Stoccolma, tra Musei e Natura

In viaggio verso la Capitale della Svezia...Appuntamento il 28/12/07’ alle 8:30 con destinazione Stoccolma. La scelta della destinazione è nata dalla curiosità di vivere il capodanno in un'altra piazza del mondo, e di godere dell’atmosfera tipicamente natalizia delle città nordiche. ...

  • di cadillactrip
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Fino a 500 euro
 

In viaggio verso la Capitale della Svezia...Appuntamento il 28/12/07’ alle 8:30 con destinazione Stoccolma. La scelta della destinazione è nata dalla curiosità di vivere il capodanno in un'altra piazza del mondo, e di godere dell’atmosfera tipicamente natalizia delle città nordiche.

In realtà le aspettative sono state vanificate dalle totali differenze presentatesi ai nostri occhi. Atterriamo a Skansa alle 14:00, dopo il ritiro bagagli ci dirigiamo verso il bus che ci porterà in città, l’unica compagnia che offre tale servizio è la Flygbussarna, in 1h e 10min. Vi troverete nella stazione centrale della città di Stoccolma, il biglietto costa 27 euro andata e ritorno, conviene farli entrambi per risparmiare, troverete uno sportello all’interno dell’aeroporto dove pagare in contanti o con carte di credito altrimenti fuori si possono acquistare solo con le carte a degli sportelli automatizzati. Non avendo ancora pranzato ci fermiamo nella stazione centrale alla ricerca di in fast-food, e proprio qui decidiamo di cambiare i primi soldi, accettano anche l’euro ma il cambio non è dei più favorevoli. Per chi abituato all’utilizzo della carta ci sono svariate postazioni bancomat per la città, mentre per chi deve cambiare i soldi contanti gli unici sportelli per il cambio valuta aperti fino a degli orari ragionevoli sono nella stazione e vicino Serge Torg, all’uscita della metro Central-plane.

Per chi non vuole ritrovarsi con le corone in tasca è possibile pagare con la carta ovunque, anche per un semplice bicchiere di acqua. Successivamente ci dirigiamo verso la metro, compriamo un biglietto valido per una corsa singola al costo di € 3,00, consigliabile quindi di acquistare il prima possibile la Stockolm-card, che costa si € 57,00 ma vi permette di prendere tutti i mezzi, compreso un tram d’epoca, di visitare tutti i musei, e nel caso di stagioni favorevoli, di fare il giro in battello tra le isole, la validità è di 3 giorni dal momento della prima vidimazione, è acquistabile in quasi tutti gli hotel e nei punti informazione. Dopo aver posato i bagagli, siamo usciti alla scoperta della città. Riprendiamo la metro e scendiamo a Sergetorg per raggiungere a piedi Stureplan . Sergetorg è una piazza divisa su due livelli: uno pedonale e uno automobilistico, nella parte pedonale si trovano spesso mercatini di ogni genere. Al centro la fontana del Pinnen (il bastone o pennacchio), un obelisco alto 37,5 metri . Attraversiamo la piazza e ci dirigiamo verso KungStrad Garden, i giardini reali, qui possiamo ammirare la statua di Re Carlo XII e della Regina, oggi è un luogo di ritrovo grazie ai bar all’aperto durante il periodo estivo e una pista sul ghiaccio durante quello invernale.

Visto il tardo orario ci mettiamo alla ricerca di un posto dove cenare, impresa alquanto ardua perché gli svedesi durante l’inverno visto il tramontare del sole alle 3 del pomeriggio cenano al massimo alle 18, quindi non è facilissimo trovare un ristorante disponibile dopo le 20.

Cerchiamo un pub verso Stureplan, una delle piazze più affollate durante l’estate che comunque anche in inverno rimane una zona frequentata perché ricca di locali notturni, proprio in una traversa troviamo il Friday’s, che in realtà è un fast-food americano ma anche pub. La prima cena è stata di discreta qualità in considerazione del tipo di alimenti consumati da loro e dal prezzo piuttosto elevato del conto.

Il programma della mattina del nuovo giorno, prevede la visita della parte vecchia della città e di alcuni musei in quell’area. Prendiamo la metro dalla fermata di Odenplan, scendiamo alla stazione centrale, per visitare la chiesa di Klara Kyrka, da li proseguiamo verso Sergetorg e ci dirigiamo verso l’isola di Gamlastan

  • 2779 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social