Benvenuti a Stoccolma

Splendida capitale del Nord in simbiosi con il suo mare

  • di battirena
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

STOCCOLMA (22-25/9/2018)

Eccoci a Stoccolma: la regina delle città del grande Nord. Efficiente, organizzata e un po’… freddina (specialmente per il clima!). La città è costruita su 14 isole e molti ponti. La paragonano a Venezia, ma l’accostamento è improprio. Certo l’accomuna il mare, ma anche questo è diverso: qua è un bel mare, magari pulito, ma quello di Venezia è un’altra cosa! Ma lasciamo perdere! La città è bella, con molto verde e con i grandi palazzi ocra che si specchiano sull’acqua. Il centro storico, Gamla Stan quasi tutto pedonale è veramente affascinante, con le stradette acciottolate e con case e palazzi che ci riportano al periodo di maggior splendore della città e cioè i XVII secolo e dintorni.

Arriviamo al piccolo aeroporto di Skavsta che dista circa 90 minuti di bus da Stoccolma. Il viaggio è piacevole: l’ondulata pianura boscosa, non proprio di tipo mediterraneo è punteggiata dai classici casolari rossi con le finestre bianche. Il bus ci scarica nella grande stazione dei bus, collegata alla grande stazione dei treni, collegata alla grande stazione della metro (T). Appena orientati e con un po’ d’aiuto riusciamo a acquistare due abbonamenti per tutti i mezzi pubblici e in poco tempo raggiungiamo il nostro albergo al centro di Gamla Stan sull’isola di Stadsholmen. Cena in un locale vicino e prezzi naturalmente esagerati (per questo ci si avvicina a Venezia!). Il conto se non dividete subito per 10 vi può causare un infarto. A proposito di pagamenti : non abbiamo comprato corone, ma abbiamo sempre usato la carta di credito, per tutto!

La domenica anche gli stoccolmesi (mah?) dormono un po’ di più e allora è il momento migliore per visitare la città. Infatti passeggiamo con grande tranquillità per le caratteristiche stradette di Gamla piene di negozietti e ristoranti, compresa quella strettissima di Marten, e visitiamo l’antica Storkyrkan (cattedrale) di diverse epoche con il grande gruppo ligneo di S. Giorgio e il drago. L’isola è dominata dal grande Palazzo Reale costruito al principio del XVIII secolo sui resti del castello andato a fuoco. Il grandioso palazzo con 600 stanze merita naturalmente la visita e se avete tempo potete assistere al solito cambio della guardia con sfilata e musica (informatevi sull’orario). Il re e famiglia abitano fuori città, a Drottningholm (ne riparleremo). Davanti al palazzo sull’isolotto di Helgeandsholmen si trova il monumentale edificio del Parlamento e della Banca centrale con giardino. Su un secondo isolotto (Riddarholm) si trova la gotica Riddarholmskyrkan (provate a contare le consonanti !) cioè la chiesa dove sono sepolti quasi tutti i regnanti svedesi e dove si celebrano solo funerali. Un po’ macabra, ma interessante! Lo Stortorget (mercato all’ingrosso) è la piazza più esclusiva di Gamla circondata dalle caratteristiche e colorate case dei mercanti. Nella Casa della Borsa, su un lato si trova il Nobelmuseum dove si riunisce l’Accademia Svedese per la nomina dei Nobel. Dalle banchine di queste isolette si gode un bel panorama sul resto della città e in particolare sul Stadshset (municipio) in mattoni rossi, con la sua alta torre, che è il simbolo della città. All’interno del municipio si trova la bella Sala d’Oro nella quale si tiene il ballo finale dopo la consegna dei premi Nobel che avviene nella vicina Sala Blu il 10 dicembre. A proposito di Nobel: i più “datati” ricorderanno il film “Intrigo a Stoccolma” che si svolge proprio durante il periodo della cerimonia di assegnazione. Paul Newman, l’indimenticabile protagonista, per sfuggire a un assassino sale sulla passerella panoramica di Katarihissen per poi cadere in mare. Da questa passerella, che si può raggiungere con l’ascensore del ristorante Goldelen, si ha il più affascinante panorama sulla città vecchia e dintorni. Assolutamente da non mancare! Si trova a Slussen, tra Gamla Stan e Sodermalm (zona attualmente interessata da grandi lavori). Dal molo di Stadshuset (non lontano dal Municipio) e con il battello 4 si va a Drottningholm a trovare il re. I battelli che fanno la spola tra le isole e che sono un’altra peculiarità della città sono spesso anzianotti, ma ben rimodernati, con le caratteristiche nere e alte ciminiere delle vecchie motrici a vapore. Il viaggio dura quasi un’ora ma è piacevole: si gode una bella vista sulla città e sulle isolette che la circondano. Il Palazzo Reale è interessante e il parco alle sue spalle molto bello

  • 574 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social