USA & CANADA: a tale of two countries

Siamo appena tornati da un bellissimo viaggio negli Stati Uniti e Canada (11-29 agosto): ecco i dettagli del nostro itinerario: BOSTON: qui abbiamo passato le prime 3 notti. Arrivati con un volo Alitalia via Roma: il primo sorriso si scioglie ...

  • di andrea1970
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
 

Siamo appena tornati da un bellissimo viaggio negli Stati Uniti e Canada (11-29 agosto): ecco i dettagli del nostro itinerario: BOSTON: qui abbiamo passato le prime 3 notti. Arrivati con un volo Alitalia via Roma: il primo sorriso si scioglie quando ritiriamo le valigie, spedite direttamente da Linate nonostante le preoccupazioni legate alllo scalo a Fiumicino. Boston si presenta subito gradevole: bella la zona dell'harbour con un paio di bar all'aperto affollati ed in piena atmosfera da saturday nite. Ceniamo nel North End, nel cuore del quartiere italiano. Non siamo soliti bazzicare ristoranti italiani quando siamo all'estero ma stavolta facciamo un'eccezione, probabilmente suggestionati dagli entusiastici racconti promozionali di un bostoniano incontrato sull'aereo. Tutti da Monica's dunque per un'ottima (davvero!) zuppa di pesce e un discreto piatto di pasta. 60 USD a testa, mance escluse. Abbiamo calcolato poco meno del 10 % di mancia e il cameriere ci ha rincorso fino a fuori per restituircela indignato. Che caratterino! Ok, non lo sapevamo che nei ristoranti "belli" la mancia deve essere tra il 15 e il 20 % : prima figuraccia ma non importa, a nanna presto, il fuso incombe.

Il giorno dopo iniziamo a camminare: il modo più semplice di vedere le "attrazioni" di Boston è percorrere il Freedom Trail, ovvero un percorso di qualche Km segnalato da una doppia fila di mattoni rossi sull'asfalto. Bello il parco, Boston Common, e soprattutto Beacon Hill, sede di una storica battaglia della guerra di indipendenza americana. Siamo saliti sull'obelisco commemorativo: circa 392 gradini su per una scala stretta stretta. In cima, esausti, si gode però di una splendia vista sulla città e dalle anguste finestrelle si possono scattare delle belle foto.

Altre cose da fare a Boston: Cambridge, con Harvard e l'MIT possono essere interessanti ma a mio avviso ci sono troppi turisti per respirare la magica atmosfera dei college americani. Vale la pena anche una gita al Museum of Fine Arts e una passeggiata in Newbury St, ottima per lo shopping, sia per l'abbigliamento di marca sia per quello un pò particolare.

Per mangiare, non male la food gallery al Quincy Market dove trovi di tutto: dall'indiano al cinese, dal messicano alla pizza, per finire all'aragosta. E soprattutto la mitica clam chowder, specialità del New England rappresentata da una zuppa a base di vongole, patate sminuzzate, latte, panna, farina: buonissima! NEW YORK: nella grande Mela siamo arrivati con il treno Acela Express della Amtrak che, dopo un confortevole viaggio di tre ore e mezza, ci ha scaricato nella centralissima Penn Station. Una particolarità del treno: ci siamo, inconsapevolmente, accomodati in una "quiet car", vale a dire in una carrozza dove era proibito parlare al telefonino (suonerie rigorosamente spente o al massimo con la vibrazione) nonchè chiacchierare ad alta voce. A ricordarci i severissimi precetti ogni 20 minuti ci pensava il capotreno, solerte nell'invitare tutti gli occupanti della carrozza del silenzio al rispetto delle regole. Di NY è stato detto tutto: era la mia 2a volta ma la magia è sempre lì.

Siamo rimasti per tre notti compiendo un canonico giro turistico dilazionato in tre interminabili camminate: Central Park, Upper East side, ponte di Brooklin, Ground Zero, la Borsa, Chelsea, Soho, Tribeca, l'Empire State Building e le principali avenue.

Qualche tip gastronomico: di giorno, per colazione, provate il mercatino biologico davanti al Rockfeller Centre (mercoledì e venerdì), per pranzo vero must è l'hamburgerone al Cafè Toda, sulla Broadway dalle parti di Ground Zero sul marciapiede che ti porta al toro della Borsa: da fuori il posto sembra un pò fetido ma vi ricrederete al primo morso

  • 2268 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social