Inverno in California

24 Dicembre 2006 Dopo qualche indecisione tra California e Florida, abbiamo scelto la California poiche’, dopo aver consultato le previsioni meteo su www.weather.com, sappiamo di trovare un tempo migliore (anche se le temperature saranno piu’ basse, attorno ai 20°). Così ...

  • di moreno65
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

24 Dicembre 2006 Dopo qualche indecisione tra California e Florida, abbiamo scelto la California poiche’, dopo aver consultato le previsioni meteo su www.Weather.Com, sappiamo di trovare un tempo migliore (anche se le temperature saranno piu’ basse, attorno ai 20°).

Così alla mattina alle 8 partiamo da Malpensa con British Airways, che ci portera’ prima a Londra e poi a Los Angeles, dove arriviamo nel pomeriggio; dopo aver svolto le varie operazioni (impronte digitali e permesso di soggiorno) per la verita’ abbastanza velocemente, ritiriamo i bagagli ed usciamo dall’aeroporto. Prendiamo il transfer dell’Avis che ci porta a prendere la nostra auto a noleggio; la giornata è splendida e la temperatura ottima. Ritirata l’auto, andiamo nel nostro albergo, un Best Western gia’ conosciuto in ns. Viaggi precedenti, e comodamente prenotato dall’Italia (nelle vicinanze c’è un’ottimo ristorante messicano). Poi, un po’ stanchi, andiamo a dormire.

25 Dicembre 2006 Questa mattina ci svegliamo presto (come sempre ci succede il primo giorno per l’effetto del fuso orario), così dopo un’ottima colazione in albergo compresa nel prezzo della doppia, ci mettiamo in viaggio. Visto che oggi è Natale, e ci sono molte attivita’ chiuse, decidiamo di fare un po’ di strada e di andare a Las Vegas. Decidiamo di arrivare il prima possibile senza fare deviazioni o fermate intermedie (come altre volte abbiamo fatto), così da Los Angeles prendiamo la I10 e poi la I15, e nel primo pomeriggio siamo a Las Vegas. Qui cerchiamo subito l’albergo, vorremmo andare al Paris, ma c’è una fila kilometrica al check-in, e quindi optiamo per il New York New York. Sistemati in camera i bagagli, si esce sulla strip, dove c’è un sacco di gente come sempre in giro, la temperatura è buona finche’ c’è il sole (15°), poi però scende il freddo. Facciamo tutta la strip, visitando tutti gli alberghi che incontriamo sul percorso che sono tutti bellissimi...Anche se in precedenti viaggi li abbiamo gia’ visti, per noi è sempre piacevole “curiosare”...I piu’ spettacolari a ns. Avviso sono il Paris, il Venetian, il Cesar Palace ed il ns. New York New York. Per mangiare sfruttiamo la formula “all can you it”, le cene a buffet che la maggior parte dei grandi alberghi propone, e noi questa sera andiamo all’Excalibur. Poi dopo avere girato ancora un po’, il freddo e’ pungente, siamo nel deserto e l’escursione termica alla sera si fa’ sentire, quindi torniamo nel ns. Albergo ed andiamo a dormire.

26 Dicembre 2006 Oggi abbiamo deciso di visitare il Red Rock Canyon, circa 20 miglia ad ovest di Las Vegas, e questa sera di essere di nuovo in citta’; così chiediamo al New York New York la possibilita’ di una seconda notte. Il posto c’è, ma il prezzo della camera per oggi e’ quasi il doppio della notte precedente (questa è Las Vegas, dove niente va’ dato per scontato). Facciamo quindi il check out ed andiamo via, all’albergo penseremo piu’ tardi. Andiamo al Visitor Center a prendere informazioni, e poi usciamo dalla citta’ in direzione del Canyon. Il parco è piuttosto piccolo, con un percorso circolare di 13 miglia, pero’ bello da visitare se si ha una mezza giornata di tempo, anche se ci sono posti piu’ spettacolari da vedere nei dintorni a nord-est della citta’ di Las Vegas, posti come il Lake Mead e la bellissima Valley of Fire State Park, da noi gia’ vista in un precedente viaggio. Tornati a Las Vegas, prendiamo una camera all’Hilton Hotel (un po’ fuori rispetto alla strip) che paghiamo ancora meno della notte precedente...Questa sera si va’ a mangiare al buffet dello Stratosfere, l’albergo con la torre da cui vengono girate le scene del telefilm C.S.I. Poi giriamo ancora un po’ sulla strip (forse era meglio fare un giro in Fremont Street a vedere gli spettacoli di luci ed immagini proposti ogni ora...) e concludiamo così la ns. Visita di questa per noi bellissima citta’, dove anche se non si gioca nei casino’, c’è sempre un modo per divertirsi e rimanere stupiti da cio’ che si vede...Una citta’ comunque sempre in evoluzione, quando si torna a distanza di tempo si trova sempre qualche nuovo cantiere in costruzione... quindi nuovi alberghi, nuovi shopping center

  • 22084 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social