Viaggione tra gli States e la Polinesia Francese

Un tour tra i grandi parchi Usa e le paradisiache isole polinesiane con bambina al seguito

  • di Alixter
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

*** Quick Facts ***

Tipologia: viaggio di famiglia con bimba di 7 anni.

Destinazioni: USA West Coast e South West, Polinesia Francese.

Data inizio: 27 Luglio 2018.

Durata: 23gg.

Voli: Alitalia, Delta, KLM (USA). Air Tahiti Nui, Air Tahiti (Polinesia Francese).

Itinerario (mete principali)

USA: Los Angeles, Palm Springs, Joshua Tree, Grand Canyon, Monument Valley, Antelope Canyon, Horseshoe Bend, Zion, Las Vegas.

Polinesia Francese: Rangiroa, Huahine.

Diario di Viaggio

27/07/2018: LIN-FCO-LAX

Partenza in orario con Alitalia. Scalo a Roma Fiumicino e ripartenza per LAX sempre in orario (voliamo ancora con AZ). Arriviamo a LAX verso le 13. Ormai le procedure di immigrazione USA si sono di molto velocizzate grazie alle macchine automatiche ed ESTA preventivo. Inoltre il fatto di essere una famiglia con bimba piccola pare aiutare ulteriormente. Recuperiamo i pochi bagagli per poi dirigerci al rent car Sixt (operatore che consigliamo) tramite shuttle dedicato da prendere dall'apposito marciapiede agli arrivi. Pratiche rapide e ci spostiamo nel nostro primo hotel (Crimson) situato a poche miglia da LAX, nel bel quartiere sull'Oceano di Manhattan Beach. L'albergo include la colazione e il parcheggio coperto ed è più che adeguato per la sosta "tecnica" di una sola notte prima di metterci in viaggio la mattina dopo. Usciamo subito per combattere il fuso di -9hh. Ci dirigiamo in auto verso la spiaggia percorrendo il Manhattan Blvd. La spiaggia è la tipica della California del Sud: sabbia fine, larghissima e la solita fauna di personaggi originali. C'è anche il classico pier, la particolarità di questo è che alla fine c'è un famoso acquario che è alloggiato all'interno di un edificio d'epoca, ma che purtroppo troviamo chiuso causa lavori di manutenzione. Ci sdraiamo sulla sabbia mentre la bimba gioca con le onde. Verso le 18, anche per non rischiare di addormentarci in spiaggia, andiamo a cena in una specie di pub ("Manhattan Pizzeria") dove si ordina al bancone e poi si aspetta il proprio turno. Molto originale e frequentato dai tipi originali di cui sopra dispetto al nome turistico. Ordiniamo il primo dei tanti hamburger con chips che si rivelerà molto buono. Rientriamo in hotel verso le 19, melatonina e andiamo a dormire distrutti.

28/07/2018: Palm Springs, Pioneertown, California

È sabato e ci aspettiamo che il traffico della mattina sia più che accettabile ad LA. Per questo dopo la colazione (basic) partiamo intorno alle 9 e difatti non troviamo traffico in uscita in direzione Est. Destinazione intermedia prescelta: Palm Springs.

Arriviamo dopo circa 2hh. Già con Palm Springs cominciamo ad intuire quello che sarà il paesaggio e il clima dei prossimi giorni passati tra California, Utah, Nevada ed Arizona: arido/desertico pur non risparmiandoci qualche veloce pioggia in un paio di occasioni. A Palm Springs ci sono circa 40°C e la vegetazione è tipicamente desertica. Ci rechiamo al Visitor Center dove ci informano che causa incendi la teleferica, chiamata Aerial Tramway che permette di salire a circa 2600m da dove godere pare di una vista spettacolare, risulta chiusa. Optiamo per una passeggiata in centro, percorrendo il corso principale: tanti negozi (alcuni di lusso: PS è nota città di villeggiatura, residenza per pensionati e, forse più in passato, buen ritiro di star di Hollywood), fast food e ristoranti, gallerie d'arte..

  • 5925 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social