Stoccolma, la regina del Nord

Da un'isola all'altra per scoprire i mille volti della città

  • di Gianlu95
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Tutto ebbe inizio a dicembre, quando, festeggiando la laurea con amici e parenti, cominciai ad aprire le buste dei regali; arrivato a quella della mia fidanzata Giada, vi trovai dentro un foglio bianco, sul quale era scritto: volo per Stoccolma, 27-30 aprile 2018!

Iniziava così, inaspettatamente, tutta l'organizzazione del viaggio. Ho sempre sognato di visitare il Nord Europa, mi ha sempre dato quell'impressione di città stupende con panorami magnifici, ma al tempo stesso vivibili ed estremamente organizzate da ogni punto di vista... non posso che confermare i vari "sentito dire". L'aereo Ryanair parte con quasi un'ora di ritardo (dalle 20:50 si è passati alle 21:40) da Bergamo e atterra in due ore e mezza all'aeroporto di Skavsta, 80 km di distanza dalla città. Per fortuna avevamo comprato i biglietti del pullman Flygbussarna (30€ a/r ca) in internet direttamente a casa, così evitiamo la coda alle macchinette e troviamo subito il pullman che ci aspetta alla pensilina fuori dal piccolissimo aeroporto. Il viaggio dura 80 minuti e quindi arriviamo al Terminal dei bus verso l'1. Il nostro hotel, Clarion Hotel Amaranten (352€ totali per 3 notti con colazione), si trova a 10 minuti di cammino dalla stazione, perciò dopo il check-in ci fiondiamo subito a dormire stanchi morti. La camera è piccolina ma funzionale e con un letto davvero comodissimo...le uniche pecche sono il bagno senza ventola, nonostante esso non abbia una finestra, e la tv troppo vicina al letto (praticamente io dal mio lato la posso toccare con un piede) e con solo canali in svedese.

GIORNO 1

È giunto il momento di provare la colazione dell'hotel che è davvero eccezionale! Dal salato al dolce ogni persona può trovare la combinazione giusta per riempirsi lo stomaco e, inoltre, senza che la cosa venga segnalata dal cliente, sono già predisposti cibi senza lattosio e senza glutine, per evitare disguidi con chi soffre di queste intolleranze. Finalmente possiamo iniziare a visitare la città: partiamo quindi con il pullman 3 fino alla fermata di Malartorget, una piazza carina con una scultura al centro rappresentante un cerchio di bambini che si fanno le linguacce o parlano tra di loro; da qui, dopo una breve camminata a piedi, si raggiunge il punto panoramico Monteliusvagen da dove poter ammirare gli edifici più belli di Stoccolma; ammetto che questo posto mi è stato "suggerito" da Giada che, scandagliando gli hashtag di Instagram sulla città ha visto molte persone fare foto eccezionali da questo luogo. Successivamente ci spostiamo un po' fuori dal centro, verso il Drottingholm Palace, che raggiungiamo prima con la metro Slussen-Brommaplan e poi con il bus numero 176. Questo edificio è la residenza estiva dei reali di Svezia ed è stato costruito nel 1662 in stile rinascimentale; consiglio vivamente, prima di andare a Stoccolma, di comprare su internet lo Stockholm Pass valido 72h comprensivo di Travelcard, in modo da poter entrare gratis in moltissimi musei e palazzi saltando la fila; il costo è di 117€ a testa ma credetemi che ne vale davvero la pena! Dopo questo piccolo excursus, ritorniamo al palazzo: è stato costruito nel 1662 in stile rinascimentale e prende il nome dalla parola svedese "Drottin" che significa "regina"; al suo interno da segnalare la splendida camera da letto della regina Edvige Eleonora, uno dei massimi esempi del barocco svedese, e la biblioteca di Luisa Ulrica, che tutt'ora conserva gli arredi settecenteschi. I giardini, poi, sono davvero immensi e in una mattinata soleggiata come questa non possono che risaltare all'occhio dei turisti; ricordano un po', per chi ci è già stato, i giardini di Schonbrunn a Vienna ed infatti mi sembrava di essere tornato indietro nel tempo di qualche mese da quanto si somigliassero

  • 6312 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social