Stoccolma e il suo magico arcipelago

Alla scoperta della bella capitale svedese e del suo arcipelago, con approdo alle isole di Gallno, Grinda e Sandhamn

  • di alvinktm
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Sognavamo da molto tempo il giorno in cui avremmo posato il piede in terra svedese, nonostante proprio la Svezia ci abbia buttato fuori dai Mondiali di calcio di Russia 2018. Da tanto immaginavamo le emozioni che ci avrebbe regalato questa Nazione ancora in gran parte incontaminata. Nemmeno 10 milioni di abitanti su un territorio di 447 mila chilometri quadrati, ciò significa una densità di popolazione pari a 23 abitanti per chilometro quadrato concentrata nelle tre città principali: Stoccolma, Goteborg e Malmo. In Italia invece ci accatastiamo in 200 persone per chilometro quadrato, quasi dieci volte di più: pazzesco.

Ancor prima di atterrare il mosaico di isole ricoperte di pinete e campi che compongono la frastagliata costa, e ben visibile durante l'avvicinamento all'aeroporto di Skavsta, ci ha ammaliati. L'aria fresca della notte poi, se pure il cielo non fosse completamente scuro (qui siamo al nord e durante l'estate le ore di luce si prolungano molto di più rispetto all'Italia) assieme al profumo di resina e pulito, hanno creato un meraviglioso primo impatto che si è prolungato durante l'intera vacanza.

CONSIGLI SUL VIAGGIO IN AEREO, GLI HOTEL, I MEZZI PUBBLICI E I TRAGHETTI, I CIBI E LE BEVANDE

Dopo un'attenta ricerca sulle tariffe dei voli scegliamo di partire con Ryanair da Orio al Serio, Bergamo, atterrando alle 23:25 della sera nel piccolo aeroporto di Skavsta, a 100 chilometri dal centro di Stoccolma. Nonostante la distanza considerevole è ben servito dagli autobus Flygbussarna che in circa 80 minuti, traffico permettendo, conducono i passeggeri alla stazione centrale della città. Il costo del biglietto di andata e ritorno è di 278 Sek se si compra on-line (+/- 27 euro a secondo del cambio corrente, ma per semplificare potete ricordare che 10 Sek equivalgono a 1 Euro), cosa che consiglio per la praticità e non tanto per l'esiguo risparmio di 7 Sek rispetto all'acquisto sul posto alle macchinette (sito internet in inglese: https://www.flygbussarna.se/en/skavsta). Fino a due bambini sotto gli 8 anni se accompagnati da un adulto, non pagano.

Avendo un figlio di due anni preferiamo posticipare il viaggio in bus al giorno seguente, scegliendo di pernottare al Connect Hotel Skavsta, a soli 75 metri dall'aeroporto. Questo albergo ha prezzi contenuti, è minimalista ma i letti sono comodi, è ben insonorizzato, e della colazione non ci si può lamentare. Dovendoci trascorrere solo una notte, e in effetti è nato proprio per chi arriva o parte a orari inusuali, mi sento di consigliarlo.

In città invece l'Hotel Tegnerlunden ha soddisfatto tutte le nostre aspettative, soprattutto quelle legate alla colazione: varia e super abbondante, e dove l'assenza di croissant è ampiamente colmata da una miriade di alternative. L'albergo sorge a 15 minuti a piedi dalla stazione centrale e affaccia su un parco pieno di alberi, con dei laghetti e un piccolo parco giochi: l'ambiente ideale dove far sfogare i più piccoli. D'estate a Stoccolma la luce si protrae sino a tardi perciò, se questo vi crea problemi, al momento della prenotazione specificate di preferire una camera ai piani bassi, ombreggiata dagli altri edifici, o in alternativa esposte verso est.

Per muoversi e visitare le principali attrazioni di Stoccolma esistono diverse soluzioni. Ognuno di voi dovrebbe stilare in anticipo un elenco dei luoghi di interesse, valutare le distanze dal proprio albergo, e solo allora scegliere se acquistare la 'Stockolm pass', comprendente tour e musei, la 'travel card' di 24 o 72 ore, oppure come noi la SL Access. Una sorta di carta ricaricabile utilizzabile su bus cittadini, tram, metro e battelli, valida anche per due persone, dal costo fisso iniziale di 20 Sek e caricabile con denaro dai 100 ai 1000 Sek. Non volendo entrare in troppi musei e avendo voglia di visitare in autonomia le isole, la SL Access si è rivelata la soluzione migliore. Bisogna comprarla fisicamente una volta giunti in città, per esempio in uno dei numerosi 7 eleven, una catena di negozi convenienti dove sono venduti pure cibi e vivande. Tenete conto che Stoccolma non è enorme e se si è abituati a camminare la si può girare quasi interamente a piedi. Sul sito ufficiale in italiano della Svezia trovate tutte le informazioni utili per decidere l'opzione più congeniale per voi: https://visitsweden.it

  • 7716 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social