I tramonti di Stoccolma e il suo arcipelago

Visita nella magica capitale svedese e crociera nel suo arcipelago

  • di Libra
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Di ritorno dalla capitale Scandinava per eccellenza, una città che era diverso tempo che avevo voglia di visitare. Fino ad ora mi ero limitato a vedere le sue coste dalla Danimarca, ora finalmente ci ho messo piede... e ci ho lasciato anche un po' il cuore direi!

Il viaggio a Stoccolma è stato prenotato con largo anticipo, dato i prezzi non bassi di questa destinazione abbiamo voluto abbattere un po' i costi e prenotare diverse cose con largo anticipo. Già 4 mesi prima del viaggio abbiamo infatti prenotato volo e albergo, più un insieme di servizi.

Siamo partiti da Bologna, non essendoci un volo diretto su Stoccolma abbiamo dovuto fare scalo a Monaco di Baviera, dopo un'oretta ci imbarchiamo sull'altro volo della Lufthansa diretto a Stoccolma Arlanda. L'aeroporto di Arlanda è il principale aeroporto della città. Ci sono svariati modi per arrivare da Arlanda al centro città. Autobus partono ogni dieci minuti per il City Terminalen del centro di Stoccolma, tragitto 35-40 minuti, costo 119 SEK, per un adulto solo andata. Si applicano sconti per i biglietti andata e ritorno e per i biglietti acquistati online. I minori e i pensionati usufruiscono di ulteriori sconti. Più veloce è il tragitto con il treno, l'Arlanda Express, che ogni 15 minuti collega Arlanda e la stazione centrale di Stoccolma in 20 minuti dalle ore 05.05 alle ore 00.05. Il tragitto dura soltanto 20 minuti e costa circa 300 SEK, cioè circa 30 euro, non poco, ma ci sono diverse formule per risparmiare, acquistando ad esempio i biglietti online (così come abbiamo fatto noi). Attenzione, se si acquista il biglietto a bordo si paga una penale di quasi 100 SEK.

Ci sono anche molti taxi che portano in centro città, ma il prezzo è davvero caro, si parla di circa 600SEK. Se invece arrivate all'aeroporto di Bromma, che è quello più vicino al centro, solo 8 km, dopo ogni arrivo c'è un collegamento in navetta (Flygbussarna) per il City Terminal. Il viaggio dura 20 minuti e il costo è di 79 SEK. Si applicano sconti per i biglietti andata e ritorno e per i biglietti acquistati online. Da Bromma si puó raggiungere Stoccolma anche con il treno locale. Si raccomanda di acquistare i biglietti in precedenza direttamente sul sito delle ferrovie svedesi, SJ. C'è da dire che sono pochi ormai i voli che arrivano in questo aeroporto.

L'altro aeroporto è quello di Skavsta, il più lontano, circa 100 km a sud di Stoccolma; è quello servito maggiormente dalle compagnie low cost, come ad esempio Ryanair. Esiste un servizio navetta (Flygbussarna) dopo ogni arrivo. Il tragitto dura 80 minuti e costa 145 SEK. Si applicano sconti per i biglietti andata e ritorno e per i biglietti acquistati online.

Arriviamo precisi e senza alcun intoppo all'aeroporto di Arlanda, seguiamo le indicazioni per prendere l'Arlanda Express, lo troviamo già lì fermo che ci aspetta, quasi in partenza... Due minuti e via, diretti in città. Non dobbiamo neanche cambiare i soldi, avevamo cambiato un tot di soldi già dall’Italia. Arriviamo dopo 20 minuti alla stazione centrale, viaggio comodissimo, puntualissimo, vagoni organizzati e puliti (non per fare sempre la solita retorica, ma per me che in Italia sono pendolare in treno da anni, mi sembra quasi un'utopia...!). L'aria all’esterno è fredda, più di quanto ci aspettavamo, il cielo è un po' grigio, le nuvole sono bassissime e corrono, si ha quasi l'impressione che il cielo qui è molto più basso rispetto “al nostro”. Per fortuna però non piove, solo delle gran belle nuvole che corrono sulla nostra testa.

Usciti dalla stazione ci troviamo sulla via dal nome Vasagatan. Subito dopo poco, dall'altro lato della strada, si erge il bell'edificio in mattoni rossi delle Poste Centrali della città di Stoccolma. Mi giro indietro e vedo la particolarità dell'architettura di alcuni palazzi posti a centinaia di metri alle mie spalle, non so, ma mi pare tutto già così bello. Dal lato invece della stazione centrale sorge una parte più contemporanea, un'architettura più moderna; la zona viene chiamata infatti World Trade Center, una zona che mi prende molto meno dal unto di vista estetico, complessi di edifici adibiti a funzioni di tipo economico, commerciale e finanziario. Un po' simili a molti altri nel resto del mondo direi.

Attraversiamo il lato della strada e all'altezza di un sottopasso saliamo le scale e ci troviamo sull'arteria Klarabergsgatan, qui la zona si fa già più viva. Sulla destra dopo poco vediamo svettare il campanile della chiesa di Santa Clara (Klara kyrka), una bella chiesa fondata nel 1200 e poi rimaneggiata più volte, soprattutto tra '500 e '600, circondata però oggi da edifici moderni.

Dopo poco ci troviamo su una delle piazze principali della città, Sergels torg. Gli svedesi chiamano questa piazza anche “plattan”, cioè la piastra, una piazza costituita da due livelli, uno superiore e uno inferiore. In realtà veniamo a sapere che questa piazza è stata da sempre punto di discussione tra i cittadini, alcuni vorrebbero che fosse abbattuta e riqualificata completamente, dato che è il centro dello smercio di droga e di persone poco raccomandabili (in effetti vediamo anche noi nel livello inferiore girare delle facce non proprio tranquille, tutto il mondo è paese, non mi stancherò mai di dirlo questo...); altri invece la preferiscono così, mantenerla come scintillante esempio di moderna architettura svedese. Al livello superiore della piazza, costituito da una rotatoria, si trova un obelisco di vetro alto 38 metri. Di fronte, nella piazza, la Kulturhuset, un edificio che non so se definirlo orribile, rétro, o fantastico! Rappresenta il Palazzo della Cultura di Stoccolma e le opinioni in merito a questo edificio del 1974 sono discordanti, un edificio caratterizzato da calcestruzzo e vetro

  • 33635 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social