On the road con la tenda sulla West Coast

Questo viaggio è la conclusione ideale di un magnifico primo mese trascorso girovagando tra Messico, Guatemala e Belize (vedi racconto nella parte dedicata al Messico: “Laureati in Messico, Guatemala e Belize”). Eravamo in cinque: Filippo ed io arrivavamo dal Messico, ...

  • di redeirider
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Questo viaggio è la conclusione ideale di un magnifico primo mese trascorso girovagando tra Messico, Guatemala e Belize (vedi racconto nella parte dedicata al Messico: “Laureati in Messico, Guatemala e Belize”). Eravamo in cinque: Filippo ed io arrivavamo dal Messico, Valentina ci ha raggiunto a Las Vegas e con Manu e Mark ci siamo trovati a Los Angeles! Avevamo con noi due tende (utilissime per dormire in posti stupendi senza spendere troppo, in modo da non toglierci niente durante il giorno!). Abbiamo affittato un auto per tutto il mese, affittata tramite CTS a Milano con Alamo: ritirata a Las Vegas e riconsegnata a San Francisco.

Ma veniamo alle tappe... LUNEDI’ 11 LUGLIO Filippo ed io arriviamo a Las Vegas da Cancun, via Denver con Air California e United Airlines (282€ comprato su Internet con Expedia). All’aeroporto di Denver ci mettiamo parecchio alla dogana: dobbiamo rispondere a tante domande sul perché stiamo entrando negli USA dal Messico e toglierci le scarpe! Abbiamo subito nostalgia del Messico e pranziamo in aeroporto da Taco Bell, non è male! Arrivati a Sin City prendiamo subito possesso dell’auto affittata dall’Italia (una Chevrolet Cavalier bianca, 1180€ totali per un mese. Dobbiamo pagare un sovrapprezzo di assicurazione perché abbiamo meno di 25 anni, ma non paghiamo il drop off tra Las Vegas e San Francisco, un pieno di benzina è incluso) e ci trasferiamo subito nella nostra mega camera all’Hotel Stratosphere (con la torre più alta di Las Vegas, 24€ a testa per una camera tripla per una notte, prenotata con CTS a Milano): il centro città e la Strip sono molto vicini all’aeroporto.

Per cena andiamo ad un buffet “All you can eat” a 10$ al Circus Circus, ma non è proprio di basso livello (scopriremo più avanti che è il peggior buffet di Las Vegas, sconsigliato da tutti!!!!...). Serata fino a notte fonda che passa tra un hotel e l’altro (anche perché fuori fa un caldo pazzesco anche di notte!): il Venice è qualcosa di eccezionale, con tanto di canali e gondolieri. Serata “fortunata” per Filippo: trova più volte quarter e dollari dimenticati nelle slot machine o per terra...Io invece non proverò mai l’”emozione” di sentire il rumore di una monetina vinta alle slot.

MARTEDI’ 12 LUGLIO Sveglia con calma, per riprenderci dalle fatiche accumulate in Messico...Finalmente un letto spettacolare e pulitissimo! Colazione a base di cookies in panetteria, poi si inizia a girovagare tra un albergo e l’altro, facciamo un picnic appena fuori dalla Strip, fa caldissimo...Il baule della nostra Cavalier ci abbandona subito alla prima tappa, dobbiamo così tornare all’Alamo in aeroporto per cambiarla: colpo di fortuna, non ci sono più auto della nostra categoria, così ce ne danno una più grande: la Chevrolet Malibu, brutta come poche e di un colore verde improponibile, ma più grande e ci farà molto comodo! Ci fermiamo in un centro commerciale per comprare una borsa frigo di polistirolo, in modo da affrontare al meglio i picnic nei parchi! Alle 17 andiamo al palazzotto di University of Las Vegas Nevada a vedere le NBA Summer League (20$): giocano i Chicago Bulls contro i Denver Nuggets, partita dal livello non eccezionale, ma ci divertiamo lo stesso perché vediamo giocatori che giocavano in Europa e troviamo il GM ed il vice allenatore della squadra di Biella, così passiamo un po’ di tempo con loro. Andiamo a cena al Luxor con pizza gigante, poi assistiamo ad uno spettacolo abbastanza brutto al Rio, molto meglio quello del Caesar’s Palace, il meglio quello delle fontane al Bellagio! Torniamo allo Stratosphere, dove abbiamo prenotato un’altra notte(25$ a testa la tripla, non una gran differenza rispetto a quella prenotata dall’Italia) e decidiamo di puntare 20 $ a testa alla roulette: Filippo e Valentina li finiscono in un attimo, io sono l’unico a “sbancare” il tavolo di Las Vegas: escono 3 volte l’8, una il 4 e due l’11! Peccato che le mie puntate non vadano mai oltre il dollaro! Arrivo ad un attivo di 100$, provo a fare il colpaccio, ma non va, mi ritiro in attivo di 30$

  • 2773 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social