NYC: cose ovvie e altre no

Capitolo 1: ma veramente è così? La premessa è che new york è incredibile, non è come uno se la aspetta, voglio dire, se uno se la aspetta caotica, enorme, ingestibile, violenta addirittura, allora no: non è come uno se ...

  • di marcocherubini
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Capitolo 1: ma veramente è così? La premessa è che new york è incredibile, non è come uno se la aspetta, voglio dire, se uno se la aspetta caotica, enorme, ingestibile, violenta addirittura, allora no: non è come uno se la aspetta.

La gente per strada per esempio, è gentilissima: se ti vedono con una cartina in mano e lo sguardo perso, arrivano subito in soccorso.

Adesso lo faccio anche io a Roma, prima lo facevo raramente.

Questa è la premessa, adesso andiamo con ordine, più o meno.

L'arrivo all'aeroporto L'arrivo non è esaltante, io sono atterrato al jfk: ciampino è più carino, per capirci.

Si scende dall'aereo e si arriva in questo androne con dei desk che sembrano le casse del supermercato, dove ci si mette tutti in fila.

Si arriva alla cassa, diciamo così, dove c'è un poliziotto [non auguro a nessuno di incontrare la tipa che ho incontrato io] che fa una foto con una specie di webcam, e prende le impronte digitali.

Siccome dopo 8 ore di viaggio non si è proprio lucidissimi, e i poliziotti parlano molto velocemente e solo in inglese, la faccio semplice: bisogna mettere l'indice su un piccolo scanner, tipo quelli del supermercato [sembrerò monotono, però è così!], ma in versione ridotta.

Poi si va a prendere i bagagli [con le dita incrociate: per dire, a me l'hanno smarrito] si prende il taxi [sui 40 dollari] e si va a manhattan.

Le mance In generale si va dal 10 al 20%, è a discrezione: lasciare il 10% è abbastanza comune, i camerieri non fanno salti di gioia, ma neanche guardano con disprezzo. Nei fastfood, takeaway e streetfood ovviamente non è necessario lasciare la mancia: non sono posti da trascurare, ce ne sono alcuni dove si mangia veramente bene: ne parliamo dopo. Quando si prende il taxi per spostarsi all'interno di manhattan, si può arrotondare al dollaro superiore e lasciare un altro dollaro. Per le cameriere che rassettano la stanza, va benissimo anche un dollaro [poi dipende dall'albergo].

Le file Gli americani sono affascinati dalle file, fanno la fila per qualunque cosa, anche quando non sembrerebbe proprio necessario: è questo il motivo per cui le file scorrono. Questo per dire che se ci si trova davanti una fila lunghissima in un posto dove si voleva andare, si può benissimo provare a mettersi in coda per un paio di minuti: è probabile che fili molto più veloce di quanto si poteva pensare. L'unica fila che non passa mai è quella dell'empire state building, ma vale la pena.

Le tasse I prezzi esposti non sono comprensivi di tasse, mai, neanche al supermercato. Nello stato di new york, l'iva è del 9%, si paga praticamente su tutto, ma non sull'abbigliamento, se la spesa è inferiore ai 100 dollari. Anche le scarpe rientrano nella categoria abbigliamento, le borse no.

I prezzi A new york la cosa più costosa sono gli alberghi, il resto è parecchio conveniente. Due persone mangiano MOLTO bene con 30 euro, per capirci. Un altro esempio: l'ipod in Italia costa 199 euro, negli Stati Uniti 199 dollari, che sarebbero 140 euro. In generale, 10 dollari son 7 euro: i conti si fanno facilmente. Capitolo 2: quando si va a ny, dove si va? La premessa è che non si va a New York, che è enorme, ma a Manhattan, che non è poi così grande.

Il consiglio è di partire dal basso: volendo essere precisi, dalla Statua della Libertà.

Non che sia la cosa più bella di New York, tutt’altro: per comodità.

Dal basso significa arriva a Battery Park da dove partono i traghetti per Ellis Island.

I traghetti sono a pagamento, e la fila è una cosa spaventosa

  • 485 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social