New england: alla ricerca... Dell'alce

NEW ENGLAND: ALLA RICERCA… DELL’ALCE Dopo i soliti preparativi eccoci pronti a partire alla scoperta del New England con la certezza di vivere una vacanza a contatto con la natura e la speranza di poter avvistare un alce. Prima di ...

  • di GLORIA78
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

NEW ENGLAND: ALLA RICERCA... DELL’ALCE Dopo i soliti preparativi eccoci pronti a partire alla scoperta del New England con la certezza di vivere una vacanza a contatto con la natura e la speranza di poter avvistare un alce.

Prima di iniziare il racconto ecco un veloce riepilogo del viaggio: - partenza da Milano Malpensa arrivo a Boston con volo Airone - 3 notti a Plymouth (Massachuesset) - 1 notte a Wilmington (Vermont) - 2 notti a Waitsfield (Vermont) - 2 notti a Stowe (Vermont) - 2 notti a Glenn (New Hampishire) - 3 notti a Bar Harbor (Maine) - 1 notte a Wells Beach (Maine) - 2 notti a Boston Tutti i pernottamenti sono avvenuti in b&b in parte contattati prima di partire e in parte trovati direttamente sul posto (qualora siate interessati posso fornirvi gli indirizzi) nei quali ci siamo sempre trovati bene trovando persone gentili e disponibili e delle colazioni davvero sublimi.

L’auto l’abbiamo prenotata dall’Italia ed al momento del ritiro abbiamo richiesto il navigatore satellitare sicuramente utile soprattutto nella ricerca dei b&b; andate piano perché la polizia è davvero tanta ma anche per godervi i paesaggi e attenzione agli animali attraversano veramente la strada nei posti più inaspettati (leggete e scoprirete).

Il dollaro basso ha facilitato la scelta della meta e ci ha permesso di non farci mancare nulla spendendo sicuramente meno che in Italia, molto convenienti gli outlet a Freeport, alla fine del viaggio abbiamo accumulato acquisti per dieci chili.

Il cibo è accettabile insieme agli immancabili hamburger non manca mai il pesce ed assolutamente da provare, almeno una volta, l’aragosta del Maine; noi non abbiamo rinunciato a nulla compresa torta ai mirtilli tipo nonna papera e mega fetta di torta multistrato al cioccolato. Inoltre abbiamo apprezzato moltissimo le varie zuppe. Solo un avvertimento i ristoranti chiudono verso le 21/21.30 se cercate vita notturna vi conviene cambiare meta nei vari paesini dopo cena non c’è molto da fare.

Il tempo è stato davvero clemente abbiamo trovato sempre sole, temperature ideali per girare, anche se una felpa per la sera è indispensabile; utilissimi gli scarponi da trekking per affrontare le passeggiate in tutta sicurezza.

Il cellulare non prende molto bene soprattutto nella zona del Vermont siamo rimasti “isolati” per quattro giorni perciò se avete a casa parenti ansiosi sappiate regolarvi.

Finalmente infilati in valigia gli scarponi da trekking siamo pronti per partire e così alle undici del 16 di agosto decolliamo destinazione Boston dove atterriamo sette ore e mezzo dopo pronti a ritirare la nostra macchina e a dirigerci immediatamente sulla costa.

Le prime tre notti le trascorriamo a Plymouth, la cittadina non è niente di particolare, ma è a mezza strada tra la penisola di Cape Code e il Rhode Island che visitiamo i due giorni successivi.

La penisola di Cape Code ci offre la veduta di spiagge chilometriche e bianchissime come la spiaggia Marconi e la possibilità di visitare cittadine tranquille ed eleganti come Chathman ma anche chiassose e colorate come Provincetown che ci ha piacevolmente colpiti per la sua tolleranza.

Il piccolo stato di Rhode Island ci permette di visitare Newport famosa città della coppa America dove, dopo aver visitato alcune delle residenze storiche, ci gustiamo un gelato nella colorata zona del porto, anche se in realtà ci aspettavamo un po’ di più da questa città.

Dopo questo primo assaggio di New England siamo pronti per avventurarci nel Vermont lo stato che maggiormente ci ha rapito con la sua calma, i suoi colori, la sua tranquillità, basta lasciare la costa e ci si trova immersi nell’atmosfera country, i paesi sembrano usciti da un libro di fiabe e i country store ricordano tanto il negozio della signora Holison della casa nella prateria: vendono dalle caramelle ai vestiti, dal cibo agli articoli per la casa e in più se hai fame ti cucinano pure qualcosa

  • 8750 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. skrat
    , 17/8/2010 11:27
    Ciao Gloria78, complimenti per il viaggio,molto bello e ben organizzato, spero che se in futuro avrò l'occasione di visitare il Maine sarai così gentile da darmi qualche indicazione!!!!
  2. skrat
    , 17/8/2010 11:26
    Ciao Gloria78, complimenti per il viaggio,molto bello e ben organizzato, spero che se in futuro avrò l'occasione di visitare il Maine sarai così gentile da darmi qualche indicazione!!!!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social