svizzera le ha trasformate (forse in negativo), non le riconosco quasi più. Ma in fondo son delle ragazze in gamba e sono sicuro che se avessero continuato a vivere a Caserta: tutto, ma proprio tutto, sarebbe stato differente!

Un'amica della mamma ci ha riservato un intero appartamento ad Ostermundigen (periferia di Berna) per noi. Che accoglienza!

Con l'"accelerata" Lory trascorriamo un'eccitante serata in giro in varie discoteche: Lory è una matta!

[Lory Mottola da Berna, Svizzera]: Avete riportato un pezzo di vita, di emozioni, di cuore... Un pezzo di vita in me ormai dimenticato... L'importanza del ricordo, distanza superata, essere qui...

20. 07. 2001 Berna (SVIZZERA)

Lory ci ha presentato tante persone. Quasi tutti italiani (emigranti) che fanno i più disparati lavori, dal tipografo alla parrucchiera e tutti con guadagni altissimi. Qui, comunque, la vita è molto costosa! Mi sembrava di vivere una puntata di "Turisti per caso" quando, all'estero, intervistano nostri compatrioti ormai trasferitisi altrove! Ognuno ci parlava dei problemi di inserimento o di ambientamento e della vita propria attuale. Sembravano, almeno economicamente parlando, tutti soddisfatti! In bocca al lupo ragazzi!

In serata mi viene un terribile mal di pancia, mi veniva da rovesciare e mi girava la testa... Mi son barricato nel mio sacco a pelo rinunciando ad andare a ballare con loro quando improvvisamente si spalanca la porta ed entra Lory, bianca in volto, si precipita su di me domandandomi: "Come stai? Ti prego, dimmi come ti senti!"

Nel frattempo arrivano due suoi amici: Carmen e Fabio e dopo un pò, forse per l'allegria e la voglia di divertirsi che avevano portato nel nostro appartamento, mi son subito sentito meglio. Abbiamo trascorso la notte a casa di Carmen ballando con lo stereo a palla e facendo un casino... Io e Pedro siamo morti dalle risate quando abbiamo cominciato a doppiare gli spots o i films in TV, inventando dialoghi e storie!

Alle 3.20 di mattina cominciamo a vedere "Blair Witched Project" in tedesco con i sottotitoli in inglese...

21. 07. 2001 Lussemburgo (LUSSEMBURGO)

Arriviamo nella ricca capitale lussemburghese nel pomeriggio con l'intento di proseguire subito per Amsterdam, ma come sempre succede negli inter rails, non si rispetta mai la tabella di marcia e ci si lascia guidare dal caso e dagli incontri che fai... Così, conosciamo un gruppetto di spagnoli delle isole Canarie, che cercavano un ostello. Ci aggreghiamo a loro!

In città c'erano concerti all'aperto dappertutto e così tanta gente! Lussemburgo City mi ha sorpreso molto!

Cena a base di ravioli in barattolo comprati a Berna e cucinati con il nostro fornellino. Deliziosi! La notte ho dormito con il mio zaino accanto, nel letto a castello, e coi documenti, soldi e marsupio all'interno del mio sacco a pelo.

22. 07. 2001 Amsterdam (OLANDA)

Nel tragitto da Bruxelles ad Amsterdam apprendo da una ragazza americana di ritorno dall'Italia che a Genova, durante il G8 era stato ucciso un manifestante! Un certo Carlo Giuliani, ma non ne sapeva tanto!

Arrivati nella capitale olandese ci rechiamo direttamente al negozio di funghetti allucinogeni per Pedro. Lui ha programmato l'intero viaggio in funzione solo di questa tappa! Era così eccitato! Era da una anno che decantava questi funghetti! Diceva che l'anno scorso aveva provato delle sensazioni stupende, vedeva e sentiva cose strane, mai viste viste prima... Voleva farsi la scorta e divertirsi tutto l'anno! Mah!

Ebbene sì, c'era un mah! Io gli ho subito proibito di comprarne tanti perchè era pericoloso quando passavamo le frontiere e non volevo avere problemi per queste stupidaggini! Inoltre gli avevo consigliato di ingerirli solo quando eravamo in un posto tranquillo, senza zaino e con un "tetto safe" (parlavo della Lettonia), così se avessimo avuto problemi...

Ma lui non mi ha voluto dare retta! E dopo avere comprato due sacchetti, lo accompagno ai bordi di un canale per farglieli "mangiare" in tranquillità! Anche se ero contrario gli sto vicino. Me li aveva offerti anche a me ma fortunatamente avevo rifiutato!

All'inizio si sentiva in "paradiso" poco dopo cominciava l'inferno!

Dopo tante disavventure riusciamo a raggiungere la stazione ferroviaria e da lì con un treno ci rechiamo all'aeroporto di Schipol dove siamo ora

  • 1172 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social