Pasticciotti a Stoccolma

Ciao, pochi minuti per decidere la meta; alcune ore per organizzare al meglio il viaggio, sintonia, affiatamento e tanta voglia di stare insieme; ecco gli ingredienti che al ritorno ci fanno dire di aver trascorso una settimana stupenda in Svezia. ...

  • di Pasticciotto
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Ciao, pochi minuti per decidere la meta; alcune ore per organizzare al meglio il viaggio, sintonia, affiatamento e tanta voglia di stare insieme; ecco gli ingredienti che al ritorno ci fanno dire di aver trascorso una settimana stupenda in Svezia.

In poche parole: paesaggio meraviglioso, popolazione cordiale, disponibile, ordinata ed accogliente, città ricca di musei, attrazioni, eventi che svariano da quelli musicali, artistici ed enogastronomici, tanto tanto verde e colori meravigliosi, costo della vita leggermente più alto di quello italiano ma rispetto alle inefficienze dei nostri servizi il rapporto qualità prezzo notevolmente superiore.

Nota a Pasticciotti: pasticciotto è un tipico dolce del salento a cui ci siamo affezionati molto, ed anche se la Puglia non rappresenta la nostra regione poichè siamo una splendida coppia bolognese, ci siamo fatti conquistare da questo piccolo ed intenso dolcetto.

Passiamo alle singole giornate; quando indico il prezzo in SEK dividetelo per 10 per comodità arrotondandolo per eccesso. Giovedì 14 agosto: Partenza dalla stazione di Bologna per Firenze, destinazione aeroporto L Da Vinci, low cost di circa 220 € con la Starling ed arrivo ad Arlanda (l’aeroporto più vicino e meglio collegato al centro di Stoccolma, con Bus che impiega 40 minuti a 99 SEK).

Un saluto alla gentilissima signora russa che oltre a raccontarci il suo viaggio nel mondo ci ha confermato che insieme siamo proprio belli chiedendoci di poterci fotografare.

Metropolitana stupenda, pulita e sicura (biglietto 30 SEK per un ora ma spesso ci hanno fatto passare gratuitamente).

Le prime tre notti abbiamo dormito in un vascello, ideale per godere appieno delle meraviglie della città: Den Roda Baten, situato di fronte alla città vecchia Gamla Stan a due passi dalla metropolitana. Camera piccolina ma ben curata, con vista mare e sul fronte opposto il municipio.

Fidatevi: alla sera aprire l’oblò e guardare la luna che si riflette sulle onde insieme alle luci della città è veramente spettacolare. 1200 SEK per due persona a notte con una buona colazione ma è sicuramente un’esperienza da fare.

Primo giorno passato a zonzo tra le viottole piene di bar e negozietti della città vecchia con visita ai principali monumenti della famiglia reale e visione del famoso cambio della guardia; esperienza indimenticabile non per l’evento ma per la nostra curiosità che ci ha portato a seguire il gendarme al termine del proprio turno fino all’interno del palazzo reale. Lo sconsigliamo vivamente: da una distanza di 400 metri un'altra guardia con un grido, direi selvaggio, ci ha puntato una sorta di baionetta invitandoci caldamente ad allontanarci. Eppure avevamo conosciuto la guardia pochi istanti prima; volendo fare una foto accanto a lui mi sono avvicinato ma non riuscivo a sentire la sua risposta alla mia richiesta di poter scattare una foto; sussurrava lentamente tipo film horror “the line, the line” cercando di attirare la mia attenzione su una linea nera disegnata malamente sul pavimento che segnava “l’area invalicabile”. Alla fine è sceso dalla postazione per farmi capire di svegliarmi un po’! Quindi attenzione alle guardie ed al cambio potete anche rinunciare...

Prima esperienza con i locali consigliati dalla guida non indimenticabile: sempre a Gamla Stan in una grotta, Cafè Art nel quale abbiamo capito come la mayonese avrebbe condizionato tutta la vacanza. La usano ovunque in quantità esagerate quindi se vi piace poco o avete timore di brufoli a go-go state attenti! Presi dalla nostra continua voglia di qualcosa di buono abbiamo provato il famoso Korv, tipico panino venduto in migliaia di chioschetti sparsi qua e la, con all’interno un wuster di vari tipi e spesso con aggiunta di purè di patate (quest’ ultime altro elemento utilizzato in tutte le salse ma sempre invitante). In agosto si svolge il festival della cultura quindi in molte piazze erano allestiti palchi con concerti e spettacoli. Nella piazza principale abbiamo visto un concerto di musica gospel africana che ci ha fatto ballare e cantare con loro mentre all’interno del Kungstradgarden c’era una manifestazione musicale dance tipo MTV Day per ragazzini; affascinante e ci ha fatto capire come tra i giovani non ci sia alcuna sorta di razzismo ma un ottimo livello di integrazione

  • 1860 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social