Il Nostro West Agosto 2007

Sinceramente l’avevamo data per persa… L’intenzione era sempre stata quella di andare in CALIFORNIA, desiderio covato sin da inizio anno, ma poi, in concreto, prima devi avere il periodo di ferie confermato al lavoro, poi “pretendi” di trovare un volo ...

  • di emy12
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Sinceramente l’avevamo data per persa... L’intenzione era sempre stata quella di andare in CALIFORNIA, desiderio covato sin da inizio anno, ma poi, in concreto, prima devi avere il periodo di ferie confermato al lavoro, poi “pretendi” di trovare un volo (magari da Bologna, visto che noi siamo di Ravenna) ad un prezzo onesto e così si fa metà luglio e ancora non hai concluso nulla... Ma ecco che, COLPO DI SCENA, Emiliano guarda per l’ennesima volta su Expedia e, miracolosamente, ci trova i primi last minute per agosto! Un veloce “aggiustaggio” al periodo di ferie (si è trattato di chiedere al mio Direttore, implorante, un paio di giorni in più) ed il volo è prontamente acquistato: € 850,00 a testa, andata e ritorno, con partenza da Roma-Fiumicino (lunedì 6/8) e rientro su Milano-Malpensa (martedì 21/8); tenete presente che un cliente di Emi, più o meno stesso periodo, ha speso € 1500,00 con volo da Bologna... Lun. 6/8 ore 00.30 si chiudono ufficialmente le valigie e, all’una di notte, il fratello di Emi passa a prenderci per accompagnarci in stazione a Bologna. Il nostro treno parte alle 2.22, arrivo a Roma (stazione Tiburtina) previsto per le ore 7. Naturalmente posto in treno prenotato ma preferisco sorvolare su questa prima tranche di viaggio dove, nella penombra (per non dire buio pesto!) di quel vagone, ho visto, credo, quasi tutte le razze umane tranne qualche “banalissimo viso pallido”.

Nel dormiveglia (con sempre un occhio alla valigia di Emi, rimasta nel corridoio perché non stava nello scomparto, dove già siamo in 6 piuttosto strettini) passa questa prima manciata di ore. Arrivati in stazione prendiamo il metrò che ci porta all’aeroporto di Fiumicino. L’aereo Roma-Philadelphia, che sarebbe dovuto partire alle 11.15 parte in realtà con un’ora di ritardo, ma poco importa, ci “spariamo in scioltezza” anche queste 9 ore di volo.

Carino l’aeroporto di Philadelphia! Ho sbirciato nella sala-arrivi (noi ovviamente, essendo passeggeri in transito, non possiamo entrare) un’architettura decisamente avveniristica, stemperata da gruppi di persone che attendono i loro cari con palloncini colorati e mazzi di fiori... Il prossimo volo (Philadelphia-Los Angeles) dovrebbe essere di 6 ore scarse, ma sono diventate 7 abbondanti causa ritardo nell’imbarco dei bagagli (alla partenza) e indisponibilità del gate (all’arrivo).

Arriviamo a LOS ANGELES alle 22.20 (ora locale), in Italia 9 ore avanti... Sinceramente quando arrivi, tra lo sbattimento del viaggio e il fuso, non hai ben chiaro quanto tempo è passato e che giorno è... Solo una cosa ti è chiara: sei arrivato a destinazione, il viaggio è andato tutto sommato benone, hai recuperato i bagagli (cosa non da poco, vi assicuro, soprattutto dopo quello che si è sentito nei giorni scorsi al telegiornale!) e soprattutto: SEI IN VACANZA, quindi di sapere “che ora è” te ne frega relativamente poco! Prendiamo la navetta della Hertz ed andiamo a recuperare il ns. “bolide” (MAZDA 6), prenotata sempre via internet dall’Italia, dopo di che ci dirigiamo (con l’aiuto del ns. Preziosissimo navigatore) verso l’ECONO LODGE, anche questo preventivamente prenotato...Direi che ci meritiamo proprio una SANA DORMITA!!! Mart. 7/8 La ns. Prima giornata americana inizia da HOLLIWOOD! La nota scritta a lettere cubitali ci appare un po’ annebbiata...C’è, in effetti, un po’ di foschia e la giornata si rischiara completamente solo in tarda mattinata...È anche piuttosto caldo! Gironzoliamo al Kodak Theatre (per intenderci quello dove vengono consegnati gli Oscar), “calpestiamo” la Walk Of Fame (il marciapiede con le stelline dedicate alle varie star e quello con le impronta e gli autografi dei vari Vip dinanzi al Chinese Theater), un’occhiatina a qualche sfavillante negozio e qualche foto di rito...Magari proprio con l’Uomo Ragno o Cat Women (già... qui si aggirano per la strada per attirare i turisti e creare un po’ di atmosfera da cartoon)

  • 650 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social