Unica e mitica Route 66

15 giorni attraverso gli USA: Chicago, Las Vegas, Los Angeles e grandi parchi dell'ovest

  • di Cristian Saraceno
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

La Route 66 è davvero mitica, corre da Chicago a Los Angeles attraversando tutti gli USA dandoti l’opportunità di vedere la vera America, quella che va oltre le grandi città. La sensazione principale che ho provato è stata quella di guidare attraverso la storia del sogno americano.

Per prima cosa alcuni consigli (spero utili) per chi volesse mettersi in viaggio:

Guide – essenziali sono la EZ66 (in lingua inglese ma facilmente fruibile) e la ROUTE 66 dining & lodging Guide (Hotel e ristoranti tipici della Route 66) che potete acquistare tranquillamente su Amazon. Lasciate perdere App varie etc… (scaricate e mai utilizzate).

Voli – non c’è una vera regola per risparmiare, abbiamo prenotato a Gennaio con Edreams ed abbiamo speso circa 1.050,00 Euro a testa incluse tasse, assicurazioni e il volo interno per New York.

Assicurazione Sanitaria – il viaggio è lungo e come sapete negli USA la sanità è praticamente privata, quindi fatela non si sa mai. Normalmente viene proposta con il volo ma potete scartabellare anche su internet tra le varie compagnie assicurative.

Auto – deve essere comoda e possibilmente con buoni consumi. Noi abbiamo prenotato online con la Hertz ed abbiamo speso per 14 giorni circa 1900,00 Euro. Quando abbiamo ritirato l’auto la gentile ragazza al bancone della Hertz una volta capito il tipo di viaggio ci ha suggerito un piccolo upgrade , alla fine abbiamo affrontato la Route 66 con una Chevrolet Impala 5 posti (enorme) che ha garantito anche buoni consumi.

Hotel – prenotate le tappe principali (noi abbiamo utilizzato Booking.com), per il resto ci sono i Motel 6 e i Motel Super 8 ( non sono 5 stelle ma hanno un buon rapporto qualità/ prezzo) prenotabili tranquillamente durante la strada.

Pagamenti: portatevi o cambiate un po’ di dollari negli USA ma per il resto potete fare tutto con la carta di credito.

Mance: negli USA sono praticamente obbligatorie, vanno da circa l’8 % a circa il 15 % del totale. Ovviamente dipende da Voi.

Siti Web di riferimento: ovviamente turistipercaso e lastrada66.com

Patente: è sufficiente quella italiana

Documenti: Esta e passaporto (ovviamente valido);

Durante il viaggio: restate nei limiti di velocità e tenete sempre in auto una buona scorta di acqua e cibo. Le distanze sono notevoli, potreste dover viaggiare per molte miglia prima di incontrare un distributore od un market.

Il nostro viaggio

05 Agosto 2015

Partenza da Milano Malpensa con volo Lufthansa, breve scalo a Francoforte ed arrivo in serata (sempre del 05 Agosto) a Chicago. Dall’aeroporto O’hare di Chicago abbiamo preso un treno metropolitano che ci ha lasciato nel Loop (centro storico di Chicago). Da qui (troppo stanchi per camminare con i bagagli) un taxy ci ha portato al nostro Hotel (Red Roof Inn) situato sulla Millennium Mile (via principale di Chicago). Qui siamo stati accolti dai nostri compagni di avventura e dopo una breve sosta in albergo per depositare i bagagli siamo usciti per andare a cena. E qui alle 21.30 circa abbiamo avuto il primo assaggio con il cibo americano... non ci crederete ma alle 21.30 non siamo riusciti a trovare un (e dico uno) ristorante aperto quindi ormai stanchi ed affamati ci siamo arresi ad un Dunkin ‘ Donuts vicino all’albergo dove abbiamo mangiato qualche cosa prima di tornare in albergo.

06 Agosto

Sveglia abbastanza presto e colazione al Donuts della sera prima (per la colazione ottimo) con caffè latte formato famiglia e ciambella alla Homer Simpson (alla palestra si pensa a Settembre). Chicago è una città molto vivibile, si può girare tranquillamente a piedi. Non si poteva che partire dal Millennium park per ammirare il mitico fagiolone. Rapida passeggiata nel parco da dove si vede un bellissimo scorcio del lago Michigan e poi via sulla Magnificinet MIle verso il Navy Pier. Il Navy Pier è il molo di Chicago ospita ristoranti ed attrazioni oltre a garantire una fantastica visuale sia del lago Michigan che di Chicago stessa. Pausa pranzo in un ristorante sul molo con un’ottima Caesar Salad, giro completo del Navy Pear e pronti per il pomeriggio. Essendo in compagnia di 2 architetti (mia moglie e la nostra amica) il pomeriggio lo abbiamo piacevolmente passato visitando le maggiori architetture del Loop

  • 17523 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social