California, nevada, arizona

22/12/04 –in volo per Parigi, ore 7.30, Superate le prime traversie di imbarco (coda allo sportello Air France) siamo finalmente partiti alla volta di Parigi. Ora sto vedendo le Alpi piene di neve, rosa al primo sole,l’alba è color arcobaleno.Che ...

  • di Marina Pozzoli
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

22/12/04 –in volo per Parigi, ore 7.30, Superate le prime traversie di imbarco (coda allo sportello Air France) siamo finalmente partiti alla volta di Parigi.

Ora sto vedendo le Alpi piene di neve, rosa al primo sole,l’alba è color arcobaleno.Che emozione! 22/12/04 –in volo per S.Francisco, ore 11, Arrivati a Parigi alle 9 e velocemente reimbarcati su un Airbus A340. Brutti posti in fondo all’aereo con uno spiffero sulla testa, ore che non passano mai.Rotta polare, temp ext -57°- 10 ore divolo 22/12/04 –S.Francisco, ore 20,30, Arrivati a S.Francisco alle 13,30 (a Milano sono le 22,30). Tempo stupendo, superati i controlli i bagagli erano già pronti e con il trenino senza conducente siamo andati a prendere la macchina a noleggio che avevamo prenotato da Milano. E’ una Chevrolet Impala bianca, spaziosa e comoda.

La città è fantastica: alla luce dorata della California ho cominciato a scattare foto di tutto: le macchine intorno, lo skyline della città in lontananza, i grattacieli, le strade, mentre alla radio ci sono gli Eagles!! Il nostro hotel è nel cuore di Chinatown al 465 di Grant Avenue,il Grant Plaza, è gestito da cinesi, e come tutte le costruzioni qui, è in legno(!)Dopo esserci rinfrescati siamo andati a cena, per restare in tema, in un ristorante cinese, (gusti diversi, e per me migliori perché più saporiti,di quelli italiani).

23/12/04 –S.Francisco, ore 7,30, Svegliata presto, eccitata e ansiosa di vedere tutto, colazione ad uno Starbucks con brioche e caffèlatte con Frank Sinatra in sottofondo che canta canzoni di Natale! 23/12/04 –S.Francisco, ore 22, Stamani giretto per la città: impressionanti le pendenze: anche 30 o 40 gradi!A piedi verso il molo Pier39, sole primaverile, gente sorridente ed educata, negozietti colorati con cose che in Italia non ci sono,un po’ di shopping, è tutto bello nuovo ed entusiasmante.Al molo ci sono centinaia di foche che prendono il sole su piattaforme di legno. In lontananza Alcatraz.

All’ora di pranzo al Fisherman’s Wharf, cioccolato da Ghirardelli,a pranzo da Sabella&LaTorre, poi passeggiata sul molo, foto a non finire, museo di giocattoli meccanici, souvenir nei negozietti.

24/12/04 –S.Francisco, ore 22,30, Stamani un po’ rinco perché non ho dormito bene, effetto jetlag, preso la macchina e dopo una discesa dalla Lombard siamo andati al Golden Gate, poi verso Sausalito e a San Josè, pranzo in un mall in una enorme sala con ristoranti fast food di cibo da tutto il mondo.Tornati in città per le 17, giretto per Castro, c’è vento e fa freddino.Stasera è la vigilia di Natale e siamo andati a cena al MonnaLisa, ristorante italiano in Columbus Ave., perché loro avevano voglia di pizza, ma purtroppo non era buona, io che non la amo troppo nemmeno in Italia ho preso linguine al salmone e mi è andata meglio. Naturalmente gli italiani non si smentiscono mai e il conto era assolutamente spropositato.Tornati con l’autobus.

In giro la gente ti saluta e ti sorride augurando Buon Natale! 25/12/04 –MorroBay, ore 22, Buon Natale! Preso la macchina, che in questi giorni è stata in parcheggio,e lasciato l’albergo.Al ‘IHOP’ (ossia International House Of Pancakes) a mangiare le frittelle di Paperino con lo sciroppo d’acero, poi preso la 280 per Santa Cruz.Giu lungo la costa a Capitola, a Monterey e a Carmel. Da qui la G16 che ci collega alla 101 fino a Paso Robles e Atascadero. Per tornare sulla costa verso MorroBay, dove abbiamo prenotato l’albergo, abbiamo preso una strada in mezzo ad una foresta incantata di alberi strani, senza incrociare quasi nessuno, con qualche ranch, e colline in un crepuscolo colorato.Arrivati il ‘Motel 6’ verso le 21, abbiamo cercato un ristorante aperto, ma è Natale ed è tutto chiuso, quindi ci siamo mangiati patatine, pandoro e spumante in camera

  • 1273 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social