Il mitico West

IL MITICO WEST 14-26 giugno 2006 1° giorno – 14 giugno ’06 Siamo i soliti intruppati Enzo e Anna, Piero e Elena, Mauro e Nadia: partenza da Via Puccini h. 5.45. Transfer con bus all’aeroporto di Mi-Linate accompagnati da Carlo, ...

  • di wampirite
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

IL MITICO WEST 14-26 giugno 2006 1° giorno – 14 giugno ’06 Siamo i soliti intruppati Enzo e Anna, Piero e Elena, Mauro e Nadia: partenza da Via Puccini h. 5.45. Transfer con bus all’aeroporto di Mi-Linate accompagnati da Carlo, lavoratore instancabile!!! no, personaggio elegante, paziente e disponibile, per quanto di sua competenza, e partenza con volo di linea British Airways per Los Angeles con scalo a Londra-Heathrow.

Arrivo alle h. 19,15 locali (- 9 ore fuso); disbrigo delle formalità aeroportuali (foto, impronte e controllo passaporti) incontro con la nostra guida americana John Francis Barnes e transfer con bus all’hotel Wilshire Grand, dove arriviamo un po’ frastornati dal lungo viaggio, ma curiosi ed entusiasti per l’avventura che ci aspetta.

2° giorno – 15 giugno Incontro con Jack, l’autista americano di poche parole (non parla italiano), che ci accompagnerà durante i prossimi giorni per un percorso di circa 4.000 Km.

Iniziamo con un breve tour di Los Angeles: il Civic Center (Downtown), un imponente complesso di edifici governativi che comprende il Municipio, il Music Center for the Performing Arts Complet, il quartiere messicano con la casa più antica di Los Angeles, Marina Rey, Venice Beach con i suoi canali, la spiaggia di S. Monica, Baywatch ed infine Hollywood e Beverly Hills.

Ci inoltriamo per Hollywood Boulevard, quartiere famosissimo, anche se la maggior parte delle case cinematografiche ha ormai chiuso e non evoca che un pallido ricordo di quelli che furono i tempi d’oro del cinema, dove possiamo vedere le impronte delle mani e dei piedi e le firme delle più grandi stars del cinema proprio davanti al Mann’s Chinese Theatre, oggi semplice sala cinematografica. Vediamo anche immortalati i nomi di attori e personaggi famosi che hanno percorso la via su placche di ottone incassate in stelle rosa sul marciapiede della Walk of Fame, nella parte centrale di Hollywood Boulevard, a partire da quelle celeberrime di Marilyn Monroe.

Non è invece possibile fare il tour delle splendide ville dei famosi a Beverly Hills (già, non vogliono essere troppo disturbati!!!) e ci accontentiamo di una breve sosta in Rodeo Drive, con i suoi elegantissimi negozi (italiani e francesi ovviamente!) tra cui Armani, Valentino, Bulgari, memorabile soprattutto grazie allo sfrenato shopping di Julia Roberts in Pretty Woman. Siamo proprio nella capitale mondiale del cinema!!!! Segue la visita agli Universal Studios. Giro tra i set del cinema americano sul trenino che effettua diverse fermate nei luoghi più interessanti, con incontro, anche se parziale, con Denzel Washington avvistato, purtroppo troppo tardi, dall’attenta Peruzzi, a cui nulla sfugge!!!!! Lungo il percorso abbiamo visto da vicino la casa di Psycho, la bocca dello squalo che salta fuori da un laghetto nella cittadina di Amity, i villaggi dei film western, trucchi visivi e sonori con inondazioni, incendi, distruzioni e ricostruzioni varie.

Abbiamo assistito alle attrazioni di:  waterworld all’interno di una capiente arena composta per metà da gradinate (scaltra scelta di sederci nell’ultima fila per evitare improvvise docce) e per metà da una bella scenografia “post-atomica” che circonda un grande lago. Attori, moto d’acqua e addirittura un aereo che piomba sul grande specchio d’acqua in fiamme. Esplosioni, raffiche di mitra, tuffi e acrobazie spericolate animano la rappresentazione.

 animal actors all’interno di una piccola arena, un buffo spettacolo con protagonisti animali domestici. Poi ingresso a:  dracula passeggiata a piedi lungo un percorso buio tra ragnatele, polvere, pipistrelli e fantasmi.  Jurassic park dove a bordo di un gommone giallo, lungo un percorso prestabilito attraverso la foresta di Jurassic Park, si vedono da vicino alcuni dinosauri dell’omonimo film di Spielberg con ripida discesa e “splash” finale da urlo, dopo l’incontro ravvicinato con T-Rex

  • 464 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social