Usa: parchi ovest. I nostri consigli

USA: PARCHI DELL’OVEST ON THE ROAD (12 giugno - 4 luglio 2008) Ecco come è nato questo viaggio incredibile e indimenticabile attraverso i parchi dell’ovest degli Stati Uniti. Giovedì 12 giugno 2008 alle ore 21 mi chiama mio padre: ha ...

  • di maraz
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 
Annunci Google

USA: PARCHI DELL’OVEST ON THE ROAD (12 giugno - 4 luglio 2008) Ecco come è nato questo viaggio incredibile e indimenticabile attraverso i parchi dell’ovest degli Stati Uniti. Giovedì 12 giugno 2008 alle ore 21 mi chiama mio padre: ha dei punti mille miglia Alitalia che deve assolutamente spendere pena la perdita di tutto il monte premi e non sa come fare. Chiede se a noi possono servire. Ne parlo a mio marito e decidiamo di informaci. Prima di tutto bisogna scegliere la meta. Un’amica (grazie Guya!) ci ha parlato molto bene del tour nei parchi dell’ovest. Venerdì contatto l’Alitalia (mica potevamo buttare via i punti così e non aiutare papà? ;-)) e scopro che gli ultimi due posti-premio disponibili da qui a settembre sono per lunedì 16 giugno. Rientro obbligato a Roma il 4 luglio. Costo del volo diretto Roma-L.A. A/R: 38 Euro a testa! Che facciamo? Ho solo due giorni di tempo per organizzare tutto prima di partire ma ogni lasciata è persa, e così alle ore 17 di venerdì 13 prenoto il volo, andiamo a comprare la mitica Lonely Planet (che purtroppo stavolta non si rivelerà così mitica) e facciamo le valigie. Si parte lunedì!!! A questo punto la mia organizzazione del viaggio è, a dir poco, approssimativa ma conto di perfezionarla in itinere grazie alla mia guida: ci sono 13 ore di volo per leggere, chiacchierare con gli americani presenti sul nostro aereo e scegliere le mete da esplorare, e poi avrò tempo di documentarmi durante gli spostamenti in auto (per fortuna riesco a leggere in macchina). Leggo qualcosa on line e scarico un paio di resoconti di viaggio scritti da turisti fai da te, mentre mio marito si affretta a prenotare la macchina. Siamo pronti, si parte! Premetto che da più di 10 anni giriamo il mondo e che siamo viaggiatori appassionati. Adoriamo soprattutto le meraviglie della natura (che preferiamo alle moderne costruzioni dell’uomo) e, con mia grande sorpresa, nella nostra personale classifica dei viaggi più belli fatti finora questo si colloca al secondo posto (soprattutto grazie allo Yellowstone, il piatto forte dei parchi), subito dopo le Galàpagos e, incredibile, a pari merito con La Digue (Seychelles) che all’epoca ci aveva affascinati non poco coi suoi maestosi massi di granito e la sua natura lussureggiante. Per degli amanti del mare e delle isole come noi non è cosa da poco. Come tutte le cose capitate per caso e organizzate all’ultimo minuto questo tour è riuscito benissimo e si è rivelato una sorpresa continua: i paesaggi meravigliosi (deserti, canyon, cascate, fiumi, montagne, laghi, geyser,...), gli incredibili animali che sembrano non curarsi troppo della presenza dell’uomo (orsi, bisonti, alci, cervi, scoiattoli, castori, marmotte,...), l’organizzazione dei parchi e dei Visitor Center, la cordialità e disponibilità della gente del posto rimarranno sempre nei nostri cuori.

Di seguito trovate alcune dritte che spero possano esservi utili e tutte le tappe del nostro tour on the road che, ve lo dico subito, è mooolto faticoso. Del resto il tempo era poco e le cose che volevamo vedere erano tante. Quindi abbiamo attraversato 5 stati (California, Nevada, Utah, Arizona, Wyoming) percorrendo 4.700 miglia (circa 7.000 km) in 17 giorni, alzandoci quasi tutti i giorni alle 6-7 del mattino e arrivando in albergo la sera (quasi mai prima delle 19, un paio di volte intorno alle 21.30/22.00). E, cosa incredibile, non abbiamo mai incontrato la pioggia: solo giornate limpide e stupende. Di seguito trovate alcune dritte per il viaggio. Se volete anche delle informazioni sul tour fatto (coi nostri consigli e la cartina dell'itinerario percorso), o desiderate vedere qualche foto, potete venirci a trovare al nostro sito: http://www.Mapiesplorazioni.Altervista.Org COME SPENDERE POCO IN USA Ecco le nostre dieci semplici regole per risparmiare in USA: 1) Se il vostro stomaco regge mangiate nei fast food: McDonald, Burger King, Pizza Hut, ... Avrete solo l’imbarazzo della scelta. Con 10-12 dollari mangerete in due. Una cena in un ristorante a base di filetto (“sirloin” in inglese) costa invece (mediamente) una cinquantina di dollari (sempre in due). Se avete figli frequentate anche i ristoranti che offrono il pranzo gratis ai bambini. 2) Se il vostro stomaco non regge o la sera arrivate troppo tardi per cenare in un ristorante munitevi di zaino frigo dove conservare pomodori, tonno, formaggi, frutta,... Vi serviranno se non vorrete rimanere digiuni! Tra l’altro dentro i parchi (ma anche sulle autostrade) è pieno di aree attrezzate per i picnic ben segnalate sulle mappe, dove trovate tavoli e panche, cestini per i rifiuti (a prova di orso), fontane (l’acqua di solito è fresca e buonissima), bagni,... Quindi pranzare in mezzo a scoiattoli, castori e uccellini può essere una piacevole esperienza, oltre che economica e salutare. Conservatevi le bottiglie vuote perché l’acqua dei parchi, come ho detto, è buonissima e potrebbe venirvi la tentazione di riempirvi qualche bottiglietta per il vostro viaggio on the road! 3) Non dormite MAI dentro ai parchi (i prezzi delle camere salgono alle stelle) o nelle cittadine in prossimità dei parchi (i prezzi sono un po’ più bassi rispetto agli alberghi dentro i parchi ma più alti rispetto alle cittadine lontane dai parchi). Scoprirete inoltre che è più costoso dormire lì che in grosse città come Los Angeles

Annunci Google
  • 62402 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. cippiri
    , 20/8/2013 12:34
    Non sapete nemmeno cosa vi siete persi rinunciando all'Antelope Canyon.
    Per grandi viaggiatori, come dite di essere, è molto grave non informarsi prima del viaggio su cosa vedere.
    L'Antelope non è nemmeno paragonabile ad un Canyon perché in realtà non lo è; è piuttosto un "viaggio al centro della terra". Una visita vale quasi il viaggio. Guardate le immagini che trovate in rete e straguzzate gli occhi!!!!
  2. _grace_
    , 3/6/2010 14:04
    Ciao!
    Già ad una prima lettura questo post mi è davvero stato utile per le informazioni su motel e cartine.
    Volevo illustrarvi la mia situazione.
    Ho a disposizione 15 giorni, e volevo fare 2 giorni a San Francisco e poi alcuni parchi naturali per poi ripartire sempre da Frisco oppure arrivare a Los Angeles, non per visitarla, ma semplicemente per prendere l'aereo..
    Quali sono i parchi che non posso non vedere? E quelli che posso tralasciare? E' necessario un particolare tipo di macchina per entrare nei parchi? Ad es: jeep o altre da sterrato?
    Qualsiasi altra informazione è ben accetta!

    Se volete, la mia mail è emanuelarusso@aol.com

    Grazie in anticipo!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social