Non solo new york

Viaggio di Marisa & Co a NEW YORK E NON SOLO dal 24 luglio 2007 al 9 agosto 2007 Sono appena tornata da un viaggio stupendo, di quelli che non si possono dimenticare, tante e tanto forti sono state le ...

  • di marisa & co
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
 

Viaggio di Marisa & Co a NEW YORK E NON SOLO dal 24 luglio 2007 al 9 agosto 2007 Sono appena tornata da un viaggio stupendo, di quelli che non si possono dimenticare, tante e tanto forti sono state le emozioni vissute da me e la mia famiglia nel conoscere la stupefacente New York, le Cascate del Niagara e le storiche città del Nord-Est (Boston, Washington e Philadelphia). Per questo motivo ho deciso di scrivere questi appunti di viaggio che spero possano essere di aiuto agli amici di Turisti per Caso avendo a mia volta letto le loro esperienze. Premetto che l’intero viaggio (voli, soggiorno a NY e noleggio auto) è stato prenotato e organizzato su Internet con abbondante anticipo mentre gli alberghi della parte on the road sono stati prenotati volta per volta. I miei compagni di viaggio sono stati mio marito Roberto, i miei figli Maria Laura (17) e Carlo (11), mio cognato Maurizio (che è stato molte volte negli Usa) e suo figlio Andrea (12).

24 luglio 2007 Siamo partiti da Milano Malpensa alle ore 12 con volo British Airways facente scalo a Londra Heatrow e poi da lì con un Boeing 747 delle ore 15,30 abbiamo raggiunto New York J. F. K. Airport. I biglietti sono stati acquistati on-line sul sito della British Airways e pagati quasi 700 euro a persona con un risparmio in confronto all’Alitalia di almeno 200 euro a biglietto che per una famiglia di quattro persone è notevole (a proposito, sono riuscita a utilizzare due tra gli aeroporti più a rischio di terrorismo del mondo!). La British consente di scegliere i posti sull’aereo 24 ore prima della partenza mediante il check-in on-line, ma il sistema ci ha impedito di farlo sulla tratta più lunga e solo a al banco British, a Malpensa, abbiamo potuto richiedere l’assegnazione dei posti senza però ottenere quel che volevamo. Arrivati al J.F.K. Airport ci sono stati consegnati subito i bagagli che avevamo imbarcato (anche se per precauzione i nostri bagagli a mano contenevano l’indispensabile per il soggiorno). Superate pazientemente le formalità dell’immigration - tutto sommato abbastanza veloci - abbiamo prenotato al banco del Ground Transportation un pulmino Super Shuttle tutto per noi (sei persone) al costo di 73 dollari più 9 di pedaggi (mai inclusi). Arrivare a Manhattan dai Queens e vedere quella selva di grattaceli sempre visti in fotografia e nei film è un’emozione così forte che non si può descrivere. Giungiamo all’Hotel Roosevelt, all’incrocio tra la Madison Avenue e la 45° street, e devo dire che la posizione è strategica proprio come avevo immaginato. L’hotel, grazie ai suoi prestigiosi spazi comuni in stile anni ’20, è stato usato come location di numerosi film quali Wall Street, Malcom X, French Connection e da ultimo Natale a New York con De Sica. Ma non per questo abbiamo scelto questo hotel bensì per la disponibilità di camere dotate di doppio double-bed a una tariffa veramente conveniente e per l’ottimale collocazione. La prenotazione è stata effettuata on-line sul sito del Roosevelt al prezzo di 1.800 dollari per camera (circa 1.300 euro) per sei notti senza colazione. Purtroppo a NY la colazione non è mai inclusa e non conviene pagarla in albergo. Siamo subito usciti diretti a Times Square dove la folla, le luci, gli schermi giganti, le limousine e i grattaceli ti fanno sentire all’improvviso al centro del mondo e nessuna macchina fotografica e nessuna telecamera potranno mai riprodurre quella realtà festosa e caotica. Naturalmente, abbiamo trascorso lì tutta la serata per la gioia nostra e dei ragazzi in quanto c’è di tutto: il Visitor Center, Toys ‘r’ us (negozio di giocattoli con ruota panoramica all’interno), gli studi di MTV che - ho letto - trasmette anche dalla terrazza sulla strada, Hard Rock Cafè, Planet Hollywood, Virgin Megastore, Bubba Gump (ristorante ispirato al film “Forrest Gump”) e tanto altro ancora

  • 1923 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social