Safari mania

Si parte il 26 Dicembre per l’Africa che tanto ci è piaciuta questa estate a Mauritius. Ma stavolta cambiamo, niente mare ma safari in SudAfrica (che paura che non ci piacesse!)… ma il mal d’Africa esiste sul serio e il ...

  • di franky78
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Si parte il 26 Dicembre per l’Africa che tanto ci è piaciuta questa estate a Mauritius. Ma stavolta cambiamo, niente mare ma safari in SudAfrica (che paura che non ci piacesse!)... ma il mal d’Africa esiste sul serio e il mio ragazzo Marco ed io ne siamo stati contagiati... Partiamo da Roma con scalo a Francoforte, lì ci attende addirittura la neve, ci sembra quasi impossibile pensare che dopo una notte di volo saremo al caldo. Sbarchiamo a Johannesburg eccitatissimi, facciamo una corsa ai voli nazionali (seguiti dagli impiegati dell’aeroporto che vogliono aiutarci in tutti i modi ma noi con gentilezza e decisione evitiamo) per imbarcarci su un aereo di 20 posti che in un’ora circa ci farà raggiungere la destinazione: regione MPUMALANGA, meta KRUGER NATIONAL PARK.

Decidiamo di impiegare così le 7 notti che ci dividono dal viaggio di ritorno: 4 per l’esplorazione della natura selvaggia di questa famosa provincia ad est di Johannesburg e 3 notti di safari. La macchina che abbiamo affittato, di cui io non ho imparato il nome, ma Marco la considerava la più brutta al mondo, è risultata essere il nostro punto di forza e nonostante la guida a sinistra non abbiamo trovato troppe difficoltà grazie alle strade larghe e ben asfaltate.

Decidiamo di pernottare nella cittadina di Nelspruit, non bellissima ma sicuramente dotata di tutti i servizi, facciamo la spesa al supermercato (cosa che abbiamo scoperto piacerci molto, sia per la varietà di prodotti che da noi sono presenti solo l’estate, sia per l’ottimo vino sudafricano e soprattutto perché i prezzi sono molto più bassi che a Roma), passiamo al centro informazioni a raccogliere materiale e il resto della giornata lo dedichiamo a dormire per riprenderci dal lungo viaggio.

Il giorno dopo decidiamo di sfruttare subito le mille opportunità di fare sport che la regione offre, ci dirigiamo verso la cittadina di Hazyview e ci fermiamo in mezzo ad un bosco attirati dalla possibilità di affittare un quad, quelle moto a 4 ruote che promettono mille avventure. Premettendo che è stata un’esperienza incredibile e che per più di due ore si sono alternati panorami meravigliosi a praterie e foresta vergine, fiumi e laghetti, l’esperienza si è dimostrata più difficile e pericolosa del previsto vista la strada impervia a volte neanche tracciata, talvolta in mezzo all’erba alta 1 metro o pendenza dell’80% in salita e discesa. Stanchi e infangati dalla testa ai piedi rientriamo a “casa” promettendo di tornare il giorno dopo per una “passeggiata” di 2 ore di rafting.

Ma quando ci alziamo ci attende un cielo plumbeo e una pioggerellina fitta fitta stile inglese. Non ci scoraggiamo e prendiamo la macchina per andare in esplorazione del Famoso Blyde River Canyon che ci promette panorami mozzafiato e cascate rigogliose ma resterà, per noi, una cosa letta sulla nostra lonely planet perché le nuvole basse e la foschia non permettevano di vedere oltre i 3 metri di distanza. Ci dirigiamo allora verso il paesino di Pilgrim Rest, noto per essere stato un villaggio di cercatori d’oro di inizio secolo e pur essendo un po’ troppo turistico alla fine risulta pittoresco. Ci consoliamo con i rinomati pancakes del posto e un po’ di shopping da turisti.

Ma noi siamo dei viaggiatori mi ripeto io, anche se il giorno successivo il tempo addirittura peggiora e senza spostarci molto visitiamo il rettilario e il giardino botanico di Nelspruit. Ci facciamo una bella cenetta italiana nel nostro cucinino ma il nostro umore è un po’ giù..

  • 1852 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social