Stoccolma, Svezia centrale e fiordi Norvegesi: due

Eravamo già stati alcuni anni fa in Norvegia, ed il bel ricordo di quella vacanza ci ha spinto a ritornare in Scandinavia, partendo questa volta da Stoccolma, per un itinerario circolare che è durato 15 giorni per complessivi 3.000 Km. ...

  • di La Redazione
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: 3500
 

Eravamo già stati alcuni anni fa in Norvegia, ed il bel ricordo di quella vacanza ci ha spinto a ritornare in Scandinavia, partendo questa volta da Stoccolma, per un itinerario circolare che è durato 15 giorni per complessivi 3.000 Km. Abbiamo scelto di effettuare un percorso “alternativo” , rimanendo sempre nella zona centrale della penisola scandinava, a differenza dei più classici itinerari verticali verso il grande nord, con destinazione Caponord o le isole Lofoten . Questa scelta ci ha consentito ugualmente di apprezzare paesaggi splendidi e di effettuare incontri interessantissimi , come ben sanno i tanti turisti , specie Olandesi e Tedeschi, che frequentano queste zone ( di italiani ne abbiamo incontrati,in tutto il viaggio, veramente pochi , solo un gruppetto a Trondheim ed il resto a Stoccolma ). Prima del racconto dettagliato, alcuni consigli pratici : Viaggio : per il viaggio (io, mia moglie e la bambina di 6 ½ anni ) siamo partiti da BG con un volo Ryanair, destinazione Nykoping, a 100 Km sud di Stoccolma. Anche l’autovettura è stata nolleggiata tramite Ryanair (Hertz).

Traffico : per noi italiani è dura, ma bisogna abituarsi in fretta : vanno rispettati i limiti di velocità . Ovunque in Svezia (ma ne stanno installando molti anche in Norvegia) sono presenti a bordo strada dei rilevatori, di aspetto simile ad un semaforo, per sanzionare le eccessive velocità . Anche io, che sono sempre assai prudente, non so se sono riuscito a passarla liscia... A parte questo, le strade sono ovunque scorrevoli e paesaggisticamente molto belle , il traffico è scarso e soprattutto, a differenza dell’Italia, i mezzi pesanti (Tir) sono quasi assenti .

Pernottamento : tutti sanno che la Scandinavia, soprattutto la Norvegia, non sono certo località a buon mercato . La sistemazione che va per la maggiore , e che vivamente consigliamo, è dormire nei bungalow presenti in tutti i campeggi ( chiamati “hytte” in Norvegia, “stuba” in Svezia ). La tipologia varia sensibilmente, sono in genere piuttosto spartani, hanno 2 o 4 letti, qualcuno anche l’acqua corrente o il bagno , ed il prezzo varia di conseguenza (indicativamente 35-50 Euro a notte); tutti però hanno una piastra elettrica che consente di cucinare. Non ci sono coperte nè lenzuola, occorre portarsi da casa il sacco a pelo . E’ importante cercare di arrivare presto nel campeggio, meglio non oltre le 18.30, altrimenti si rischia di trovare tutti gli hytte (o Stuba) occupati .

Noi avevamo con noi anche una tenda igloo, che abbiamo utilizzato solo in Svezia, ove abbiamo trovato un clima più caldo e molto meno instabile rispetto alla vicina Norvegia.

Pasti : per chi come noi non disponesse di budget illimitati, consigliamo di portarsi da casa l’occorrente per cucinare (pentola, padella etc.) . In valigia ci siamo portati anche un fornellino da campeggio , utile per preparare il pranzo in una delle splendide aree di sosta presenti ovunque (tempo permettendo); alla sera come detto si cucina nello hytte. Per queste due settimane la nostra alimentazione è stata in prevalenza a base di pasta e sughi Barilla (si trovano in tutti i supermarket) , o di salmone allevato in loco.

Ed ora, in breve, l’itinerario percorso: 30 giugno: partenza da Bg , con arrivo a Nykoping alle 23.00 . L’auto che ci hanno preparato è una Ford KA, ma per 10 Euro/giorno possiamo avere una Volvo ... Guardiamo i bagagli che abbiamo con noi, e optiamo senza indugi per questa seconda soluzione. Il pernottamento è all’Hotel IBIS, a pochi chilometri dall’aereoporto, che avevamo prenotato dall’Italia

  • 11455 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social