Sudafrica, che spettacolo

L'Africa, quella vera, quella con gli animali che ti attraversano la strada all'improvviso, la gente che fa l'autostop in autostrada, le donne col cesto in testa che camminano orgogliose… e i bambini ne sono rimasti entusiasti

  • di accipicchiolina
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Viaggio a sorpresa per il miei 40... ho scoperto dove si andava solamente al gate!

Appena arrivati in aeroporto a Johannesburg ci siamo subito diretti ai controlli: qui per le famiglie che viaggiano con bambini ci sono molti controlli. Loro vogliono vedere il certificato di nascita, ma nel caso degli italiani, basta mostrare la pagina del passaporto con il nome dei genitori. Non è detto che ciò li convinca subito, ma alla fine vi lasceranno passare. Per la macchina abbiamo utilizzato Bidvest in quanto richiede la patente in inglese e non necessariamente la patente internazionale. Come al solito per la traduzione ci siamo rivolti a translated, 36€ e la traduzione è valida fino a scadenza (nel nostro caso il 2026). Il ritiro è stato veloce e la macchina era in buone condizioni. Da segnalare che dopo i 5 anni non è obbligatorio avere il seggiolino o la seduta per i bimbi.

24 giugno

Atterrati alle 8.30 del mattino, alle 10 eravamo già in autostrada destinazione Sabie: arrivo alle 13.30 per un pranzo veloce da Woodsman. Terrazza carina, parco giochi per bimbi e prezzo super: per 2 hamburger bimbi e 2 pasti da adulto 300R ovvero 20€. Se potete, scegliete il tavolo della terrazza accanto al parco giochi ( in fondo alla terrazza a sx). Il pomeriggio siamo stati a pilgrim's rest e poi a groskop. Cena alla The glass house, abbastanza costoso per gli standard (600R), ma steak rib-eye grandissime e buonissime.

25 giugno

La mattina seguente sveglia presto e alle 9 siamo già sulla panorama route. Ogni viewpoint si paga a sé, i bimbi sopra i 6 e meno di 12 hanno uno sconto. Prima sosta a the pinnacle (15R), ma dopo aver visto il Canyon de Chelli in America non mi ha impressionato. Considerate 10 minuti. Segue the God's window e la rain forest, anche questa abbastanza deludente. Considerate 45 minuti incluso giro al mercatino. Sosta poi a Wonderview (da evitare). Sul depresso andante andiamo allora alle Lisbon falls, molto carine. Siamo stati una 20 di minuti. Uno dei punti forti del tour è sicuramente Bourke's Luck (55R), considerate almeno un'ora perché i bambini non vorranno più andare via e salteranno da una roccia all'altra. Se avessimo avuto un asciugamano gli avrei fatto bagnare anche i piedi; di più no perché l'acqua è gelida. Evitate di mangiare qui, noi lo abbiamo fatto e praticamente si salvava solo l'insalata di tonno. Concludiamo con Rondawels ed anche questa tappa merita. Ci rimettiamo in moto, ci aspettano 2 ore per arrivare a Phalaworna, il nostro punto di ingresso al Kruger per domani. Dormiamo al hans-merinski, ottimo.

26 giugno

Oggi è il mio compleanno! Da phalaworna arriviamo a dormire a Skukuza fermandoci per il pranzo a Satara, per il primo tratto abbiamo impiegato 5 ore, per il secondo 3. Abbiamo visto tantissimi animali, tra cui un leone ed un leopardo che sbranavano una carcassa. Poi elefanti, zebre, impala, ippopotami, bufali, bluewest. A Skukuza abbiamo fatto anche il sunrise safari (900R) per tutta la famiglia, ma tornando indietro non ripeterei l'esperienza: meglio essere pronti al cancello alle 6 ed uscire con la propria macchina. Tanto freddo per niente. Ristorante buono (630R per 2 filetti, 2 hamburger, 2 gelati ed un tortino al cioccolato fondente notevole). Per colazione invece ci hanno rifilato l'opzione buffet che praticamente costa il doppio rispetto alla colazione normale mangiando le stesse cose (350 R). Accanto c'è un parco giochi per bimbi

  • 5287 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social