The West USA: un sogno diventato realtà

Diario di viaggio West U.S.A. 27 Maggio – 14 giugno 2006 Sabato 27 Maggio : Milano - San Francisco Per il nostro 10° anniversario di matrimonio io (Francesca) e Paolo abbiamo deciso di regalarci tre settimane on the road. Dopo ...

  • di paolino66
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: 3500
 

Diario di viaggio West U.S.A. 27 Maggio – 14 giugno 2006 Sabato 27 Maggio : Milano - San Francisco Per il nostro 10° anniversario di matrimonio io (Francesca) e Paolo abbiamo deciso di regalarci tre settimane on the road.

Dopo tre lunghi mesi di preparativi il 27 maggio alle ore 7.00 eccoci all’aeroporto di Milano Linate, pronti a partire alla volta di Parigi e da lì volare per San Francisco (il volo l’avevamo prenotato via internet al costo di 680 € a fine Marzo). Così dopo 11h di viaggio alle 13.00 ora locale (22.00 in Italia) atterriamo sul suolo statunitense ... finalmente. Al contrario di quanto pensavamo i controlli prima di uscire dall’aeroporto sono stati abbastanza veloci e così eccoci sullo shuttle su e giù per le strade di San Francisco, alla volta del Motel Travelodge Golden Gate (al 2230 di Lombard street nel quartiere Pacific Heights, prenotato via internet prima di partire): alberghetto modesto ma pulito e con un’accoglienza decisamente cordiale.

Appoggiamo velocemente i nostri bagagli e usciamo nuovamente. Dopo alcune ricerche riusciamo a trovare la fermata dell’autobus numero 30 che ci porta fino in Union Square, dove acquistiamo, al prezzo di 18$ a testa, un biglietto valido 3 gg per tutti i mezzi di San Francisco, compreso il “mitico” Cable Car. Perlustriamo la zona: anche se in cielo splende un sole stupendo il vento freddo e pungente ci penetra dentro i giubbetti di jeans.

Decidiamo così di prendere il Cable Car e ci mettiamo compostamente in coda; dopo poco più di un quarto d’ora è il nostro turno: ad essere sincera è veramente impressionante vedere come sono ripide le strade di san Francisco; inoltre il nostro “cocchiere” e veramente simpatico e, anche se capiamo solo in parte quel che dice, ci allieta il percorso.

Arriviamo a Fisherman’s Wharf dove facciamo una piccola “puntatine” al Pier 39 dove decidiamo di mettere qualcosa sotto i denti: così ci dirigiamo verso uno dei tanti baracchini gestiti da orientali e prendiamo un panino ripieno di granchio, non male ! Visto che il fuso orario comincia a farsi sentire, decidiamo di ritornare in albergo, dove crolliamo immediatamente nelle braccia di Morfeo !!! Domenica 28 Maggio: San Francisco Questa mattina ce la prendiamo comoda (tra parentesi Paolo al posto della melatonina per sbaglio si è preso un bel sonnifero e così devo usare i cannoni per svegliarlo ...); intorno alle 9.00 comunque riusciamo ad essere pronti per uscire alla ricerca di un posto dove consumare la nostra prima colazione americana. Troviamo subito un posto vicino al nostro Motel e così ordiniamo: io un buttermilk con strawberry e Paolo un’omelette...OH MY GOD... Che porzioni gigantesche !!! con un po’ di fatica riusciamo a terminare comunque la colazione. Prendiamo quindi l’autobus numero 30 e poi la coincidenza con il 28 che ci porterà al GOLDEN GATE BRIDGE. La giornata è soleggiata, ma il vento non cenna a smettere e in alcuni momenti fa davvero freddo.

Il ponte mi affascina e quindi scatto le mie solite 50 foto... Da tutte le angolazioni possibili.

Ritorniamo sui nostri passi e ci dirigiamo in Lombard Street per percorrere a piedi il pezzo di strada più tortuoso di San Francisco: è veramente particolare e ben curata con molte aiuole fiorite e le case lungo i lati sono uno “spettacolo”. Dopo una visita alla Coit Tower (torre dedicata ai pompieri con splendida vista sulla baia), ci muoviamo verso il quartiere italiano, passando per Washington Square. Qui ci fermiamo a mangiare un boccone al ristorante De Lucchi

  • 581 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social