Siyabonga Sudafrica!

Utili informazioni per il classico tour da Cape Town al Kruger Park

  • di tetoida_
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 
Annunci Google

Come ogni anno ho cominciato a smanettare sul pc alla ricerca dei migliori voli già in pieno inverno e l'idea di andare in Sudafrica è nata anche dai mondiali di calcio che sicuramente ci avrebbero lasciato un Paese con infrastrutture nuove e grande capacità ricettiva. Intorno a marzo abbiamo bloccato il volo di Afriquiah Airlines da Milano per Johannesburg, con scalo a Tripoli per 430€. Il prezzo era molto allettante anche se la compagnia era a me sconosciuta, purtroppo da li a poco sarebbe diventata tristemente famosa per l'incidente in atterraggio a Tripoli, caspita era proprio l'aereo che avremmo preso noi... Incrociando le dita, ovviamente decidiamo di andare avanti e blocchiamo anche i voli interni da Johannesburg a Cape Town e da Cape town a Durban, la compagnia in questo caso è stata Kulula, ottima low cost sudafricana legata a British con la spesa totale di circa 100 €. Il nostro viaggio è durato 17 giorni, dal 9 al 25 Agosto 2010. Abbiamo seguito la struttura classica del tour in Sudafrica, lasciando perdere la visita alla Garden Route perchè fuori stagione e aggiungendo un paio di giorni al Kruger, scelta azzeccatissima !!

ALCUNE INFORMAZIONI PRATICHE:

VALUTA La valuta è il Rand, il nostro cambio era 1€ = 9,5 R circa. Noi per il contante abbiamo utilizzato gli ATM (Bancomat), sono praticamente ovunque e con 2€ di commissione vi garantiscono la valuta di cui avete bisogno. Il limite di prelevamento è 1200R, quindi vi dovrete fermare spesso per fare il pieno. Le carte di credito sono accettate ovunque ma benzina, prodotti alimentari e souvenirs sono da pagare in contanti.

TIPS Come negli States la mancia nei locali la decidete voi, al momento del pagamento la aggiungete a penna sul conto, 10-15% sarà una mancia corretta.

ENERGIA ELETTRICA Lasciate perdere tutti gli adattatori che avete, quello sudafricano è unico, dovete acquistarlo al vostro arrivo, con pochi euro risolverete il problema. Il voltaggio è come il nostro 220V.

AUTONOLEGGIO Come sempre ci siamo affidati ad Enoleggio per strappare la tariffa migliore e per avere il contratto scritto in italiano. A Cape Town abbiamo girato con un'auto della First, mentre a Durban ci siamo affidati a Europcar. Auto nuove e abbastanza accessoriate, ricordatevi che in Sudafrica la guida è a destra!! Mi sento solo di raccomandare per la zona dei parchi un'auto con l'aria condizionata, anche d'inverno per meglio difendersi dal caldo e dalla polvere. La benzina costa dai 7 agli 8 Rand. La patente internazionale non serve, non ce l'hanno mai richiesta né l'autonoleggio né tanto meno la polizia che ci ha fermato lungo il viaggio.

SICUREZZA Il Sudafrica è un Paese sicuro, noi non abbiamo mai avuto problemi. Uniche accortezze, evitare di viaggiare di notte e con oggetti di valore in vista. Negli hotels che abbiamo utilizzato nessuno ci ha mai toccato nulla.

CLIMA E' inverno, di notte fa freddo e in nessun hotel abbiamo trovato il riscaldamento. In compenso tutti hanno l'aria condizionata, quindi se il condizionatore è recente sarà dotato di pompa di calore e risolverete il problema. L'escursione termica è notevole, a Cape Town potete passare dai 5-6° della notte ai 20-25° del giorno mentre nel Kruger le temperature possono tranquillamente raggiungere nel pomeriggio i 30°. L'abbigliamento dovrà quindi necessariamente essere a cipolla e per tutto il giorno metterete e toglierete maglioncini e felpe..

Annunci Google
  • 16692 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social