Sudafrica e Mozambico fai da te

Viaggio tra emozionanti safari nel Kruger National Park e bianchissime spiagge incontaminate

  • di Hopeless Wanderers
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

13 giorni di viaggio organizzato da noi, tra emozionanti safari nel Kruger National Park in Sudafrica e le spiagge bianchissime del Mozambico, dal 6 al 19 agosto 2016. Spesa totale: 2200 euro a persona.

VOLI

Per l’andata abbiamo prenotato un volo Roma-Addis Abeba-Johannesburg con Ethiopian Airline (ottima compagnia, assolutamente consigliata). Al ritorno Johannesburg-Abu Dhabi-Roma con Ethiad, la compagnia migliore con cui abbiamo volato finora. Abbiamo acquistato questi voli con largo anticipo, a novembre 2015, spendendo 704 euro a persona. Successivamente abbiamo comprato un volo Maputo-Inhambane a 112 euro p.p. con LAM, la compagnia aerea del Mozambico. Avevamo letto su internet che è a dir poco disastrosa, invece nel nostro caso non c’è stato alcun problema. Infine il volo Vilankulos-Johannesburg a 157 euro p.p. con South African Airways con la quale ci siamo trovati benissimo.

AUTONOLEGGIO

Abbiamo prenotato dall’Italia una Ford Fiesta con la compagnia First al costo di 151 euro per 4 giorni. Ci hanno successivamente addebitato 112 euro per ulteriori spese (riconsegna in una località diversa e spese autostradali).

CARTE DI CREDITO

In Sudafrica tutte le strutture, ristoranti o altro sono dotate di POS ma hanno dei seri problemi con le carte contactless di nuova generazione. Appena inserite nel POS riavviano il dispositivo e risulta impossibile pagare. Se avete solo carte di questo genere, dovrete per forza prelevare dei contanti (negli sportelli non avrete alcun problema).

VISTI

Per il Sudafrica non è necessario il visto, mentre per il Mozambico si. Il sito dell’ambasciata del Mozambico in Italia riporta tutte le informazioni necessarie per la richiesta del visto, che ha un costo di 45€. Attenzione, ci siamo inizialmente rivolti ad un’agenzia di viaggio che ci chiedeva ben 160€ a persona, quindi non lasciatevi abbindolare, seguite tutte le istruzioni del sito dell’ambasciata e fatelo da soli (non sono il massimo della velocità e potreste dimenticarvi qualche documento, quindi inviategli tutto il necessario circa un mese e mezzo prima della partenza).

ATTRAVERSAMENTO FRONTIERA MOZAMBICO

Per andare dal Sudafrica al Mozambico abbiamo prenotato il Bus Greyhound al prezzo di 25 euro p.p. E’ un pullman di lusso che parte da Nelspruit e arriva a Maputo. Il viaggio è confortevole ma l’esperienza alla frontiera non è stata delle migliori. Personalmente sconsigliamo questa esperienza, piuttosto prendete un volo anche se costoso.

PERNOTTAMENTI

Prenotati tutti tramite booking.com fatta eccezione per il Pezulu Tree Lodge che è possibile prenotare tramite il loro sito internet. Vale la solita regola del “prima si prenota e più si risparmia”, infatti abbiamo prenotato una struttura in Mozambico addirittura prima che aggiornassero i prezzi al 2016, risparmiando un sacco di soldi.

Per quanto riguarda pulizia e rapporto qualità prezzo, nessun problema per il Sudafrica, dove troverete strutture sempre pulite e con ottimi servizi. Il discorso cambia per il Mozambico, dove dovrete armarvi di molta pazienza con il personale delle strutture e soprattutto di spirito d’adattamento: la pulizia e l’igiene non sono il loro forte e vi potrebbe capitare di dover dividere la stanza con zanzare e ragni nel migliore dei casi e con blatte nella peggiore (a noi è successo).

COSA PORTARE IN VALIGIA

In agosto la temperatura di giorno si aggira intorno ai 26 gradi in Sudafrica e 28 gradi in Mozambico, quindi portate abiti leggeri. Le serate sono invece molto fresche e avrete bisogno di una giacca a vento. Portate il repellente per le zanzare, nonostante sia la stagione secca ce ne sono davvero una marea (non oso immaginare durante la loro estate). Noi abbiamo acquistato in farmacia il repellente Jungle, in assoluto il più forte presente sul mercato, ma in alcuni casi non è bastato e siamo stati a dir poco massacrati durante la notte (nonostante le zanzariere sempre presenti intorno ai letti).

MALARIA

In molti sono terrorizzati dal problema della malaria, ma se andate nei mesi estivi (italiani) non correte alcun rischio. Pensate che le zanzare che trasmettono la malaria sono solo zanzare femmine e con le uova all’interno, devono aver succhiato sangue dalla carcassa di un animale morto mezz’ora prima di pizzicare una persona. Capite dunque che anche nella stagione di maggior diffusione è comunque molto difficile prendere la malaria. Ma se l’idea proprio vi terrorizza non è necessario fare il vaccino: esiste un farmaco chiama MalarOne che può essere assunto alcuni giorni prima di partire e preverrà ogni tipo di contagio. Personalmente non abbiamo preso il MalarOne e siamo stati punti da tantissime zanzare senza conseguenze.

CONSIGLI PER IL SAFARI

Clima: agosto e la nostra estate in generale sono il periodo migliore per il safari (come ci hanno confermato anche i ranger del Kruger) perché in Sudafrica è inverno: gli avvistamenti sono resi più facili dalla vegetazione spoglia e grazie alla siccità gli animali tendono a radunarsi intorno alle pozze d’acqua. Non avrete bisogno di un 4x4 o una jeep rialzata per vedere meglio tra la vegetazione, una normalissima macchina andrà più che bene. Lungo la strada principale troverete molte deviazioni che portano a delle pozze d’acqua ma non sprecate il vostro tempo: in questo periodo sono tutte secche e l’unica fonte di acqua è il grande fiume Olifants.

Abbigliamento: durante i safari organizzati in jeep dovrete vestitevi a cipolla, poiché la mattina presto e la sera tardi/notte la temperatura scende fino a 10 gradi

  • 8071 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social