Altro emisfero, stesso fuso

Mattina del 1 agosto; la sera prima , salutando i miei compagni di viaggio , ci eravamo detti : "Ci vediamo a Johannesburg" e la frase aveva un "suono" veramente strano ,trattandosi di persone che frequento quasi tutti i giorni. ...

  • di elfo scuro
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Mattina del 1 agosto; la sera prima , salutando i miei compagni di viaggio , ci eravamo detti : "Ci vediamo a Johannesburg" e la frase aveva un "suono" veramente strano ,trattandosi di persone che frequento quasi tutti i giorni. La nostra separazione era motivata dal fatto che mi ero dovuto recare a Roma per motivi personali , con conseguente cambio di biglietto aereo , mentre loro sarebbero partiti da Milano , via Zurigo , come da programma. Io ho preso da FCO il volo per Londra e poi coincidenza per Johannesburg in serata.

Farmi il viaggio da solo non mi ha entusiasmato , temevo di annoiarmi , fortunatamente in aereo sono riuscito a dormire , quindi sono sbarcato a Jo riposato ed entusiasta per l'avventura che ci attendeva ; dopo un interminabile controllo passaporti mi sono riunito con i miei amici , sbarcati ormai da un paio d'ore e via , alla scoperta del Paese Arcobaleno...

Emozioni : lo spettacolo della natura , il falco con il serpente in bocca , l'inferno di Soweto , lo scoprire che l'animale che fa più vittime ogni anno in Sudafrica è il leone?Acqua , il leopardo?Non ci siamo, il black mamba?NO , è l'IPPOPOTAMO che gli incauti ritengono a torto mansueto e invece se ti avvicini ti attacca , l'incredibile stellata del Kruger , la severa dignità degli ex detenuti di Robben Island , il Monte Tavola avvolto dalla nube (che chiamano "la Tovaglia") , la luce fanatica negli occhi della donna che ci ha fatto visitare la Moschea di Durban , il sapore delle carni degli animali esotici , le scogliere di Tsitsikamma , l'Oceano Indiano e l'Atlantico , lo Swaziland che è piaciuto solo a me , il modo in cui ci siamo arrivati (nello Swaziland) e il punto di frontiera di Bulembu , il cuoco Gomez a Komatipoort , il fatto che la festa delle donne in tutto il mondo si celebra l'8 marzo , in Sudafrica il 9 agosto (!?) e sempre in tema di feste il governo ha confermato tutte le festività dell'epoca dell'Aparthaid , solo cambiandogli nome , la voragine della miniera di Cullinan , il lusso sfrenato di Sun City , la distribuzione gratuita di preservativi nelle strade (in ZA 1 persona su 9 è sieropositiva) , St Lucia (questa è piaciuta a tutti) , il tamponamento di Azzurra con le Dune Buggy e conseguente rottura del radiatore , il babbuino ospite sulla nostra macchina , le mance che davamo a chiunque , MG fermata dalla pioggia londinese o dal Destino , le prime 8 ore in cui ci sentivamo alieni , la civilissima usanza , sulle strade , di spostarsi sulla corsia d'emergenza per far passare un veicolo più veloce (si ringrazia azionando il blinker) il fatto che nel giorno di festa nazionale , con tutti i locali aperti e pieni zeppi , l'unico posto chiuso fosse il ristorante italiano , le "fettuccine Alfredo" , famose in tutto il modo come la quintessenza della cucina italiana (e sconosciute in Italia) , il Lodge su palafitta interamente di legno dove abbiamo dormito , la giraffa di legno decapitata in un deprecabile incidente Itinerario : Jo , Sun City , Pilanesberg , Nelspruit, Kruger , Komatipoort , sconfinamento in Swaziland con pernottamento nella capitale Mbambane (valichi utilizzati : Bulembu in ingresso , spettacolare passo con 60 km di sterrato , quello verso il KwaZulu-Natal in uscita) , costa Oceano Indiano (Sodwana Bay , St Lucia , Mtuzini) fino a Durban , volo interno verso il Capo con la mitica compagnia no-frills kulula , dintorni del Capo , regione dei vini con conseguente acquisto di alcune casse (sono arrivate oggi in Italia9 , Hermanus a vedere le balene , Garden Route fino a Port Elizabeth , secondo volo interno verso Jo'Burg , giornata di visita (guidata) a Soweto e rientro a Zurigo , poi comodo e soporifero intercity verso Milano (almeno il ritorno l'ho fatto in compagnia) Un grazie alle due macchine che abbiamo noleggiato (Toyota Condor tra Jo e Durbs , Mercedes Vito tra CTown e PE) e ai miei compagni di viaggio Fabrizio , Azzurra e Paolo e anche a Maria Grazia , respinta due volte dal maltempo londinese (si è cmq fatta due notti a Londra a spese delle compagnie aeree , ma questa è un'altra storia) e dunque impossibilitata a raggiungerci Se consiglio un viaggio in Sudafrica ? Senza dubbio , i costi , eccetto il volo , sono bassi soprattutto nel loro inverno (bassa stagione) e da vedere c'è moltissimo Ultima cosa : se non siete vegetariani , assaggiate la carne di Kudu , è buonissima Ciao a tutti Stefano

  • 563 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social