Stoccolma e l'isola di Gotland

Stoccolma è veramente una delle più belle capitali d'Europa, molto piacevoli i suoi dintorni raggiungibili con il traghetto, ma stupenda è l'isola di Gotland con la sua "capitale medievale" Visby

  • di girovaga54
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 5
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Percorriamo lo Skeppsholmsbron, il ponte che porta all’isoletta di Skeppsholmen dove sono ubicati alcuni dei maggiori musei cittadini (Moderna Museet, Arkitektur Museet). Una passeggiata rilassante in questa oasi completamente immersa nel verde.

Avvicinandosi l’ora di cena, decidiamo di spostarci verso Gamla Stan, il nucleo medievale della città: ripercorsa a ritroso la strada già fatta, imbocchiamo Strömngatan e da qui il Norbbro, il principale ponte di collegamento, che è chiuso in fondo scenograficamente dalla mole del Kunglika Slottet (il Palazzo Reale). Passiamo davanti al Riksdagshuset (il Parlamento) e ci inoltriamo così nelle strette vie di questo bellissimo quartiere che da solo vale la visita della città.

Seguendo le segnalazioni favorevoli di altri “Turisti per caso”, vorremmo cenare da “Slingerbulten” in Stora Nygatan 24, ma a conferma della sua fama, lo troviamo al completo. Ci affrettiamo a prenotare per domani sera.

Dall’altro lato della strada, quasi di fronte, al numero 11, troviamo “Hermitage” (www.Hermitage.gastrogate.com), altro locale consigliato, vegetariano: piacevole sorpresa, mangiamo ottimamente e abbondantemente (è uno di quei posti “all you can eat”) spendendo circa € 14,00 a persona.

Cominciando ad accusare la stanchezza, ci avviamo verso la fermata della metro 19 (fermata Gamla Stan, a due passi dal locale) e rientriamo nel nostro hotel.

Mercoledì 09 Agosto

Oggi vestiremo i panni del turista a tutti gli effetti. Prima però, ci dotiamo della “Stockholm Pass 3 days” al prezzo di € 105,00 a persona, ritirandola presso la reception dell’hotel dopo averla prenotata anticipatamente: il costo può sembrare elevato ma ancora più elevato è quello dei biglietti delle varie attrazioni se acquistati singolarmente.

Con la solita metro 19 scendiamo a Gamla Stan e ci dirigiamo a Palazzo Reale i cui interni non ci colpiscono particolarmente: c’è però da dire che, al di là delle sale di rappresentanza, più fastose, in media si percepisce una maggiore sobrietà dettata probabilmente dallo stile di vita delle monarchie dei Paesi scandinavi. Ogni modo da vedere, come pure i sotterranei dove sono ospitati il Museo Tre Kronor e la Tesoreria Reale. Visitiamo anche, con ingresso sulla vasta piazza Slottsbacken, il Livrustkammaren (l’Armeria Reale), un po’ velocemente perché, essendo mercoledì, alle 11:45 sta iniziando la cerimonia del cambio della guardia nel Lejonbacken (Cortile dei Leoni) a cui assiste una vera folla di persone vista la pompa con cui si svolge (uniformi ottocentesche, soldati a cavallo, fanfare).

Al termine, visitiamo la Storkyrkan (la Cattedrale), costruita nel 1200 ma interamente rifatta nel ‘700: pregevole è il gruppo scultoreo in legno policromo raffigurante San Giorgio e il Drago e la Principessa e l’Agnello.

Uscendo dalla cattedrale, ci troviamo su Stortorget, una delle più belle piazze della città, caratterizzata da palazzi in stile ‘600 tedesco-olandese dai colori accesi e proseguendo lungo la Baggensgatan ci attira, al numero 12, un localino simpatico “Pastis” (www.pastis.se), gestito da un portoghese che parla un misto di tutte le lingue: gustiamo piatti molto particolari quali il merluzzo con i fagioli e salsicce, tutto ottimo, compresi i prezzi.

Riprendiamo l’esplorazione del centro storico fino alla Riddarholmskyrkan (la Chiesa dei Cavalieri), scrigno di tesori tra cui le tombe di cavalieri, stemmi e trofei, nonché i sarcofagi dell’attuale casa regnante, i Bernadotte

  • 4249 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social