Un morso alla grande mela

VENERDI’ 2 GIUGNO 2006 Il nostro viaggio inizia alle 4 del mattino, la strada e’ deserta l’eccitazione a mille passo a prendere il mio ragazzo (Andrea) e da Monza partiamo per Bologna da dove parte il nostro volo. Alle 6,30 ...

  • di CHIACHIARA
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

VENERDI’ 2 GIUGNO 2006 Il nostro viaggio inizia alle 4 del mattino, la strada e’ deserta l’eccitazione a mille passo a prendere il mio ragazzo (Andrea) e da Monza partiamo per Bologna da dove parte il nostro volo. Alle 6,30 siamo arrivati e abbiamo lasciato la macchina nel parcheggio, alle 7 siamo già in aeroporto, ora inizia la lunghissima attesa visto che il volo parte alle 11.40!!! siamo arrivati tanto in anticipo x’ temevamo ci fosse troppo traffico a partire dopo visto che era venerdì ed era festa. Il nostro volo e’ partito con più di un’ora di ritardo perchè l’equipaggio che arrivava da Malpensa era bloccato nel traffico!!! (non sono stati previdenti come noi!!) Il volo e’ stato piacevolissimo, grazie anche agli schermi personali alla trasmissione di film etc e soprattutto molto tranquillo. Arriviamo al jfk alle 16.00 ora locale e troviamo ny sotto un cielo nero e un forte temporale (oleee questo tempaccio purtroppo ci ha seguiti per quasi tutta la settimana!) scendiamo e a passo veloce (per essere i primi del nostro aereo) e ci dirigiamo ai controlli doganali, dopo una ventina di minuti di coda e’ il nostro turno, impronta degli indici, foto, e via a prendere i bagagli e poi dritti al grand transportation desk. Pensavamo di raggiungere ny con la metro soprattutto x’ erano quasi le 5 e temevamo il traffico, ma la pioggia, la stanchezza ci ha fatto desistere e puntare sullo shuttle(35$ in due) pessima idea!!! siamo rimasti circa un’altra ora in aeroporto per caricare gli altri passeggeri, poi finalmente partiamo ma c’e’ un traffico impressionante andiamo quasi a passo d’uomo x’ e’ ora di punta, piove ed e’ venerdi!!! Sfiga delle sfighe siamo gli ultimi ad essere lasciati all’albergo!!. Sono le 21.00 e finalmente siamo in hotel, abbiamo scelto il carlton arms hotel (www.Carltonarms.Com), un piccolo hotel economico, ci hanno fatto scegliere tra 3 camere abbiamo scelto la piu’ piccola ma si vedeva che era stata da poco ristrutturata i sanitari erano nuovi e puliti e alla fine possiamo dire di esserci trovati bene. Ormai distrutti siamo crollati dal sonno senza nemmeno cena

SABATO 3 GIUGNO Le nostre speranze che fosse solo un temporalone estivo diventano vane appena ci svegliamo sabato mattina! Il cielo e’ ancora tutto coperto e durante la giornata piovera’ ancora. Ci dirigiamo alla subway e acquistiamo la metrocard settimanale (24 $ e corse illimitate in metro e in pullman). La metro anche se e’ un po’ vecchiotta e’ efficientissima e noi nonostante abbiamo camminato per infiniti chilometri l’abbiamo usata parecchio, per cui consiglio a tutti la metrocard settimanale, anche x’ una singola corsa costa 2 $. La metro per lo piu’ percorre quasi tutte le avenue, mentre i bus percorrono le street , molto comodi e frequenti anche questi. Per la nostra prima colazione siamo stati da starbucks , poi abbiamo visitato la grand central station davvero molto bella ( fermatevi a guardare il soffitto) poi visto che comunque era troppo presto ci siamo fatti una lunga camminata, siamo arrivati al flatiron bulding, finalmente senza impalcature per la ristrutturazione! E’ veramente carino e particolare, e’ poi e’ il primo grattacielo (anche se ha solo 21 piani) ad essere stato costruito con la struttura in acciaio. Abbiamo continuato la nostra camminata risalendo e fermandoci a bryant park...Deserto a causa del tempo e poi alla public library, merita una visitina per la grande sala di consultazione con grandi vetrate vista in numerosi film. Poi abbiamo iniziato la nostra passeggiata lungo la fifth avenue, seguendo bene o male l’itinerario della guida lonely, ci siamo fermati ad ammirare la st. Patrick cathedral, una cattedrale in stile gotico proprio in mezzo ai grattacieli, veramente bella, siamo anche entrati, c’e’ un organo grandissimo, peccato non averlo sentito! Poi ha ripreso a piovere abbiamo fatto una piccola svolta sulla 53 a vedere i 5 pezzi del muro di Berlino e poi ci siamo diretti al moma, sperando che una volta finita la visita al museo avesse smesso di piovere...Illusi!!!. Abbiamo fatto la nyc pass al costo di 63$ a testa che comprendeva l’ingresso al moma, all’osservatorio dell’empire, al museo di storia naturale, all’intrepid, al guggenheim e una crociera di 2 ore. Il moma non ci ha entusiasmati piu’ di tanto, per fare qualche esempio un’opera chiamata the blue, era una tavolozza tutta dipinta di blu, cose cosi’ solo all’ultimo piano vi sono opere di Picasso, Van Gogh, Matisse, Cezanne, etc, abbiamo anche visto la scultura di Boccioni che e’ rappresentata sui nostri 20 centesimi. La nostra giornata e’ continuata con la visita alla Trump tower, dove all’interno e’ presente una cascata! E la linea di abbigliamento di Donald Trump , abiti cuciti con filo d’oro!!! . Dopo siamo stati da Tiffany a rifarci gli occhi, allo store nba, dove ho perso Andrea per una mezz’ora, al disney store, da fao schwartz, da macy’s e in altri negozi. Infine siamo andati al museo di storia naturale, ma anche questo non ci e’ piaciuto granché, c’era anche una mostra dedicata a Darwin e 2 povere tartarughe gigante rinchiuse in una gabbia di plexiglas di 2 mt x 2! Cena con un trancio di pizza veloce e via a nanna

  • 260 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social