Autunno nel new england

Finalmente il viaggio che sognavo da un po' di anni riesco a realizzarlo...e riesce perfettamente. Partenza da Venezia - scalo a Parigi - arrivo a Boston...il viaggio è un po' noioso e i sedili dell'aereo strettini, ma visto il prezzo ...

  • di Gianluca Vezzari
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Finalmente il viaggio che sognavo da un po' di anni riesco a realizzarlo...E riesce perfettamente.

Partenza da Venezia - scalo a Parigi - arrivo a Boston...Il viaggio è un po' noioso e i sedili dell'aereo strettini, ma visto il prezzo del biglietto (meno di 400€) ci si può accontentare. A parte il biglietto aereo niente è programmato, solo un percorso di massima.

Troviamo facilmente alloggio in un hotel 4 stelle inaspettatamente economico. Visitiamo per due giorni Boston, città gradevole, di gusto europeo e di dimensioni relativamente ridotte. Noleggiamo quindi una macchina presso una catena americana (enterprise) ad un prezzo alquanto modesto e partiamo alla volta del Maine.

Guidare negli States è fantastico: strade enormi, cambio automatico, stazioni radio monotematiche e soprattutto automobilisti cordiali. Pranzo a Portland (zuppa di molluschi) dove veniamo salutati da tutti per la strada; ci rendiamo conto che è la prassi in questo angolo rurale d'America...Continuiamo il viaggio sostando a Rockland, un piccolo e caratteristico villaggio marittimo, e poi a Bar Harbor, dove visitiamo l'imperdibile Acadia National Park. Attraversiamo il New Hampshire e raggiungiamo Montpellier, minuscola capitale del Vermont. In questo stato trascorriamo un paio di giorni e possiamo ammirare gli splendidi colori autunnali dei boschi in un clima quasi estivo. Scendiamo lungo lo stato, rientriamo nel Massachusetts, attraversiamo il Connecticut, visitiamo Hartford (si può perdere) e sostiamo a Providence (da non perdere).

Purtroppo sopraggiunge il brutto tempo che ci rovina la visita a Newport e ci accompagna fino alla penisola di Cape Cod.Qui soggiorniamo a Provincetown, animata località marina a prevalenza turismo gay, dove si festeggia per il Columbus Day.Il secondo giorno però la cittadina si svuota e si riempie della malinconia tipica del mare d'inverno; il tempo però è clemente e possiamo fare una passeggiata fino a un faro.

Rientriamo su Boston (adesso ci sembra enorme dopo tutti i villaggi che abbiamo attraversato) dove possiamo dedicarci con calma allo shopping e alla degustazione di cibi locali e esotici (provato la cucina malaysiana..Assai diversa dalla ben nota cucina cinese).

Conclusioni: viaggio indimenticabile; il New England è una zona genuina, con persone cordiali, fuori dai circuiti turistici di massa europei, vivamente consigliato a chi ama la natura e i colori autunnali, lo shopping negli outlet e la vita tranquilla della provincia.

  • 2805 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social