Viaggio in Sri Lanka, l'isola splendente

La piccola e ancora poco conosciuta perla dell'Oceano Indiano

 

Ci sono due modi per girare il mondo. Andare in vacanza, o viaggiare. Io questa volta ho viaggiato. Ho viaggiato attraversato tempi, luoghi, culture, volti e l’ho fatto sulle orme dei miei genitori che questo viaggio lo intrapresero negli anni Ottanta.

Da lì alcune cose sono cambiate; i famosi pescatori appollaiati su trampoli nell’acqua in una speciale tecnica per catturare i pesci, per esempio, durante il giorno non sono altro che attori che chiedono qualche rupia di mancia in cambio di una foto (pare che quelli veri li possiate trovare solo alle prime luci del mattino). Tante altre cose sono rimaste immutate nel tempo: le adorabili e dispettose scimmiette, i bellissimi templi buddisti e induisti, il sorriso timido delle persone locali.

Se state preparando il vostro percorso nell’Isola Splendente o se non avete idea di quale perla dell’Oceano Indiano vi state perdendo, ecco il mio racconto, i miei appunti di viaggio, i miei suggerimenti.

Prima di partire

- Agenzia: io ho scelto un viaggio ben organizzato per un tour completo in Sri Lanka (nord escluso).

- Vaccinazioni: con un certo anticipo (cosa che io non ho fatto!) prenotate il vostro appuntamento presso il Centro Vaccinazioni Internazionali (a Milano è in via Statuto 5) per verificare se siete apposto con le vaccinazioni.

Se siete a ridosso della partenza, provate ad andare lì con la prenotazione dell’imminente viaggio e sperate in una giornata buona delle operatrici milanesi. La simpatia e la gentilezza in via Statuto non è di casa.

Per recarsi in Sri Lanka non ci sono vaccinazioni obbligatorie, ma sono consigliate antitetanica, epatite A e tifo.

- Guida: io ho acquistato e consiglio la mitica Lonely Planet.

- Cambio: non è necessario cambiare in Italia le rupie, già in aeroporto avrete la possibilità di cambiare sia euro che dollari.

La moneta locale è la rupia srilankese (ad oggi 1 euro=159 RS).

- Visto: potete acquistare online dal sito ufficiale http://www.eta.gov.lk/slvisa/ il visto turistico valido per un mese e per due entrate (con un risparmio di circa 5 dollari).

Altrimenti potete acquistarlo direttamente in loco per 40 $.

Da mettere in valigia

Vestiti leggeri;

Farmaci generali, Tachipirina, Imodium, antibiotico a largo spettro, termometro, antirepellente per le zanzare etc.;

Crema solare;

Un pareo o un paio di pantaloni lunghi per visitare i templi (bisogna coprirsi le spalle e le gambe almeno fino al ginocchio)

Buone maniere

No ai selfie con Budda! È atto di maleducazione farsi fotografare dando le spalle alle statute di Budda.

Da provare

Da provare l’arrack, il liquore tipico srilankese. Con uno resterete svegli tutta la notte, con due dormirete bene!

Provate anche la birra Lion e una buona noce di cocco (alcuni ve la taglieranno con un faccino di elefante!).

- Corrente elettrica: procuratevi una matita e tappate il buco superiore con quella, riuscirete così a infilare la spina facilmente negli altri due buchi.

- Viaggio: io ho volato da Milano con Turkish Airlines. Il servizio è ottimo e gli aerei sono moderni, ma il volo è lungo a causa dei due scali intermedi (Istanbul e Male).

Giorno 1

Dopo quasi una giornata di volo, arriviamo finalmente a Sri Lanka e con il pullman raggiungiamo la nostra prima destinazione: il Paradise & Resort di Dambulla, un resort bello e pulito, costruito da italiani, dove le camere sono a due piani e dotate di ogni funzionalità

  • 14078 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social