New York e dintorni: consigli per l'uso

Il nostro racconto non vuole solo essere la semplice cronaca di un viaggio estivo ma anche un tentativo di proporre utili informazioni e consigli per chi volesse recarsi in vacanza a New York e dintorni sfruttando al meglio il tempo ...

  • di clastex
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Il nostro racconto non vuole solo essere la semplice cronaca di un viaggio estivo ma anche un tentativo di proporre utili informazioni e consigli per chi volesse recarsi in vacanza a New York e dintorni sfruttando al meglio il tempo della permanenza.

Non avendo l’abitudine di appoggiarci alle agenzie di viaggio, almeno per l’organizzazione di vacanze in Paesi tranquilli, Claudia ed io (Stefano) abbiamo deciso circa tre mesi prima della partenza di prenotare autonomamente via internet il volo da Roma a New York (a/r circa 620 € a testa su EDreams), il volo NY – Buffalo (a/r 85 € a testa sempre su EDreams) per visitare le cascate del Niagara, l’albergo Best Western President Hotel a New York (120 € a camera per il solo pernottamento su Venere.Com), il bus per Philadelphia (a/r 39 $ a testa sul sito Greyhound.Com prenotando con la formula 3days advance che permette di ottenere un forte sconto se si acquista il biglietto almeno 3 giorni prima del viaggio) e l’indispensabile (considerato che negli USA non vige la copertura sanitaria pubblica e le cure ospedaliere, almeno quelle di qualità comparabile alla nostra, sono a pagamento) assicurazione sanitaria che abbiamo stipulato sul sito Viaggisicuri (pacchetto ORO per viaggio singolo a circa 40 € a persona).

24 agosto 2007 Il nostro viaggio nella East Coast degli USA è iniziato il giorno 24 agosto quando siamo partiti da Ancona in auto per raggiungere l’aeroporto di Fiumicino ed imbarcarci sul volo Eurofly diretto a New York JFK delle 14:50.

Il volo, effettuato su un aereo nuovissimo, è partito con circa 45 minuti di ritardo, recuperati in pieno durante il tragitto ed è stato piacevole e tranquillo conducendoci a destinazione dopo circa 8h e mezzo quando nella Big Apple erano le 18:30. Appena giunti all’aeroporto JFK, dopo aver sbrigato abbastanza velocemente le formalità doganali (riconoscimento con foto e impronte digitali), ci siamo diretti verso la stazione dell’Airtrain, situata all’interno dell’aeroporto, mezzo veloce e pulito che ci ha condotti al prezzo di 5 $ a testa fino a Jamaica station, dalla quale, tramite la linea blu della subway (2 $ a testa per il singolo viaggio) abbiamo raggiunto il nostro albergo situato sulla 48th strada tra l’8th avenue e Broadway, a neanche 40 metri da Times Square, dopo un viaggio di circa 50 minuti.

Consigliamo di sicuro questo tipo di collegamento con il JFK in quanto molto meno dispendioso del taxi che fino Manhattan costa 50 $ (se il tassista è onesto e segue le direttive comunali) escluso il pedaggio del ponte di accesso all’isola ed è soggetto ai continui intasamenti del traffico.

L’addetta alla reception dell’Hotel, molto comodo e pulito, con collegamento wi-fi incluso nel prezzo (funzionante però solo nella hall) che ci ha permesso di contattare l’Italia completamente gratis utilizzando Skype, ci ha accolto con estrema gentilezza assegnandoci però una stanza molto piccola e rumorosa al sesto piano rivolta sul cortile interno del fabbricato.

Dopo le nostre immediate lamentele (l’aria condizionata non si poteva regolare né spegnere) ci hanno assegnato un’altra stanza al piano superiore, stavolta molto più spaziosa e panoramica e decisamente più confortevole della precedente (poco male per la stanza al sesto piano...L’hanno rifilata alla coppia arrivata immediatamente dopo di noi...).

Stanchi ed affaticati dal viaggio (per noi sarebbero state le 3 del mattino) dopo aver comprato alcune bottiglie d’acqua in uno shop vicino all’albergo ed averne constatato il prezzo esorbitante (al litro circa il doppio di una Coca Cola) ci siamo diretti in camera ed addormentati subito

  • 95660 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Elisa Marchiori
    , 11/7/2010 17:11
    Noi ( mio marito , io e i nostri 2 bimbi di 5 e 9 anni ) partiamo il 27 agosto e torniamo il 9 settembre ..... x le cascate del niagara volevamo noleggiare un'auto .... ma ora non lo so se è meglio un volo.....
  2. Dimori
    , 27/4/2010 11:37
    complimenti vivissimi, vado a New York con + entusiasmo. Dante Moriconi Roma

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social