Orlando e "La Teoria della Relatività"

L' ultimo viaggio "fai da te" organizzato senza internet è stato nel 1997. A pensarci adesso mi viene ancora da ridere nonostante siano già passati 10 anni: una marea di telefonate e lettere in mezzo mondo per chiedere prezzi e ...

  • di dbarald
    pubblicato il
  • Viaggiatori: in coppia
 

L' ultimo viaggio "fai da te" organizzato senza internet è stato nel 1997.

A pensarci adesso mi viene ancora da ridere nonostante siano già passati 10 anni: una marea di telefonate e lettere in mezzo mondo per chiedere prezzi e prenotare. Oggi è tutto molto più facile, infatti dopo quel viaggio, ho deciso anch' io di entrare nella rete. Ho fatto una settimana a Orlando e 2 giorni a New York con la mia mogliettina. Non avevamo ancora figli, eravamo sposati da un anno, e quindi era da un anno che non facevo sesso. Funziona così, lo dico per tutti quelli che hanno intenzione di sposarsi. E' stata anche l' ultima volta che sono andato in vacanza in agosto. Il clima in Florida in quel periodo è pazzesco: sembra di stare all' inferno. Poi vi spiego meglio.

Abbiamo fatto il viaggio con la mitica TWA (pace all' anima sua) che consentiva una fermata a NY senza sovrapprezzo. Ci si sentiva fighi nel momento stesso in cui si saliva la scaletta dell' aereo e si leggeva la scritta TRANS WORLD sulla fusoliera. Ma perchè non c'è più questa linea aerea?? Salendo la scala dal portello anteriore si ha una visuale della cabina di pilotaggio, e ho visto benissimo, il comandante stava leggendo attentamente un libro dal titolo inquietante: Learn to fly the B767 in 10 lessons! Il personale viaggiante era da reparto geriatrico: il comandante e il suo galoppino avevano i capelli bianchi (bianchi, non grigi), e le hostess (ma chiamiamole col loro nome, che significa "assistenti di volo"?) erano tutte sessantenni. Nonostante tutto il volo è stato perfetto e puntuale. Ovviamente io speravo che ai 2 cazzoni la davanti venisse un infarto per potermi mettere io ai comandi e diventare un eroe e avere magari la green card... Tanto c' era il libro.

Chi non è mai stato negli USA sappia che, chi viaggia senza visto (cioè tutti), ha l' obbligo di compilare un modulo che viene distribuito in aereo. Questo modulo va consegnato insieme al passaporto ai funzionari dell' immigrazione una volta arrivati.

Il fatto è che la cosa è terribilmente seria: se sbagliate a rispondere a qualche domanda potreste ritrovarvi in uno stanzino ricoperto di piastrelle bianche, completamenti nudi, e obbligati a toccarvi le punte dei piedi con le mani, mentre un medico si infila dei guanti in lattice e si appresta ad effettuarvi un' approfondita ispezione delle cavità corporee. Per me la cosa è ridicola; tanto per farvi un esempio di che tipo sono le domande: "avete mai commesso un genocidio?" "siete mai stati arrestati per aver commesso un' azione depravata?" "avete mai fatto uso di droghe?" (beh...Cosa intendiamo per "droghe"?...) e poi la migliore "avete intenzione di commettere attività illegali negli Stati Uniti?" Cosa converrà rispondere secondo voi? Mi ricordo che nel mio primo viaggio negli USA nel '91 c' era anche: "siete mai stati iscritti ad associazioni sovversive o comuniste?" Stavo per rispondere:"no, ma sono andato alla festa dell' Unità a mangiare polenta e salsiccia", ma poi mi sono visto nello stanzino bianco e allora ho risposto semplicemente no.

Torniamo a noi. Appena arrivati al JFK bisogna ritirare il bagaglio e rifare il check in anche se si prosegue con un altro volo della stessa compagnia. E' una stronzata, lo so, ma è così. Dopo 3 ore prendiamo il volo per Orlando. Scendendo dall' aereo nel tubone ed accedendo al terminal non avevo idea di cosa mi aspettasse all' aperto.

Ero un povero coglione e non mi fidavo a noleggiare una macchina, così per il trasporto ci affidiamo alla Mears Motor Shuttle, che a Orlando è una vera istituzione. Organizza trasporti per tutti gli hotel e per tutte le attrazioni. Uscire all' aperto è stato come beccarsi un pugno in faccia da Tyson, sul serio! Il caldo e l' umidità erano da record, insopportabili. Ma come ci resisto qui una settimana? E si che provenendo dalla Pianura Padana dovrei essere abituato a questo clima schifoso, ma qui è 10 volte peggio. Mai andare in Florida in Agosto: segnatevelo nelle cose da fare

  • 491 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social