Le luci di new york

Eccomi qui a raccontare la mia avventura americana con la mia amica Marlene..in realta' e' stata lei a trascinarmi verso la Grande Mela ma devo dire che sono ben felice d'averla segluita.... Gia' da parecchi mesi ne parliamo e finalmente ...

  • di occhiverdi77
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Eccomi qui a raccontare la mia avventura americana con la mia amica Marlene..In realta' e' stata lei a trascinarmi verso la Grande Mela ma devo dire che sono ben felice d'averla segluita...

Gia' da parecchi mesi ne parliamo e finalmente a meta' Gennaio prenotiamo volo per il 22 Aprile:infatti ben sappiamo che prima si penota maggiori possibilita' abbiamo di risparmiare o trovare una tariffa decente...Dal nostro vicino aereoporto di Venezia esiste il volo diretto della Delta Airlines...Ma ahime' siamo gia' a piu' di 1000 Euro a testa, decisamente troppo per il nostro budget. Cercando cercando troviamo cosi un volo Iberia con scalo a Madrid ovviamemte a soli 506 Euro..Fatta!!! Per l'albergo abbiamo forti indecisioni: tutti costano molto e di alcuni non leggiamo assolutamente commenti positivi, specie per quanto riguarda la pulizia...Purtroppo poi i due che ci ispiravano (hotel edison e hotel Salisbury) non hanno disponibilita' per tutto il periodo di nostra permanenza: cosi "ultima spiaggia" e' l'hotel Pennsylvania...Vicino alla Penn Station,davanti il Madison Square Garden e, per farvi apire, all'incrocio tra la 7th Avenue e la 34th Street.

Si rivelera' poi una ottima posizione per muoverci, anche se la grande confusione che vi regna (1800 stanze, un casino di gente che va e viene a tutte le ore del giorno senza nessun minimo controllo o limitazione d'accesso) e la scarsa pulizia delle stanza non ci permettono di consigliarlo. Diciamo che poi noi la sera eravamo talmente cotte dalle lunghe camminate che dormivamo alla grande,anche se non è stato facile abituarsi alle continue sirene di polizia-vigili del fuoco-ambulanze che passano di continuo!!!! Arriviamo allora a New York alle 22 circa (2 ore di ritardo che avevamo gia' alla partenza causa aereoporto di Madrid)...Piove a dirotto,senza tregua!!!! La fase dell'atterraggio e' alquanto impressionante, sopra il nuovissimo Airbus dell'Iberia infatti c'e' la telecamera che mostra tutto...Sembra di schiantarsi sinceramente... I controlli della dogana si rivelano meno terrificanti di quanto pensassi: impronte digitali, foto dell'iride, controllo del ridicolo questionario che si compila a bordo,etc...Nessuno pero' ha mai guardato il mio bagaglio a mano (trolley piccolo) da Venezia fino alla camera d'albergo... Troviamo per fortuna le valigie e prendiamo il Supershuttle, un mini-van da 9 persone che parte per Manhattan appena e' piu' o meno completo..Costa 16 dollari a testa e ti porta all'indirizzo che te fornisci all'autista...Veramente comodo!!! Arriviamo in albergo sfinite, sistemazione bagagli, doccia e nanna...Domani si comincia l'esplorazione di New York city!!!! DOMENICA 23 APRILE: Ci svegliamo e ci accorgiamo che dalla finestra della nostra stanza non si vede nemmeno che tempo fa, talmente e' alto il grattacielo davanti... Guardiamo in tv e danno sempre pioggia...Infatti appena fuori siamo sotto il diluvio universale...Scopriamo subito la clazione da Starbuck's che diventera' il nostro rito iniziale della giornata (quasi nessun hotel a NY comprende infatti la prima colazione) ...E cosi scopriamo pure subito quanto cara e' la citta'...1 cappuccino (o meglio "biberon" come lo ribattezziamo noi) e un muffin 8 dollari a testa...Non male per iniziare!!! Ovviamente il tempaccio ci rovina parecchio i piani...Avevamo in mente subito di fiondarci alla Statua della Liberta' ma rimandiamo in attesa di miglioramento meteo...Ci infiliamo subito dentro da Macy's, considerato uno dei piu' grandi grandi magazzini del mondo...Effettivamente e' immenso a dir poco e c'e' di tutto...La mia prima impressione pero' sui negozi americani non mutera' per tutta la vacanza...Diciamo che hanno molto da imparare da noi italiani... Il buon gusto nell'esporre non e' il loro forte...Lo troveremo solo nei negozi italiani, non a caso...Il mio portafoglio ringraziera'!!!! Dopo un bel giro da Macy's quando usciamo il cielo e' supe grigio ma piove poco, sta leggermente migliorando...Cominciamo ad avviarci a piedi verso Times Square che in lontananza fa brillare le sue luci, nonostante la forte foschia che ci nasconde la cima dei grattacieli alzando il naso all'insu'...Incredibile!!! Times Square e' proprio come si vede in tv...L'incrocio di piu' avenue in uno sfavillante show di luci, suoni e pubblicita' su mega maxi schermi...E il disastro di gente a tutte le ore!!! Gran bei negozi, non perdete un giro da Toys 'R'Us (anche se siete adulti!!!)...Saltiamo il museo delle cere,filiale di quello londinese e a piedi andiamo verso la famosa 5th Avenue percorrendo la 48th strada piena di bancarelle di tutti i tipi...Anche qui predominano asiatici e cinesi...Non tanto diverso che da noi ormai!!! Sbucate sulla 5th la percorriamo verdo destra, verso la punta di Manhattan, quindi nella parte meno lussuosa ma forse piu' interessante a mio avviso..Dopo poco ci imbattiamo nella maestosa Public Lybrary, la biblioteca di NY (se qualcuno ha visto il film "the day after tomorrow" e' il luogo dove si rifugiano i ragazzi e bruciano libri) ...Da non perdere internamente la sala di lettura, spettacolare. Usciamo e splende il sole...Ci sediamo 2 minuti nel Bryant Park, un parco piccolo ma carino che spunta tra i grattacieli...Torniamo verso la zona del nostro hotel decidendo di salire sull' Empire State Building...La cosa infatti oggi non sembra essere lunghissima. Ci si impiega circa un'ora tra controlli, biglietto, ascensori,etc...Purtroppo c'e' molta foschia tanto che non si vede nemmeno il ponte di Brooklyn...Pero' inizia a calar il sole e al tramonto lo spettacolo e' veramente notevole...!!!! LUNEDI 24 APRILE: tutti ci hanno consigliato di visitare Lower Manhattan, il distretto finanziario di gg lavorativo...Cosi ci avventuriamo verso la city...Solito percorso attraverso Wall Street (peccato, non si puo' entrare e nemmeno avvicinarsi piu' di tanto per motivi di sicurezza). La zona e' molto carina, strade strette con gattacieli impressionanti ai lati...Fa un freddo micidiale anche perche' i raggi del sole non passano proprio...Passiamo poi davanti allla Federal Reserve e alla Trinity Church finche' il percorso ci spalanca all'improvviso alla vista l'enorme buco dell'ex World Trade Center...Beh e' impressionante, inutile nascondercelo...Proprio in questi giorni inaugurano il cantiere per la ripulita totale e l'inizio del nuovo cantiere...C'e' tutta la lista dei nomi dei morti (definiti gli eroi dell'11 settembre)...Io rimango scossa indubbiamnente ma un po' perplessa avendo un'idea abbastanza critica verso quanto accaduto e verso l'amministrazione Bush... E ancor di piu' davanti a quanto vedo all'interno della chiesa diventata un mausoleo sull'11 settembre...La chiesa di st.Paul's...Anche perche' mi apre ci guadagnano parecchio sopra..Vabbe' poi ognuno interpreta in base allle proprie idee..

  • 270 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social