Tour Sud Africa

SUDAFRICA durata viaggio 16 giorni persone 3 costo totale 6100 euro Quest’anno festeggiamo le nozze d’argento e abbiamo deciso di regalarci un bellissimo viaggio “tuttonatura” in Sudafrica, pensato e organizzato su misura per accontentare le esigenze di tutta la famiglia. ...

  • di Marina1960
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: 3500
 

SUDAFRICA durata viaggio 16 giorni persone 3 costo totale 6100 euro Quest’anno festeggiamo le nozze d’argento e abbiamo deciso di regalarci un bellissimo viaggio “tuttonatura” in Sudafrica, pensato e organizzato su misura per accontentare le esigenze di tutta la famiglia. Il 14/06 partiamo da Milano Malpensa con volo Iberia (scalo a Madrid) per Johannesburg (volo prenotato on-line in ottobre con la tariffa più bassa del momento, cioè € 720,00 a testa).

L’aereo è strapieno e il viaggio non è comodissimo ; Arriviamo puntuali a mezzogiorno e trascorriamo qualche ora in aeroporto, in attesa del volo per Palaborwa : l’ aereo è molto piccolo, a elica, e lascia molto perplessa mia figlia che non era mai salita su un aereo così (prenotato su Expedia , costo per 3 persone € 370 ) Arrivati nel microscopico aeroporto nelle vicinanze del parco Kruger troviamo ad aspettarci, come previsto , Daniela che ci accompagna al Lodge Kaiatani.

Daniela e Alberto sono una coppia italiana che qualche anno fa , innamorati dell’Africa e della natura, hanno deciso di trasferirsi in Sudafrica con il loro figlio adolescente e ora gestiscono questa graziosa guest-house: solo sei camere ben curate e arredate in tema africano , una piccola piscina e una bella veranda per la colazione e le cene, il tutto immerso nel verde di numerose piante di specie diverse. Alberto accompagna i turisti all’interno del parco con la sua jeep , facendo scoprire le meraviglie della natura e degli animali che si incontrano. Daniela si occupa dell’ organizzazione del lodge ma non disdegna di unirsi ai turisti per le varie escursioni.

Abbiamo avuto il loro indirizzo da un amico di Genova e poi li abbiamo contattati telefonicamente (con Skype) diverse volte, ricevendo molte notizie e consigli da Alberto, che ci ha aiutato a pianificare al meglio il viaggio in generale ma soprattutto i nostri tre giorni di permanenza al Kruger.

Infatti la mattina del 16 giugno la sveglia è suonata alle 4 e siamo partiti con la jeep di Alberto: entriamo al parco alle 6 (all’apertura) e per tutto il giorno giriamo all’interno della riserva Satara, dove avvistiamo una quantità notevole di animali di tutte le specie. Nel tardo pomeriggio usciamo dal gate di Phalaborwa stanchi ma molto soddisfatti . L’emozione di vedere da vicino e nel loro ambiente naturale questi animali, grossi o piccoli che siano, è impagabile e dire che quando un gruppo di una decina di leoni ci ha attraversato la strada (circondando l’auto) siamo rimasti senza parole non è un’esagerazione.

Ritorniamo al lodge per cena e poi andiamo a dormire .

La mattina seguente partiamo per Moholoholo , centro di raccolta e cura degli animali feriti o orfani, che vengono cresciuti in questa riserva in quanto non sarebbero più in grado di vivere in libertà nel parco. Abbiamo visto numerosi avvoltoi, leoni e leonesse, leopardi e ghepardi. Abbiamo provato l’emozione di avere un avvoltoio appoggiato sul braccio mentre mangia un pezzo di carne dalla nostra mano, ovviamente protetta da un robusto guanto . Pranziamo e poi raggiungiamo la riserva di Tshukudu, dove dopo avere gustato un’ottima merenda con te e torta offerta dalla padrona di casa ed avere accarezzato un leopardo che vive all’interno del lodge partiamo a bordo di una grossa jeep aperta e guidata da un ranger locale. Sta per tramontare il sole e con l’imbrunire gli animali si avvicinano alle pozze d’acqua per bere: vediamo numerosi bisonti, giraffe e leonesse, e quando è già buio anche gli elefanti, che riusciamo a vedere grazie alla luce delle torce. Al nostro rientro ci aspetta un’ottima cena intorno al fuoco, molto suggestiva . Il 18/06 la sveglia è alle 5 e un’altra jeep con 2 ranger ci viene a prendere puntuale per accompagnarci in una escursione a piedi nel parco all’alba . Arrivati nel punto di partenza, dove lasceremo l’auto , i ranger preparano i fucili , che serviranno ovviamente in caso di attacco di animali, e ci spiegano come bisogna muoversi e comportarsi nel parco (sia in condizioni normali che in caso di attacco). Avvistiamo un grande elefante , numerosi uccelli e impala . I rangers ci danno tante spiegazioni e ci mostrano un’infinità di impronte; verso le 9 facciamo sosta per la colazione (portata da loro nello zaino) nel letto di un fiume in secca e poi torniamo al nostro lodge

  • 4892 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social