E l’estate comincia a Stoccolma

E’ metà Aprile, il campionato di Promozione sta per finire e l’estate finalmente sta per iniziare…è ora di iniziare a pensare ad un bel weekend da qualche parte! Vado su internet con la speranza di riuscire a trovare un buon ...

  • di Primrose
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

E’ metà Aprile, il campionato di Promozione sta per finire e l’estate finalmente sta per iniziare...È ora di iniziare a pensare ad un bel weekend da qualche parte! Vado su internet con la speranza di riuscire a trovare un buon low cost per Londra (sono due anni che non torno e la voglia è enorme) ma subito mi salta all’occhio questa nuova opportunità che mi offre Ryanair: Treviso – Stoccolma a/r 40 Euro (incluse tasse e spese per il pagamento con Carta di Credito). Non ci sono dubbi, si andrà a Stccolma dall’8 al 11 Giugno.

Il campionato per il Giorgione finirà poi, con la gioia di essere passati in Eccellenza, il 2 Giugno: il weekend a Stoccolma sarà quindi per me e Marco il primo weekend d’estate! Nel mese e mezzo che precede la nostra partenza uso internet per trovare informazioni utili e per cercare un alloggio: la cosa si rivela sul subito più complicata del previsto. Per il weekend prescelto infatti sembra non esserci più alcun posto disponibile negli alberghi di Stoccolma. Com’è possibile? Lo scopriamo poco dopo: il 9 Giugno a Stoccolma c’è la Maratona, partecipanti previsti 17.500!!! Ups... Decidiamo quindi di affidarci al sito http://www.Bedbreakfast.A.Se/ per trovare un B&B. Ci rendiamo conto che li in Svezia funziona un po’ diversamente che qui da noi: a Stoccolma, se una famiglia ha una stanza libera decide di darla in affitto. Questo sito praticamente fa da tramite tra domanda e offerta. Noi scegliamo una stanza doppia in casa di una signora di nome Gunilla che dovrebbe vivere a soli 10 minuti dalla stazione centrale. Paghiamo circa 30 Euro a notte a testa compresi lenzuola, asciugamani e colazione. Non nascondo che un po’ di timore per questa formula c’era ma era del tutto infondato: la casa era molto pulita, la signora gentile, disponibile e per niente invadente.

Finalmente arriva l’8 giugno...Partiamo da Treviso con quasi un’ora e mezza di ritardo ma alla fine arriviamo all’aeroporto di Skavsta con solo 45 minuti di ritardo e troviamo subito l’autobus della Flygbussarna ad attenderci. Con 20 Euro a/r ci porterà in centro in meno di un’ora e mezza. La prima cosa che notiamo è che sono le 22.15 e ancora il sole deve tramontare; tramonterà verso le 22.45 e quando a mezzanotte arriviamo a Stoccolma ancora non è completamente buio: sembrano le 21/21.30 in estate qui da noi. Incredibile!! Questa luce ti mette una gran carica addosso e non ti viene mai la voglia di andare a casa... Una volta arrivati alla Stazione Centrale ci incamminiamo a piedi verso il nostro alloggio: in effetti lo troviamo in 10 minuti e per l’una siamo già a letto.

Il mattino dopo ci svegliamo e siamo da soli in casa: la nostra padrona di casa è partita presto per andare a nuotare e noi facciamo tranquillamente colazione e partiamo per visitare questa fantastica città costruita su isole. Facciamo subito la Stockholm Card: con circa 40/45 Euro facciamo quella valida 48 ore dal momento della timbratura e da li in poi non tireremo più fuori un soldo se non per mangiare e per l’acquisto di souvenir. L’entrata a tutte le maggiori attrazioni turistiche sono infatti comprese: fatti due conti a noi è convenuto! Decidiamo di utilizzarla subito per fare il Royal Canal Tour che ci porterà a fare il giro dell’isola di Djurgarden con il battello ma la barca è rotta e noi dobbiamo rimandare il giro alle 13.30! Non ci perdiamo di coraggio, attraversiamo un ponte e ci troviamo nell’isola di Gamla Stan, la città vecchia! Ci troviamo subito a tu per tu con il Palazzo Reale ma purtroppo non possiamo entrare a visitare gli Appartamenti di Stato e la Tesoreria Reale perché c’è una delegazione cinese in visita in quei giorni! Entriamo però nella Cattedrale che è subito li a due passi. Storkyrkan merita di sicuro una breve visita per ammirare la statua a grandezza naturale di San Giorgio a cavallo mentre affronta il mitico drago e il globo luminoso dove si può accendere una candela e pregare per l’umanità. Davvero suggestivo! All’uscita iniziamo ad addentrarci per le vie acciotolate piene di negozi e ristorantini fino a Stortorget, una piazza carinissima nella quale si affaccia il Nobelmuseet. Passiamo circa 45 minuti all’interno del museo che presenta molteplici attrattive. La cosa che più ci diverte è la cosiddetta “Funivia”: su una pista sospesa al soffitto scorrono drappi che rappresentano tutti i premi nobel

  • 1673 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social