Sudafrica tra natura e balene

Informazioni utili per il whale watching

  • di anna.scapin
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Il Sudafrica è considerato uno dei posti migliori del mondo per avvistamenti da terra delle balene. Al largo della costa tra giugno/luglio e novembre, si possono osservare regolarmente balene franche australi e megattere, e di tanto in tanto si avvistano anche le balenottera di Bryde e le orche. Per chi si accontentasse di avvistarle da terra, la costa meridionale e quella orientale sono costellate di punti di osservazione delle balene, da False Bay all’iSimangaliso Wetland Park. Hermanus, dove vanno a partorire le balene franche australi, è di fatto la capitale dell’osservazione di questi mammiferi. Nel villaggio si svolge anche l’Hermanus Whale Festival (www.whalefestival.co.za) e potrete visitare anche il Whale House Museum e il Photographic Museum. Noi invece abbiamo soggiornato a Knysna, la città più importante che si trova nella Garden Route. La laguna di Knysna si apre tra due scogliere di arenaria conosciute con il nome di Heads che in passato vennero definite dalla marina britannica l’imboccatura portuale più pericolosa al mondo. Ci sono diversi percorsi a piedi ma il modo migliore per apprezzare fino in fondo la bellezza di questa laguna è girarla in barca: e noi potevamo farcelo scappare?

Arrivati al paese prenotiamo quindi la nostra escursione (prezzo da R850). Dopo la premurosa richiesta di non aver problemi di schiena ed equipaggiati di tutte le dotazioni di sicurezza necessarie, saliamo su una piccola imbarcazione. Una volta attraversata la scogliera con buona abilità del marinaio, ci dirigiamo alla ricerca dei delfini. L’accompagnatore ci spiega che i delfini locali hanno un carattere schivo e rispetto ai “nostri” non si avvicinano alle barche. Non ci resta quindi che ammirare questi simpatici animali con rispettosa distanza nascosti un po’ dalle alte onde. L’incontro più affascinante ed il motivo della nostra uscita, è quello con le balene. Abbiamo la fortuna di avvistare una balena con il balenottero che tra le altre cose, ci viene a salutare passando sotto la barca. L’esperienza di vedere da vicino questi enormi mammiferi è davvero fantastica e fa dimenticare di essere accerchiati da gente con un secchio in mano “a cause alle onde oceaniche”.

Se non soffrite di mal di mare e di problemi alla schiena è sicuramente un’esperienza da non lasciarsi scappare. Avvistare le balene da terra non è sicuramente la stessa emozione.

Il giorno dopo partiamo per l’aeroporto di George e rientro in Italia, lasciando nel cuore un viaggio di 15 giorni iniziato al Kruger e terminato nel sud, portando nel cuore una terra bellissima e ricca di una natura fantastica e così variegata da lasciare il desiderio vivo di tornarci presto.

DOVE: Knysna, Hermanus

QUANDO: tra giugno/luglio e novembre

COSTO: zero se si avvistano da terra, prezzo da prezzo da R850 se desiderate provare l’uscita in barca

  • 324 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social