A wild honey moon!(Southwest USA)

Giusto per fugare subito i dubbi...se state girando su questo sito, perchè avete una vaga idea di fare una prossima vacanza negli States, ma avete paura che potrebbe essere una grande delusione (c' è poca storia, è in fin dei ...

  • di Magobedo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Giusto per fugare subito i dubbi...Se state girando su questo sito, perchè avete una vaga idea di fare una prossima vacanza negli States, ma avete paura che potrebbe essere una grande delusione (c' è poca storia, è in fin dei conti il regno degli hamburger, delle grandi catene, di MTV ecc...), chiariamo subito una cosa: gli States, almeno questa parte che ho visto e che andrò a descrivere (il South West), sono semplicemente meravigliosi ed un "fly and drive" da quelle parti si può rivelare un' esperienza indimenticabile! Partito anch'io con qualche pregiudizio, e con quel pizzico di antiamericanismo che mi porto appresso da sempre, devo ammettere che alla fine questi paesaggi mozzafiato e questa gente così genuina e gentile mi hanno conquistato.

Il discorso è...È molto strano...Da sempre mi sono chiesto come fosse possibile che dagli States arrivassero cose tanto belle ed importanti per la mia vita (il rock, certi film, certi romanzi) e nello stesso tempo altre così odiose (certe trasmissioni orrende e, beh: certi film, certi romanzi...).

Ebbene, l' emozione sta proprio nell' andare laggiù e scoprire che l' America "innocente e selvaggia", quella di Bob Dylan, dei Pearl Jam, di Tarantino, di Scorsese, di Kerouac, esiste in buona parte ancora, e che, soprattutto, attraverso un viaggio on the road di 35 giorni e di quasi 10.000 Km si fa sentire molto di più che quella commerciale ed "antipatica" che arriva spesso da noi.

Partiti, infatti, per questo viaggio con l'idea di andare alla ricerca di un' America "peduta", pensavamo che la ricerca ci sarebbe costata km e km, e tutto questo senza forse nemmeno raggiungere il nostro scopo ...E invece? Beh, non c' è stato alcun bisogno di cercarla, questa America, perchè è stata lei ad investirci appena lasciata S. Francisco: subito lunghe striscie d' asfalto nel niente, ma un niente che in realtà erano: immense pianure vergini, vasti secchissimi deserti, canyons imponenti, foreste verdissime piene di scoiattoli dall' odore intenso di resine e pini...E poi, ogni tanto (e spesso a ore di auto l'uno dall' altro) piccoli centri abitati composti da: un barbiere, un meccanico, due taverne con tavoli da biliardo, tre motel, un market...(tipo: avete presente il vecchio telefilm "Hazzard"? Ecco.).

In tutto questo abbiamo visitato anche diverse città: San Francisco, appunto, Tucson, San Diego, Los Angeles...Eppure torni e ti chiedi...Ma dov' è l' America dei grattacieli, dei grandi business, ecc...Ecc...La stessa Los Angeles è gigantesca e piatta e, in realtà, la zona dei grattacieli è molto piccola rispetto alla vastità della città (rigurado al resto: poche case superano i due piani d' altezza...).

In più...In Messico, come in Giamaica, ricordo che letteralmente rabbrividii di fronte a cose come Cancun o Montego Bay: riserve turistiche in stile "Gringo" fatte di albergoni, cemento, e finzione imperante e scocciante...Ebbene, per assurdo (ok, Las vegas a parte) non ho visto nulla di simile sulle coste Californiane, ma anche qui ho invece visto paesini molto gradevoli e discreti e finamai Santa Monica o Venice Beach (che sono i due quartieri sul mare di Los Angeles) sono molto tranquilli e vivibili, in realtà...

Certo, direte, ma le catene che vendono hamburger, tacos, sandwich, ecc? Vero, ce ne sono tante, ma spesso il loro ruolo (Mc Donalds incluso) è relegato a quello che qui in Italia hanno i nostri autogrill, e non è che nelle città se ne avverta più che tanto la presenza...Per dire, si avverte di più la presenza del McDonalds a Milano che non a San Francisco o a San Diego!!!! Pazzesco! Un viaggio che un po' spiazza, insomma, vista l 'immagine di "antipatica superpotenza" che si ha degli Staes da qui...Certo, rimarrà vero che il governo americano ha una politica estera che definire discutibile è, secondo me, ancora poco, però...Beh, diciamo che ora ho anche l' idea che se si parla di ciò che si vede laggiù semplicemente passeggiando per le strade, l' America, pur con evidenti difetti e problemi che ci sono, e che magari dirò più avanti (ma ogni nazione ha i suoi, no?), è incredibilmente genuina ed affascinante...Come la sua gente: educata, disponibile, curiosa di avere un dialogo con i turisti e, sempre, quasi esageratamente gentile

  • 1554 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social