Miami, keys, bahamas

Siamo partiti il 31.01.2006, in 4: mio marito Pasquale, mia figlia di 5 anni, mio figlio di 21 mesi ed io, alle 6 del mattino da Catania per raggiungere Malpensa con Alitalia e quindi proseguire per Miami con il volo ...

  • di isabellaal
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Siamo partiti il 31.01.2006, in 4: mio marito Pasquale, mia figlia di 5 anni, mio figlio di 21 mesi ed io, alle 6 del mattino da Catania per raggiungere Malpensa con Alitalia e quindi proseguire per Miami con il volo diretto che in meno di nove ore di porta a +26 gradi di temperatura.

Il volo con i bimbi è stato un pò movimentato, soprattutto con il piccolo che ha dormito solo 50 minuti! All'aeroporto internazionale di Miami, abbiamo ritirato la macchina, noleggiata telefonicamente con l'Avis, una Sonata 3500 di cilindrata, cambio automatico per 45 dollari al giorno.

Pasquale, cartina alla mano, si è subito ambientato nelle immense autostrade a 5 corsie che da Miami portano a Pompano Beach, località sul mare, dove verremo ospitati per tre giorni dal nostro amico Claudio, un commercialista italiano, 35 enne, che da 10 anni è cittadino del mondo e vive fra la Costa Azzurra e la Florida.

Rimaniamo colpiti dal residence in cui vive , tipologia diffusisima nella zona, e indicativo del modus vivendi di molti abitanti della Florida.

Situato a pochi metri dal mare, puoi possedere anche un mini appartamento, in quanto tutto il resto te lo offre il residence, al prezzo di 300 dollari al mese di condominio.

In ogni piano del palazzo vi è una lavanderia fornita di lavatrice e lavasciuga,dovi inserire solo 75 centesimi ed hai il bucato pronto da stirare.

Nel condominio, gratuitamente si possono utilizzare le zone fitness, palestra, sauna, sala biliardo, biblioteca, sala giochi, sala tv, 2 piscine, per non parlare della spiaggia attrezzata di tutto punto con sdraio, ombrelloni, tavolini, sedie e barbecue per le mangiate all'aperto.

Mi aspettavo dei residenti anziani, ma un buon 50 per cento sono single e famiglie in prevalenza provenienti dal Canada e dal nord degli Stati uniti.

La mattina successiva, dopo aver prenotato in una agenzia viaggi un last minute per una crociera alle Bahamas, con la Carnival, cabina standard per 3 notti, tutti e quattro 1000 $, all inclusive, tranne gli alcoolici, partiamo in direzione Palm Beach, preferiamo percorrere la strada litoranea per ammirare i suggestivi paesini sul mare con residence, ville favolose e campi da golf.

Si respira l'aria della vacanza, alle dieci del mattino sono tutti in giro in tenuta da tennis o da golf, o pronti per andare in spiaggia con il surf.

Posteggiamo la macchina vicino la Worth avenue, strada elegantissima di Palm Beach costellata di negozi con griffe internazionali e soprattutto di gioiellerie che esibiscono carature degne della Corona Inglese, decine di brillanti da 15 carati l'uno, esposti in vetrina.

Pranziamo all'aperto in un locale che si chiama Fiji, in uno dei tanti giardini interni della Worth Avenue, dove i bimbi possono scorrazzare in libertà, senza arrecare danni! Prendiamo 4 panini, io e mio marito con aragosta e tonno, le immancabili patatine e una bottiglietta di acqua proveniente dalle Fiji, (da qui il nome del locale) per un costo di 50 dollari.

La sera va decisamente meglio al ristorante "Kameleon Bistrò", gestito dal nostro amico Claudio, a Boca Raton, a metà strada fra Palm Beach e Fort Lauderdale, su una baia rocciosa dell'Atlantico.

Cucina internazionale con attenzione ai piatti polacchi e italiani, mangiamo del tonno e del salmone, freschissimi, cucinati da Cordon Bleu.

Il mattino seguente sveglia presto per andare a Sanibel Island, (circa 150 miglia), isola collegata da un ponte al versante ovest della Florida che dà sul Golfo del Messico.

Spettacolare la strada (n.75) che percorre il centro del Parco Nazionale di Everglades, con i miei figli giochiamo all'avvistamento dei coccodrilli, (oltre 100!), che non entravano in autostrada solo grazie alle recinzioni! A Sanibel troviamo spiaggie dove invece della sabbia vi sono milioni di conchiglie, per la felicità dei bimbi che ne hanno trovate di colori e forme molto particolari

  • 6110 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social