Sui ghiacciai dell'Oberland Bernese

Luglio –Agosto 2006 L’escursione si e’ svolta seguendo un percorso ad anello con partenza da Goppenstein –Kandersteg un piccolo paesino a sud di Interlaken. La zona come e’ noto e’ caratterizzata dalla presenza delle piu’ alte vette delle alpi svizzere ...

  • di bertolani
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Luglio –Agosto 2006 L’escursione si e’ svolta seguendo un percorso ad anello con partenza da Goppenstein –Kandersteg un piccolo paesino a sud di Interlaken.

La zona come e’ noto e’ caratterizzata dalla presenza delle piu’ alte vette delle alpi svizzere che superano oltre i 4000 metri.

L’ambiente e’ affascinante e tra i piu’ belli dell’arco alpino. L’escursione, con durata prevista di 5 giorni, e’ stata organizzata dalla sezione FALK del C.A.I. .

Lunedi’ 31 Luglio Si parte da Milano alle ore 7 con l’amico Roberto e altri due appassionati , il veterano Cesare e il giovane Alessandro ,un ragazzo di 19 anni che se potesse, trascorrerebbe tutta la sua vita in montagna.Il caldo insopportabile di queste giornate ci invita ad avviarci subito per la nostra meta alpina.

Dopo un piacevole viaggio che si snoda in macchina attraverso il passo del Sempione, si arriva prima a Briga e poi a Groppestein dove e’ fissato l’appuntamento con gli altri componenti del gruppo ,in tutto una ventina di persone. Ci accolgono con simpatia le tre guide che ci accompagneranno per colli , monti e ghiacciai : Ettore, Vanni e Giulio appena rientrato dalle sue esperienze Hymalaiane.

Il treno , attraverso una lunga galleria ,ci fa raggiungere in breve tempo Kandersteg ,un bellissimo paesino svizzero gia’ conosciuto lo scorso anno percorrendo la famosa Hintere Gasse.

Una seggiovia antiquata ci trasporta subito in quota e dopo una breve sosta sotto uno splendido sole, si comincia a camminare in direzione della “Blumisalp hutte” che si trova a 2800 metri. Ci attendono 1200 metri di dislivello ma la fatica viene compensata dal panorama e dalla visione di uno splendido lago, l’Oeschinensee che,con il suo color verde smeraldo, si staglia tra immensi roccioni che affondano a picco nell’acqua. Nel cielo, alcune nuvole di passaggio offrono fortunatamente un po’ di riparo dal caldo . Lo sforzo e’ particolarmente intenso e aggravato dalla ripidita’ del sentiero che si inerpica come una serpentina senza fine . Finalmente la visione del rifugio ci aiuta a superare gli ultimi metri di dislivello pensando anche al meritato riposo che ci attende dopo la lunga giornata. La nuvolosita’ continua ad aumentare e nessuno la ipotizza come segnale di cambiamento meteorologico che si verifichera’ nei giorni successivi rovinandoci in parte la bellezza della nostra escursione.

Il rifugio che si offre ai nostri occhi, e’ di recente ristrutturazione e posizionato sopra una sella pietrosa da cui si puo’ apprezzare un bellissimo panorama ostacolato pero’ dal forte vento e dal clima che nel frattempo e’ completamente cambiato.

All’interno, ampie camerate ospitano i letti anzi i materassi allineati su due piani e tutti affiancati, offrendo una scomoda sistemazione logistica. I servizi per potersi lavare , sono praticamente inesistenti e quelli fisiologici collocati all’esterno per la gioia di coloro che avranno necessita’ di “alzate” notturne .

La cena si consuma a base di una brodosa “tagesuppe” e uno spezzatino con carne non meglio identificata condita con panna montata.

Penso che i cuochi del rifugio otterrebbero un ottimo successo gastronomico se aprissero un ristorante “nouvelle cousine “in Italia.

Dopo cena ,vengono discussi i programmi per il giorno successivo : il gruppo degli arditi salira’ sulla vetta del “Morgenhorn”, un altro fara’ un percorso circolare sul ghiacciaio sottostante , il terzo attendera’ in rifugio il loro ritorno per poi trasferirsi tutti a quello successivo. La sveglia prevista per i primi due gruppi e’ alle 4 e cio’ mi induce a unirmi al gruppo dei “residenti” insieme al mio amico Roberto

  • 2162 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social