Il mio sogno a NYC

Quante volte la mia mente è volata a NYC leggendo i racconti di altre persone, compresi i vostri, poi un giorno i miei genitori mi hanno regalato un sogno....Inizialmente avevamo deciso un viaggio in Egitto e quindi avevamo deciso di ...

  • di jenny84
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
 

Quante volte la mia mente è volata a NYC leggendo i racconti di altre persone, compresi i vostri, poi un giorno i miei genitori mi hanno regalato un sogno...Inizialmente avevamo deciso un viaggio in Egitto e quindi avevamo deciso di andare verso la fine di febbraio, poi però ho proposto NYC e sebbene loro ci fossero stati due anni prima non hanno esitato. Inizialmente credevo che il clima ci avrebbe condizionato il viaggio e invece non potevamo scegliere periodo migliore. La neve, la gente stretta nei loro cappotti con il solito “bicchierone” di caffè fumante, i tombini che “fumano”, i profumi, gli aromi ... Tutto quello che solo NYC sa dare...

La nostra settimana è stata molto intensa ma soprattutto molto organizzata, credo che il modo migliore per visitare una città così grande sia decidere giorno per giorno una zona e scoprirla nel suo più piccolo particolare; ed è proprio quello che abbiamo fatto per ogni giorno di permanenza avevo preparato una mappa con un percorso e una breve descrizione dei monumenti/palazzi/musei da visitare. (se qualcuno fosse interessato contattatemi pure) Raccontarvi un diario giornaliero di quello che abbiamo visto ogni giorno credo sarebbe un po' lungo e prolisso...Preferisco raccontarvi le cose più importanti e alcuni consigli che forse mi sarebbe piaciuto ricevere...

Persone: 3 periodo: fine febbraio hotel: hotel Edison a due passi da Time Square, in posizione davvero ottimale (se leggete le descrizioni degli hotel sono sempre in posizione ottimale) (credo sia stato ristrutturato da poco e quindi i prezzi sono lievitati) noi spendevamo meno di 60 euro in tre per il solo pernottamento volo: Delta/Alitalia (non credo ce ne saranno in futuro) con partenza da Venezia diretto JFK (noi avevamo prenotato il transfer da e per l'hotel, ora non credo che lo rifarei ci sono mille modi per raggiungere l'hotel) è anche vero che personalmente ero un po' disorientata appena atterrata e forse è stato meglio così (sono sempre più di 9 ore di volo).

Alimentazione: il nostro motto era spendere il meno possibile dove si poteva (meglio entrare in un museo in più) e il cibo è la cosa su cui si può risparmiare di più... E non per forza nei fast food anzi... Quindi W i Deli!!!Sono un misto tra bar/tavola calda/supermercato, ci sono un sacco di cibi(sia caldi che freddi), dalle zuppe (di cui mia mamma andava matta) al tacchino al forno e il tutto si paga a peso. Spesso ci sono anche dei tavolini interni dove è possibile consumare direttamente il cibo. Si mangia abbastanza bene (inutile dire che la cucina italiana è insuperabile ed inimitabile) e si spende davvero poco. A volte con 10-15 dollari mangiavamo in tre.

Se uno se lo può permettere ci sono anche un sacco di ristoranti super chic, dove spesso abbiamo letto nei menu risotto/pasta alla vodka, che orrore!! Musei: Io ho adorato il Metropolitan Museum of Art, soprattutto la parte riguardante l'Egitto (sarà perché era il viaggio di partenza??? ) ma vorrei segnalare anche l' Intrepid Sea, Air & Space Museum ( http://www.Intrepidmuseum.Org ) forse non è uno dei soliti musei che si vanno a vedere a New York , ma è stata un'esperienza affascinante e credo che soprattutto per chi ha bambini sia molto divertente (non sono proprio una bambina ma intrufolarmi nei vari cunicoli della “nave” è stato davvero divertente). E non posso non citare l' American Museum of Natural History, anche se di musei ce ne sono davvero molti, un po' per tutti i gusti...

Palazzi: non posso non nominare l'Empire State Building, noi siamo stati molto fortunati era una giornata limpidissima, comunque all'entrata è esposto un cartello in cui viene segnalata la visibilità (in ft. Visibili), vi assicuro che la vista da lassù mozza il fiato!!!E' straordinaria!!!ci si sente dei giganti ma nello stesso tempo guardando quelle piccole formichine che camminano velocemente e tutti quegli insettini gialli, ci si rende conto che è solo questione di prospettiva, un po' come nella vita. Ovviamente non potevano mancare il Chrysler building, il Flatiron, la Trump tower con la sua cascata, il Madison Square Garden, il Rockefeller center ma anche il Lipstick (magari un po' meno conosciuto ma veramente affascinante) e poi basta guardarsi intorno per rimanere a bocca aperta

  • 154 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social