Capitali scandinave in famiglia (parte 2)

Viaggio con una bambina al seguito alla scoperta di Oslo e Stoccolma

  • di ElviraRabuazzo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Diario di Bordo....

Go to Stockholm

Arriviamo a destinazione il 19/08/2018 alle 22:30, ad Odenplan, così facciamo rapidamente il check-in al nostro hotel per andare a mangiare qualcosa. Molti locali sono già chiusi, persino il vicino Irishpub (Molly Malone) non ci resta che un panino da Burgerking, che è aperto fino a mezzanotte.

Day 1

Finalmente si comincia facciamo la SL-Biljettx2, di Stoccolma, valida per 72 ore, così da potere usare tutti i mezzi pubblici della città anche i traghetti. Infatti a conti fatti la city pass, non fa per noi, del resto avendo a disposizione i trasporti cittadini non si capisce l'utilità del bus Hop on-Hop Of e i relativi Bus boat tours. Prima fermata obbligatoria Gamlastan, il palazzo reale, assistendo al cambio della guardia. Ci perdiamo nella città vecchia, tra tutti i suoi vicoletti. In seguito foto di rito a Stortorget e alla cattedrale. Una sola nota negativa, la visita del palazzo ci lascia perplessi, con nostra grande sorpresa i passeggini non sono ben accetti, purtroppo con una bimba di appena 18 mesi è fondamentale. Inoltre, al momento del nostro ingresso, la piccolina dormiva, così siamo stati costretti a portarla in braccio a turno per tutte le sale espositive, che non sono proprio vicine tra loro. Inoltre, non ci siamo fatti mancare le scale a chiocciola, pertanto per chi si trova nelle miei stesse condizioni, sconsiglio vivamente l'esperienza, del resto non vi perdete molto, non sono i musei vaticani.

Finita la maratona, è tempo di prendere il traghetto n. 82, che collega Gamlastan a Djurgarden, ferma proprio davanti all'Abba Museum, ma noi andremo al Vasamuset. Questa enorme nave di quasi 7 piani d'altezza lascia a bocca aperta. Oltre ad essere ben conservata ci sono anche spazi per fare giocare i bimbi, ed al piano n. 5 c'è anche il selfie point, che non ci facciamo mancare. Usciamo alle 18:00 in tempo per tornare in hotel per uscire di nuovo per cena. Anche stavolta non manca la tappa all'HardRockCafè che tra l'altro non è lontano da Odenplan.

Day 2

Oggi facciamo felice la piccola Eleonora e andiamo a Skansen. Il clima è perfetto con un bel sole, l'ideale per visitare questo grande museo a cielo aperto, dove sono state ricreate e trasportate case di vari contesti storici di tutta la Svezia. Inoltre, l'area dei bimbi "Children's zoo" permette di sostare e mangiare qualcosa prima di visitare la zona dedicata al bioparco. Qui i piccolini possono guardare gli orsi i lupi ed altri animali della fauna locale, in zone ampie dove possono anche correre in libertà. Dopo aver visto le fattorie d'epoca assaggiato pane fatto con forni a legna ed a mano è tempo di andare di nuovo in mare prendiamo il traghetto per gamlastan a piedi in direzione Riddarholmskyrkan per prendere il traghetto n. 85 e raggiungere Norr Malartrand. Questo tragitto ci permette di godere della vista della città vecchia dal mare e dell'imponente stadshuset, con i suoi mattoni rossi e le icone dorate in cima. Inoltre, la luce del pomeriggio che si specchia sulle onde del mare è qualcosa di magico e irripetibile. Apprendiamo che l'ultima visita in inglese è alle 16:00, per cui per soli 5 minuti perdiamo l'occasione di vistare l'interno, varchiamo i portici a Kungshomen e stavolta è tempo dell'happy hour, all'Iceberg bar

  • 534 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social