Enjoy South Africa

Ritorno in Sud Africa

  • di pici-picci
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

In principio doveva essere l’ India: abbiamo cominciato a preparare il nostro viaggio estivo già a marzo prendendo contatti con tour-operator indiani, leggendo i vostri racconti e diari di viaggio e con l’ aiuto della LP.

Ma in fase di prenotazione del volo un banner mi dice che la Qatar Airways ci fa andare a Cape Ttown con un prezzo così basso per agosto che non abbiamo resistito e allora eccoci di nuovo in Sud Africa.

Partiamo da Milano per Doha con scalo notturno di 12 ore, ebbene si il volo costa poco ma questa compagnia fa degli stop-over assurdi. Noi però non demordiamo e ci siamo organizzati con i sacchi a pelo pronti a passare la notte sul pavimento! Un paio di piacevoli sorprese ci attendono: la prima è il personale di terra della Qatar che ci intercetta e ci offre, visto il lungo stop, un voucher per la cena e la seconda è la possibilità di sostare in una così detta Quiet-room: una stanza con delle chaisse-lounge, le luci abbassate e chiuse con delle porte a vetri così che con i nostri sacchi a pelo abbiamo potuto dormire beati comodi e al buio: 10 e lode!

Ripartiamo la mattina seguente.

Il volo procede meravigliosamente e dopo 11 ore ecco finalmente il profilo della Table mountain che si delinea fuori dal finestrino, i nostri cuori impazziscono ed ecco apparire sui nostri visi il sorriso di plastica che ci accompagnerà per tutta la vacanza!

Cape Town: sono tre anni che guardiamo tutti i giorni con nostalgia la webcam della Table mountain e finalmente potremo vederla di nuovo dal vero.

Abbiamo prenotato tramite Booking.com una camera per le prime 4 notti all’hotel Fountains indirizzo: 1, st. george mall. City Bowl.

La scelta si rivelerà geniale dal momento che l’hotel è centralissimo e a piedi raggiungiamo tutti i posti che ci interessano e in più la colazione è abbondante e ottima! Straconsigliato!

Arriviamo e dopo una doccia prendiamo la nostra mega-auto (Golf chico city 1400cc colore argento! Non si scherza qui!) e ci dirigiamo a Waterfront per finalmente gustarci una cenetta da Ocean basket, finalmente riesco a rimangiare il mio amato Malva pudding: squisito!

Al rientro ci ferma la polizia ma niente di che. Anche se sembrava un posto di blocco da film americano.

Per tutto il tempo che siamo rimasti a Città del Capo abbiamo visto un discreto dispiegamento di polizia e guardie di sicurezza in ogni angolo, cosa che nel 2007 non era. Crediamo sia una conseguenza all’evento Fifa 2010.

La cosa è gradevole e non ti da un senso di pericolo, anzi, anche perché quando chiedi informazioni anche solo per il bagno spesso ti accompagnano con la gentilezza che contraddistingue il popolo sudafricano.

Il mattino seguente abbiamo la bellissima sorpresa di avere la finestra che da proprio verso la Table mountain ed è la prima cosa che vediamo aprendo gli occhi.

Colazione e via si parte: oggi abbiamo in programma visitare la città.

La strada pedonale dietro all’ albergo è molto carina e porta verso la zona che volevamo vedere. Mentre passeggiamo vediamo il bus

Citysightseeing turistico e ci balena l’idea di farci un giro per renderci un po’ conto delle cose da fare. Scegliamo il percorso azzurro perché fa una zona che non avevamo mai visto, ma il percorso rosso porta addirittura alla Table così si può scendere e salire sulla Table senza usare l’auto! Geniale! Il costo è di 120 rand cad. ma il percorso dura almeno 2 ore e secondo noi è valido per farsi un’ idea di massima visto che l’audio guida è anche in italiano e racconta aneddoti e storie interessanti poi le fermate facoltative sono molto carine.

Noi ne approfittiamo per visitare la township Imizano Yethu al costo di 50rand cad

  • 10768 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social