Tre giorni d'autunno a stoccolma

Eccomi di nuovo in aeroporto ad ottobre; questa volta in partenza per Stoccolma e naturalmente con Massi. È stato lui che ha prenotato con anticipo il volo, ho deciso che questo viaggio merita la compilazione di un quaderno e perciò ...

  • di Anna s.
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Eccomi di nuovo in aeroporto ad ottobre; questa volta in partenza per Stoccolma e naturalmente con Massi. È stato lui che ha prenotato con anticipo il volo, ho deciso che questo viaggio merita la compilazione di un quaderno e perciò cercherò di mantenere la promessa.

Vorrei riuscire a imprimere con le parole i ricordi di questa breve vacanza, anche se non mi manca, anzi non “ci” manca la macchina fotografica.

Sono le ore 18:10 e siamo appunto nell’aeroporto di Alghero-Fertilia, pronti per l’imbarco. L’aeroporto è molto piccolo e ovunque mi giri vedo facce di turisti, forse proprio svedesi! Com’è piccolo il mondo! Saliti in aereo, Massi riconosce un suo ex compagno di classe! Si chiama Andrea, è sposato con una svedese ed è papà di una simpaticissima bimba di nome Greta.

Arrivati all’aeroporto di Skavsta, salutiamo Andrea e saliamo sull’autobus Flygbussarna che ci conduce alla stazione di Stoccolma in un’ora e mezzo circa.

In un quarto d’ora circa arriviamo a piedi al Rica Hotel, il nostro albergo. La camera è carina e arredata con gusto peccato che non ci sia la finestra! Con Massi osserviamo che non c’è neanche un cassetto! Magari qui in Svezia non piacciono ... chissà! 12 ottobre 2008 Alle 8:30 facciamo colazione nel nostro stesso albergo;c’è di tutto: dai salumi ai formaggi, alle marmellate, ai cereali, ai cafè, ai succhi di frutta; insomma è internazionale e a buffet. Un’ora più tardi usciamo per dirigerci allo skansen; (avendo a disposizione solo pochi giorni già a Cagliari avevamo programmato il nostro viaggio in modo da vedere tutto quello che sarebbe stato possibile). Dopo pochi minuti di camminata incominciamo ad avvertire una sensazione di caldo! Ma come?!! Noi ci aspettavamo temperature molto più basse! Comunque meglio così.

Lo skansen è uno splendido museo all’aperto, in cui si respira un’atmosfera tipicamente rurale. Abbiamo ammirato tantissimi animali, alcuni abbastanza familiari come il cinghiale, la volpe e la mucca, ma altri mai visti: l’alce, la lontra, la foca, la civetta, lo scoiattolo etc. Ci hanno colpito molto diverse tipologie di casette: alcune tipo palafitte (tutte in legno), altre in fango e paglia. Abbiamo curiosato in una bottega in cui si lavorava il vetro e in una vecchia tipografia. Dopo una lunga camminata, alle 13 ci siamo concessi una pausa per pranzare; abbiamo mangiato in un localino all’interno dello skansen. Abbiamo chiesto un “autumnsalad”, un insalata autunnale con cereali, zucca, ravanelli, e poi il cafè (che sembrava acqua colorata e non aveva l‘aroma che conosciamo noi!).

Nel primo pomeriggio abbiamo visitato due musei, molto vicini l’uno con l’altro: il Vasa Musee e il Nordiska Museum. Nel museo Vasa siamo rimasti incantati dal vascello, il Vasa appunto, che affondò nel 1600 nel porto di Stoccolma dopo essere salpato per il suo viaggio inaugurale e poi fu recuperato nel 1900, dopo circa 300 anni sul fondo del mare. È quasi interamente originale (al 95% è composto di parti originali), di dimensioni impressionanti! Avvicinandoci al vascello ci siamo sentiti piccoli piccoli e il pensiero è andato a tutto il lavoro che c’è dietro! La struttura non è essenziale ... tutt’altro! Infatti questa magnifica nave da guerra è tutta decorata con infinite sculture in legno intagliato. Intorno al vascello ci sono esposizioni che illustrano la storia del Vasa e dell’epoca in cui fu varato. Alle 15:30 per approfondire la storia del Vasa, ma soprattutto per riposare le nostre gambe stanche, abbiamo visto il film, non in lingua italiana (qui sembra che nessuno parli italiano), ma in svedese

  • 8009 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social