La mia prima volta a New York

Ho deciso di scrivere questo diario di viaggio con l'intenzione di dare qualche consiglio a tutti coloro che lo leggeranno e che hanno in programma di partire per New York. VOLO: British Airlines da Milano Linate con scalo a London ...

  • di chic88
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Ho deciso di scrivere questo diario di viaggio con l'intenzione di dare qualche consiglio a tutti coloro che lo leggeranno e che hanno in programma di partire per New York.

VOLO: British Airlines da Milano Linate con scalo a London Heathrow e arrivo al JFK di New York, costo totale per 3 persone € 1400,00.

Sfortunatamente il nostro volo subì un ritardo di 5 ore a causa di problemi tecnici all'aereo, per questo motivo, invece di arrivare alle 8:30 pm ore locali a NY arrivammo all'1:30 am.

Il controllo passaporti è stato molto rapido; ci hanno rilevato le impronte digitali e ci hanno scattato la foto di riconoscimento, qualche domandina di routine, tipo perché siete venuti qui e quanto avete intenzione di starci e stop, BENVENUTI NEGLI USA. Sarà stata l'ora tarda o sarà stato che probabilmente eravamo gli ultimi, ma all'aeroporto non ci perquisirono nemmeno, né noi né i nostri bagagli a mano (io avevo con me una bottiglietta d'acqua).

Grazie a ciò nel giro di un'ora eravamo già fuori, alla ricerca di un taxi.

Ecco in questo caso fate un po' di attenzione; non fatevi abbindolare dai taxisti irregolari che all'interno dell'aeroporto vi corrono dietro chiedendovi se volete un passaggio.

Alla fine della corsa vi ritroverete a dover sborsare cifre da capogiro. Affidatevi invece ai tipici taxi gialli newyorchesi che vi faranno spendere 50 $ portandovi davanti al vostro albergo.

Per il ritorno però il prezzo cambia, aumenta, per questo motivo vi sconsiglio di prendere il taxi e di affidarvi invece all'airtrain. Da manhattan potete prendere la linea della metro E, J o Z, scendete a Sutphin Blvd Archer ave e per il costo di 5 $, un sofisticatissimo trenino sopraelevato vi porterà direttamente al vostro terminal. Inoltre se avete la metrocard pagherete anche meno ca 3,5 $, vi basterà chiedere informazioni alle gentili assistenti che non aspetteranno un secondo a darvi una mano.

A NY C'è molto da vedere ma poco tempo per farlo, per questo motivo vi consiglio di partire attrezzati con una guida affidabile della città (lonely planet). Poi stilate una lista di ciò che vi interessa vedere e ciò che volete o dovete comprare, in modo da non arrivare all'ultimo giorno con mille cose da fare. HOTEL: Mi sento di consigliarvi di prenotare un Hotel senza la colazione, poiché a mio avviso è meglio consumarla fuori, nei baretti tipici in cui si fermano i newyorchesi pendolari. Qui troverete tutto il ben di dio del mondo, dai tipici bagel (panini a forma di ciambella) che possono essere riempiti con ciò che si vuole, agli Apple Danish, ai blueberry muffin (squisiti ed enormi, grandi quasi come una piccola torta), ai pancakes con il succo d'acero, fino alle ciambelle e ai cookies (giga biscotti croccanti e allo stesso tempo morbidosi). Per il bere scordatevi la tazzina con l'espresso (sempre che non andiate al cafè Ferrara a little Italy), qui regnano bicchieroni belli pieni e super ustionanti, che si bevono con la cannuccia.

Nonostante questo non ci si può lamentare, in quanto il cappuccino è veramente molto buono.

Dopo queste colazioni super abbondanti, arriverete all'ora di cena senza accorgervene. Noi a pranzo mangiavamo sola frutta o un panino leggero preparato al sacco.

MARKET: Ve ne cito 2 nei quali dovrete assolutamente andare, Dean and De Luca e Whole food market. Bellissimi ma soprattutto fornitissimi, nel primo troverete una vasta scelta di frutta e verdura, mentre nel secondo cibi per tutte le etnie e per tutti gli stili di vita, dal vegano, al sushi fino al tibetano. Quello a Union sq ha un fantastico self service che vi permetterà di fare qualche assaggino qua e là prima di decidere definitivamente cosa mettere nel piatto. Purtroppo all'ora dei pasti è facile trovare un po' di coda alle casse, ma grazie agli efficienti ''smistatori'' e al sistema organizzativo americano vedrete che la fila si snellirà velocemente nel giro di pochi minuti. Ma se avete deciso di prendere una zuppa e a voi piace molto calda, non preoccupatevi perché al piano superiore avrete la possibilità di scaldarla utilizzando dei comodi forni a microonde. Se volete risparmiare su acqua e desserts sempre in questo piano troverete: fontanelle con acqua potabile e cestini con assaggini di biscotti fatti in casa . RISTORANTI: Ce ne sono per tutti i tipi e per tutte le nazionalità, quindi sbizzarritevi perchè forse solo qua potete farlo

  • 890 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social