Come in un film

Tanto per capirci subito questo è un diario di viaggio, come da titolo suddiviso in capitoli cinematografici e musicalfumettistici, di 3 pazzi che si sono sciroppati 4500 km in 8 giorni sulle strade degli stati di CALIFORNIA ARIZONA e NEVADA ...

  • di 63xpot
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Tanto per capirci subito questo è un diario di viaggio, come da titolo suddiviso in capitoli cinematografici e musicalfumettistici, di 3 pazzi che si sono sciroppati 4500 km in 8 giorni sulle strade degli stati di CALIFORNIA ARIZONA e NEVADA ( ci sarebbe anche una puntatine nello UTAH, ma soprassediamo), quindi chi stà pensando ad una vacanza in Oregon e Nebraska, cambi racconto e amici come prima.

CAPITOLO 1 LOS ANGELES L. A. CONFIDENTIAL Arriviamo al Lax Airport di Los Angeles e al noleggiatore dell’ Alamo, pensando all’indirizzo del nostro albergo, rivolgiamo la prima domanda da provincialotti, “ The road for Sunset Boulevard ??”, ecco il problemino è che il Sunset Boulevard come molte vie di L.A. , tipo Canyon Road, Mulholland Drive, ci mettono un attimo ad essere lunghe una ottantina di km, cioè è come se da noi chiedeste una indicazione dando il nome di una via che è lunga da Rimini ad Ancona!!!! Comunque la planimetria delle metropoli statunitensi è davvero facile, e poi noi abbiamo Tony Att, che è una specie di Tom Tom umano per cui no problem.

L.A. È una città che vive e si alimenta del mito del cinema,ogni zona, strada , quartiere o palazzo, è cinema, basta pensare a Beverly Hilss, Bel Air, West Holliwood, Mulholland drive, o Malibù e Santa Monica. Forse è una città più da vivere che da vedere, ci siamo stati poco, non mi sono fatto un’ opinione definitiva. Una tappa quasi obbligatoria sono gli Studios Universal, una sorta di Disneyland del cinema, dove si visitano location famose, tipo la piazza del paesino del west, il Bates Motel, le casine perfette di Disperate Housewive... E dove si propongono spettacoli su temi di film famosi come Jurassic Park, La Mummia, Terminator e Waterworld, quest’ ultimo è molto più bello del film stesso, che era una autentica puttanata, tanto che rischiò di affossare la casa produttrice. Insomma gli Studios devono risvegliare il bambino che c’è in voi, ... E se non lo risvegliano finirete inevitabilmente per rompervi un po’ le palle e magari comincerete a pensare che forse era meglio andare agli Studios qualche miglio più avanti, quelli a luci rosse, dove si ricostruiscono classici di genere come - A piedi nudi sul porco- o Harry Fotter - o il corale – La caricano in 101-.

CAPITOLO 2 ARIZONA SULLE TRACCE DI TEX WILLER Ci sono 3 cowboys a bordo di una confortevole diligenza (jeep Toyota), i loro nomi che vengono sussurrati con autentico timore in tutti i saloon dello stato, sono Arizona Pox, Tony Nevada e California Ri(n)go, qualcuno li chiama anche Il Bello (sarei io!?!? ah ah ah) il Buono (infatti Tony è attualmente il criminale + ricercato del Nevada e alla fine saprete perché) e Lo Smilzo (nonostante sia il più vorace divoratore di Chicken Mc Nuggets dello stato) , hanno uno scopo ben chiaro, 3 giorni per battere lo stato palmo a palmo per ritrovare un mito dell’adolescenza il caro, vecchio Tex Willer .

Si lanciano attraverso il deserto del Mojave in direzione delle riserve Navajo, sulle tracce del vecchio TEX, attraverso interminabili strade di polvere e nulla. La prima tappa la fanno in un paese che è diventato un mito PRESCOTT ARIZONA, ... EHH VECCHIO TEX QUANTI NE AVRAI MANDATI AL CREATORE NELLA PIAZZA DI PRESCOTT ARIZONA!! Sosta al Motel e serata indimenticabile al Matt’s Saloon (cioè Pub), musica country, birra, Rhum, gente a divertirsi da 20 a 80 anni,tutti allegri e rigorosamente con stivali e cappello da cowboy, si fa anche avanti una Calamity Jane di 50 anni con velleità di conquista, è più appiccicosa del pongo, ci pensa California Ri(n)go detto lo Smilzo a seccarla con uno dei suoi migliori sguardi indifferenti. Gran posto Prescott, peccato che nessuno ha mai sentito parlare di TEX WILLER !!!! Proseguiamo la nostra caccia e dirigiamo la diligenza Toyota verso il Montezuma Castle, monumento nazionale!! Alt fermi tutti ...Se questo è un monumento nazionale..., per favore nascondete i sassi di Matera agli americani che potrebbero veramente rimanerci male !!! Vista la delusione del Montezuma Castle, che però potrebbe essere un ottimo rifugio per Mephisto, l’acerrimo nemico di Tex, in quattro e quattr’otto lo ribattezziamo Montezuppa Castle o Montezemolo Castle! Ma poi scusate la leggenda dice che i nativi scambiarano il sito in questione per un rifugio segreto di Montezuma ... Ca22o, quello era un imperatore viveva in una enorme reggia a Tenhoticlan, circondato da ogni lusso immaginabile,da decine di servi, da due mogli e decine di concubine, vi pare che si va a fare un rifugio così sfigato di 4 case tra la rocce che al confronto le Meteore in Grecia sembrano un centro benessere ??? Lasciamo Montezuppa e ci inoltriamo nel cuore della riserva Navajo, direzione Monument Valley, attraversiamo il Beaver Creek, (...EHH VECCHIO TEX QUANTE VOLTE AVRAI ATTRAVERSATO IL BEAVER CREEK INSIEME AL VECCHIO CARSON E IL FIDO TIGER JACK...)

  • 1023 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social