A zonzo nel sud-est degli Stati Uniti

On the road lungo le strade della Georgia, Alabama, Tennessee, Kentucky, North Carolina e South Carolina

  • di crazyhorse
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

14 febbraio 2015

Ed eccoci qua, in partenza per un nuovo “on the road” attraverso gli spettacolari paesaggi targati USA… il nostro aereo decolla puntuale dall’aeroporto Marco Polo di Venezia e, dopo uno scalo a Roma Fiumicino, nel primo pomeriggio arriviamo all’aeroporto Hartsfield-Jackson di Atlanta.

GEORGIA... PEACH STATE

Transitiamo per la seconda volta in questo bellissimo aeroporto ed evitiamo la lunga trafila dei controlli, in quanto i nostri passaporti sono già registrati e perciò è bastato appoggiarli sul lettore ottico e... via all’avventura! Prendiamo lo shuttle che ci porta all’entrata della “MARTA”, il sistema metropolitano di Atlanta e, con solo 3$ a testa, arriviamo alla fermata Midtown, da dove, dopo un breve tratto di strada a piedi, giungiamo al nostro Georgia Tech Hotel & Conference Center. Preso finalmente possesso della camera e dopo una rilassante e meritatissima doccia, usciamo per mangiare un boccone. C’è tanto vento e freddo questa sera, ma notiamo che le avverse condizioni atmosferiche non spaventano le belle ragazze americane, le quali non esitano a passeggiare con scarpe dai tacchi vertiginosi portate rigorosamente senza calze e con dei vestitini svolazzanti……..d’altronde oggi è San Valentino, che da queste parti è una cosa seria, quindi si fa festa! Puntiamo verso l’Hard Rock Cafe a Downtown, ma il locale è strapieno e sulla strada del ritorno verso l’albergo optiamo per una discreta pizzeria, dopodiché, piuttosto stanchi, ci ritiriamo nelle nostre stanze per un profondo sonno ristoratore.

15 febbraio 2015

Sveglia alle otto questa mattina, fuori c’è un sole splendido, l’aria è frizzantina e c’è molto vento. Facciamo colazione nello Starbucks di fronte all’hotel e andiamo a visitare l’interessante “World of Coca-Cola”. Il museo è ben fatto, vale la pena girarlo e provare tutte le esperienze, vedere i complessi macchinari utilizzati per produrre la bibita, la sua fama nel mondo, il video sulla sua storia, gli assaggi, i racconti e, ovviamente, siamo usciti senza conoscere l’ingrediente segreto, custodito in un’enorme cassaforte! Di fronte al Museo della Coca-Cola ci sono l’acquario più grande del mondo e il Museo dei Diritti Civili. Attraversiamo il bellissimo e curatissimo Centennial Olympic Park, costruito in occasione delle Olimpiadi di Atlanta del 1996 e ci dirigiamo verso la sede della CNN, ubicata in un bell’edificio che al piano terra presenta un’ampia area con negozi e ristoranti, mentre gli studi televisivi dell’emittente americana si trovano ai piani superiori. Attorno a noi è presente una moltitudine di megaschermi che trasmettono programmi in diretta, notizie varie e le immancabili e dettagliatissime previsioni del tempo. Nelle vicinanze della CNN si trovano una bellissima ruota panoramica e la Philips Arena, dove giocano gli Atlanta Hawks, la squadra di basket NBA locale. Nel frattempo mangiamo un boccone veloce e ci dirigiamo verso lo Sweet Auburn Historic District, in quanto la prima parte del nostro viaggio è dedicata alla tristemente nota vicenda della segregazione razziale, quindi visiteremo i luoghi più significativi, che hanno visto l’inizio delle prime marce di protesta contro la sopraffazione della popolazione di colore. Il Martin Luther King Jr. National Historic Site si trova in Auburn Ave NE, cuore della cultura afroamericana. Raggiugiamo il sito dopo una bella camminata di circa mezz’ora da Downtown. Cerchiamo la Ebenezer Baptist Church, la famosa chiesa dove tutto ebbe inizio, in quanto qui M.L.K

  • 7198 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social